Stai leggendo: Selvaggia Lucarelli bloccata da Facebook: nella sua replica non le manda a dire

Letto: {{progress}}

Selvaggia Lucarelli bloccata da Facebook: nella sua replica non le manda a dire

Sta facendo molto discutere il ban imposto da Facebook a Selvaggia Lucarelli: il suo account è stato bloccato per un mese, verosimilmente a causa di una segnalazione di massa. Su Twitter e alla stampa, la Lucarelli parla di "squadrismo 2.0".

Selvaggia Lucarelli Getty Images

2 condivisioni 0 commenti

Selvaggia Lucarelli è nota per la sua irriverenza e per la sua schiettezza. In particolar modo sui social, la giornalista e opinionista si esprime senza mezzi termini, anche su tematiche particolarmente scottanti. A quanto pare, i suoi ultimi post hanno suscitato reazioni contrariate tra il popolo della Rete, che ha deciso di segnalarla in massa a Facebook. Il risultato? All'account della Lucarelli è stato imposto un blocco di un mese, che in seguito a reclami si è ridotto a 2 giorni. La cosa non ha lasciato indifferente la giornalista, che ha espresso tutto il proprio disappunto su Twitter segnalando l'inadeguatezza del controllo dei contenuti condivisi sulla nota piattaforma social.

Secondo la Lucarelli, è inaccettabile la quasi totale assenza di un controllo umano su Facebook: sono prevalentemente gli algoritmi a decidere sui contenuti, senza tenere conto di dinamiche ormai molto diffuse come le segnalazioni di massa. A Leggo, Selvaggia Lucarelli ha parlato della meticolosa organizzazione che caratterizza alcuni gruppi molto attivi sui social, primi su tutti i no vax, avvezzi a pratiche di questo tipo:

Su Facebook negli ultimi tempi ho criticato i no vax e alcune uscite di Salvini. I no vax sono ben organizzati, sempre pronti a fare segnalazioni di massa. Hanno segnalato in massa un mio commento, in cui a una tizia che mi dava della bulla/poveraccia rispondevo 'Non sto a elencarti il mio impegno contro il cyberbullismo perché non perdo tempo con gli scemi presuntuosi'. Questo è stato considerato un contenuto contrario alla policy di Facebook, di lì il blocco.

Facebook ha sbloccato e riattivato l'account di Selvaggia Lucarelli dopo opportune verifiche, porgendole sentite scuse.

Tuttavia, questo non ha arginato la reazione della giornalista 'bannata', che ha dichiarato a Vanity Fair:

Questo meccanismo è una pacchia per i bulli organizzati. È lo squadrismo 2.0. Credo che il mio sia uno degli account più segnalati della storia.

Di recente, hanno vissuto situazioni analoghe a quella della Lucarelli personalità di spicco come la scrittrice Michela Murgia e l’immunologo Roberto Burioni. In verità, sono tantissime anche le segnalazioni ricevute da parte di utenti meno in vista ma che hanno visto censurare allo stesso modo i propri contenuti.

Che ne pensate? Siete d'accordo con quanto sostiene Selvaggia Lucarelli?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.