Stai leggendo: Maria Teresa Ruta svela di essersi salvata da uno stupro: ‘Mi sono difesa con le unghie e con i denti’

Letto: {{progress}}

Maria Teresa Ruta svela di essersi salvata da uno stupro: ‘Mi sono difesa con le unghie e con i denti’

Ospite di Caterina Balivo nel salotto televisivo di Vieni da me, Maria Teresa Ruta ha ricordato un momento molto doloroso: quando era un'adolescente tentarono di violentarla, ma fortunatamente lottando riuscì a salvarsi.

0 condivisioni 0 commenti

Reduce dalla recente vittoria a Pechino Express, Maria Teresa Ruta ha confermato di essere un personaggio molto amato dal pubblico. Negli anni '90, la Ruta si è affermata come una delle protagoniste indiscusse del piccolo schermo conducendo programmi televisivi popolari tra cui Giochi senza frontiere, Unomattina e lo Zecchino d'Oro, finendo per allontanarsi progressivamente dalle luci della ribalta negli anni 2000. Di recente, la conduttrice ha svelato al magazine SPY di essere stata oggetto di avances da parte di un pezzo grosso della TV e che dopo averle rifiutate la sua carriera ne avrebbe pesantemente risentito.

Come riportato da IlGiornale, ecco cosa ha dichiarato la Ruta:

Nel 2004 venni convocata nell'ufficio di un dirigente per discutere del rinnovo del contratto, ma questa persona si è approcciata a me in una maniera poco professionale e sbagliata. Non si è trattato solo di parole, ma di un approccio fisico pesante. Tutti sapevano della mia serietà, non mi era mai successo. Me ne andai. Risultato? Il contratto non venne rinnovato e non sono stata più contattata.

In queste ore, Maria Teresa Ruta ha raccontato negli studi di Vieni da me, programma pomeridiano condotto da Caterina Balivo, di essere stata vittima di molestie anche quando era molto giovane. Erano gli anni '70, si trovava a Roma e venne aggredita, ma riuscì a divincolarsi difendendosi:

Non c'era nessuno quel giorno a Roma, venni aggredita in una stradina, mi strapparono i lobi delle orecchie e hanno provato a violentarmi, ma mi difesi con le unghie e con i denti. Poi è intervenuto qualcuno, ma ero svenuta.

Come purtroppo accade molto spesso, la Ruta non raccontò nulla ai suoi genitori:

Non ho detto nulla perché non volevo dare loro un dolore. Quando andai alla polizia per denunciare non c'erano abbastanza elementi per trovare chi mi aveva aggredito. Mi ha aiutato il lavoro: feci provini per fare praticamente tutto, poi iniziai a lavorare come inviata per Piero Angela. 

Oggi, a 58 anni, Maria Teresa Ruta è mamma di Guendalina (29 anni) e Gian Amedeo (26 anni) - nati dal suo matrimonio con Amedeo Goria (1987-2004) - ed è una donna forte e consapevole, fiera delle sue vecchie cicatrici. A lei vanno i nostri complimenti per aver condiviso con il pubblico, che la ama da tanti anni, un momento così intimo e privato. 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.