Stai leggendo: The Big Bang Theory: 8 motivi per cui mancherà da morire alle ragazze

Letto: {{progress}}

The Big Bang Theory: 8 motivi per cui mancherà da morire alle ragazze

The Big Bang Theory volgerà al termine il prossimo anno, dopo dodici stagioni: elenchiamo le cose che più ci mancheranno di questa comedy, ma prima di iniziare ecco un video con l'ormai iconico "Penny! Penny! Penny!".

0 condivisioni 0 commenti

Tutto è iniziato col Big Bang: Leonard, Sheldon, Penny, Raj, Howard, Amy e Bernadette ci saluteranno il prossimo anno dopo dodici stagioni e oltre 265 episodi. E gli interpreti della comedy hanno già qualche idea sul loro futuro - come l'animalista Kaley Cuoco, che ha dichiarato di volersi occupare a tempo pieno dei suoi cuccioli.

The Big Bang Theory si annovera tra le serie più longeve degli ultimi dieci anni, al pari solo con Grey's Anatomy (che ha superato il traguardo dei 300) e Supernatural (che si appresta a raggiungere tale numero).

In onda dal 2007, la serie TV creata da Chuck Lorre (già autore di Due Uomini e Mezzo) giungerà al termine a maggio e ci regalerà sicuramente uno dei finali più commoventi. The Big Bang Theory è diventato un cult grazie ai suoi strampalati protagonisti, un quartetto di nerd che ha inventato terminologie finora sconosciute, a cui si sono aggiunti tre personaggi femminili mai di contorno. Amy, Penny e Bernadette sono figure forti che fungono da perno del gruppo, e non temono il confronto con l'altro sesso.

Elenchiamo perciò i motivi per cui The Big Bang Theory ci mancherà.

  1. I nerd possono conquistare le ragazze
  2. Anche le donne sono secchione
  3. Ci ha mostrato tutti i lati delle relazioni amorose
  4. Sheldon Cooper è uno di noi
  5. Le guest star storiche
  6. La scrittura ricca di citazioni celebri
  7. La scienza è più comprensibile
  8. L'amicizia al femminile

I nerd possono conquistare le ragazze

Penny accetta di sposare Leonard in una scena di The Big Bang TheoryHDCBS

Quando Leonard vede Penny per la prima volta, Sheldon gli dice subito che con lei non ha nessuna speranza. The Big Bang Theory smonta questo mito secondo cui i nerd non possono conquistare le ragazze. Penny, al contrario, si lascia affascinare dal suo vicino, episodio dopo episodio. Pur non capendo nulla di scienza - e lei lo ammetterà sempre - fa di tutto per entrare nel mondo di Leonard; perché quando ci piace qualcuno, vogliamo cercare di fare bella impressione, interessandoci ai suoi argomenti e condividendoli.

Con il passar degli anni, la relazione tra Penny e Leonard si è evoluta poiché ciascuno ha imparato qualcosa dall'altro, apprezzandone i pregi e i difetti, senza limitarsi all'aspetto fisico.

Anche le donne sono secchione

Howard, Bernadette, Amy, Sheldon e Leonard mangiano in una scena di The Big Bang TheoryHDCBS

In The Big Bang Theory il gentil sesso viene rappresentato in tutte le sue sfaccettature. Spesso la comedy ha ironizzato sul rapporto tra donna e scienza, uno stereotipo comune che la serie ha sapientemente smontato. 

Amy e Bernadette sono due scienziate, una neurobiologa l'altra microbiologa e hanno un caratterino. Se la prima è riuscita a conquistare un ragazzo difficile come Sheldon Cooper, l'altra ha grinta da vendere. Sotto l'aspetto carino e formoso, Bernadette sa farsi rispettare e rimettere in riga uno come Howard, troppo attaccato ancora al grembo materno. E Penny da ex cameriera e aspirante attrice è diventata una rappresentante farmaceutica, un lavoro che non certamente ama alla follia, ma dal quale guadagna. Lo dice anche lo slogan della serie: l'intelligenza è il nuovo essere sexy.

Ci ha mostrato tutti i lati delle relazioni amorose

Sheldon e Amy insieme in una scena di The Big Bang TheoryHDCBS

Non tutte le relazioni sono rose e fiori. Come nella vita, anche in The Big Bang Theory c'è del dramma, che sa mescolarsi con lo stile ironico della serie. Howard e Bernadette si sono sposati, ma hanno avuto diversi problemi di percorso. Penny e Leonard hanno i loro alti e bassi. Amy possiede una grande pazienza con Sheldon, e spesso i loro caratteri sono incocilliabili. E Raj? Lui ha sempre avuto difficoltà a relazionarsi con l'altro sesso. Nella vita reale, se il rapporto di coppia è solido, si cerca di superare le incomprensioni, si sta vicino al proprio partner, e si tenta di salvare la propria storia d'amore. Ringraziamo quindi The Big Bang Theory per aver illustrato tutti i lati, positivi e negativi, di una relazione.

Sheldon Cooper è uno di noi

Sheldon in una scena di The Big Bang TheoryCBS

L'espressione "come Sheldon Cooper" dovrebbe diventare di uso comune. Il personaggio interpretato da Jim Parsons è diventato, nel corso del tempo, una vera e propria icona di The Big Bang Theory, addirittura superando in popolarità il protagonista, Leonard Hofstadter. Ma perché Sheldon piace così tanto? Innanzitutto c'è la sua super intelligenza a renderlo impareggiabile: un quoziente pari a 187 (quindi molto superiore alla norma). E poi c'è il suo indomino sarcasmo. Sheldon ha la battuta sempre pronta, anche se spesso non riesce a distinguere l'ironia dall'offesa, e per questo motivo è circolata una voce secondo cui il fisico teorico avrebbe la sindrome di Asperger (disturbo pervasivo dello sviluppo imparentato con l'autismo).

Di natura è quindi incapace di stringere relazioni sociali e ha molta difficoltà a comprendere i comportamenti delle persone intorno a lui, perciò questo influenza molto i suoi rapporti d'amicizia e d'amore. Sheldon ha mille difetti, ma si ama per la sua stranezza, unica nel suo genere. Chi di noi non ha un posto preferito sul divano dove guardare la propria serie TV preferita?

Le guest star storiche

Non sarebbe una grande serie senza delle guest star d'eccezione. E nel corso di dodici lunghi anni, The Big Bang Theory ha avuto davvero degli ospiti illustri. A partire dalla seconda stagione, la serie divenne molto popolare, e diverse figure del mondo dello spettacolo e della scienza parteciparono alla comedy come guest star o come personaggi ricorrenti.

Da Stephen Hawking, il grande astrofisico che ci ha lasciato quest'anno, a Bob Newhart nei panni del Professor Proton, che di tanto in tanto appare sotto forma di Jedi per consigliare Sheldon; per continuare sulla scia Star Wars, come dimenticare Mark Hamill, James Earl Jones (la celebre voce di Dart Fener) e Carrie Fisher, comparsi interpretando se stessi.

La scrittura ricca di citazioni celebri

Una buona serie TV si riconosce anche dalla sua scrittura. Le battute argute, condite da umorismo e tante citazioni, rendono The Big Bang Theory una delle comedy più uniche al mondo. Quando si ha quattro nerd come protagonisti, la sceneggiatura può facilmente giocare sulle loro passioni. Spazio quindi ai supereroi (anche nei costumi di Halloween) e riferimenti alla cultura di massa (da Star Wars a Il Signore degli Anelli). Tutte queste battute sono una gioia per le orecchie di ogni fan!

La scienza è più comprensibile

A meno che non si appassionati di scienza oppure si lavora nel campo, molto spesso il linguaggio utilizzato in The Big Bang Theory può sembrare di difficile comprensione - soprattutto quando Sheldon si cimenta in calcoli matematici alla sua lavagna. La serie, però, riesce brillantemente nell'impresa grazie a piccole spiegazioni, decifrabili anche per una come Penny. 

L'amicizia al femminile

L'amicizia è una cosa bellissima, specialmente se è quella tra donne. Amy, Penny e Bernadette sono molto diverse tra loro, eppure sono riuscite a legare in modo sorprendente. Amy e Bernadette sono scienziate, e aiutano Penny a non sottovalutare la sua intelligenza, mentre lei ricambia il favore insegnando loro ad essere più sicure sull'aspetto fisico. Il trio si diverte a prendere in giro i rispettivi partner, dimostrando in diverse occasioni di essere migliore di Leonard, Sheldon, Raj e Howard.

Questi sono i nostri otto motivi per cui The Big Bang Theory ci mancherà. Ne avete altri da elencare?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.