Stai leggendo: La fantastica signora Maisel stagione 2: parlano Amy Sherman-Palladino, Rachel Brosnahan e il cast

Letto: {{progress}}

La fantastica signora Maisel stagione 2: parlano Amy Sherman-Palladino, Rachel Brosnahan e il cast

Dopo Una mamma per amica, Amy Sherman-Palladino sceglie ancora come protagonista una donna estroversa destinata a diventare un'icona femminile. Cast e autori di La fantastica signora Maisela parlano della cabarettista della New York degli anni '50.

Victoria Cabello intervista gli autori e il cast di La meravigliosa signora Maisel Silvia Levanti

0 condivisioni 0 commenti

In uno dei sontuosi saloni di Palazzo Parigi a Milano, gli autori e il cast al completo di La fantastica signora Maisel hanno incontrato la stampa e raccontato i retroscena e le curiosità della seconda stagione della serie TV Amazon Prime (disponibile dal 5 dicembre). Dopo il clamoroso successo di Una mamma per amica, la sceneggiatrice Amy Sherman Palladino, sempre in coppia con il marito, sceglie nuovo materiale da commedia e mette ancora al centro della storia un personaggio femminile, Miriam “Midge”Maisel che, da ragazza ebrea di buona famiglia, madre e moglie devota in una splendente New York del 1958, viene lasciata dal marito Joel per la segretaria.

Dopo un momento di sconforto, scopre di avere un grande talento comico e inizia segretamente ad esibirsi nei cabaret della grande mela, regno della stand-up comedy.  La prima stagione, diretta da Daniel Palladino, è stata accolta molto positivamente dagli addetti ai lavori e dal pubblico e ha portato a casa due riconoscimenti, quello per la miglior serie e la miglior attrice protagonista ai Golden Globes 2018 e ha trionfato anche agli Emmy Awards 2018. 

Durante la conferenza stampa, le notizie inedite e gli scoop non si sono fatti attendere: scopriamo così che la città di Parigi è il fulcro dei nuovi episodi, che stanno già lavorando alla terza stagione mentre la quarta è in programmazione. Gli abiti magnifici sono ancora una parte importante nella caratterizzazione dei personaggi femminili e il soggiorno parigino non potrà che arricchire il loro splendido guardaroba.

Ci sarà anche Lauren Graham, meglio nota come Lorelai Gilmore? Dalle parole di Amy Sherman Palladino, il mistero sembra infittirsi. A moderare è stata Victoria Cabello. Gli attori Michael Zegen (Joel Maisel) Rachel Brosnahan (Midge Maisel) Alex Borstein (Susie Myerson), Tony Shalhoub (Abe Weissman) Marin Hinkle (Rose Weissman) Kevin Pollak (Moishe Maisel) e Caroline Aaron (Shirley Maisel) insieme alla altrettanto fantastica coppia Daniel Palladino e Amy Sherman – Palladino, hanno risposto con entusiasmo alle domande e divertito i giornalisti presenti in sala con qualche colorita e buffa frase in italiano.

La conduttrice di Victor Victoria ha condotto in modo perfetto le interviste al cast di La fantastica signora Maisel HDSilvia Levanti

La presentatrice ha domandato a Amy Sherman Palladino, che indossava un estroso cappellino,di raccontare gli ultimi incredibili 12 mesi vissuti.

È stata un lavoro faticoso ma un’esperienza indescrivibile, con un gruppo di attori incredibili. Siamo rimasti sorpresi dal successo ottenuto.

A Daniel Palladino viene chiesta quanta pressione possa portare alla serie e alla seconda stagione tutto questo grande successo. 

Lavorare nello showbusiness comporta sempre una notevole dose di pressione. Si deve tenere in considerazione l’importanza dell’audience ma ora siamo concentrati sulla terza stagione, focalizzati sul lavoro e sulla magnifica crew: siamo una grande famiglia.

Le congratulazioni alla bravissima Rachel Brosnahan per il meritato Golden Globe sono d'obbligo, come domandare quanto sia stato importante vincere per lei e ovviamente, per tutti quelli che lavorano nella serie.

Sì, è fantastico. È meraviglioso perché è il nostro lavoro, sono orgogliosa di fare parte di questo show con persone di enorme talento.

Che cosa dovremo aspettarci da Midge e da Joel nella seconda stagione?

Ci sono molte decisioni che Midge dovrà prendere, in amore e nel lavoro, che avranno ripercussioni su chi le vive accanto. Anche il personaggio di Joel, dopo aver sconvolto la sua relazione con la bellissima moglie, si trasforma, diventa più riflessivo:

A Kevin Pollak, che nella serie è il padre di Joel, viene chiesto se provenire dalla Stand-up comedy abbia aiutato il lavoro sul personaggio e come definirebbe la performance di Rachel

 Lavoro nel campo da molto e questo effettivamente ti guida, ti dà il ritmo. Rachel è davvero fantastica, straordinaria. Un grande talento. 

Infine, a tutti è stato chiesto come sia stato lavorare a Parigi: il loro entusiasmo corale è stata la più sincera delle risposte.

Che sacrificio! (n.d.r. ridono) abbiamo adorato Parigi, il cibo, l’atmosfera.

Marin Hinkle, che nella serie è la madre di Midge, ha raccontato che a Parigi il suo personaggio, Rose, subirà un grande cambiamento. è una nuova Rose mentre Tony Shalhoub ha affermato di essere rimasto molto colpito dall'accoglienza ricevuta, dalla crew francese che si è presa cura di tutti loro. Parigi è stato un vero sogno. Daniel e Amy Sherman Palladino hanno raccontato che

Parigi degli anni ’50 è diversa da New York anni ’50, atmosfere, strade, luci diverse che ovviamente influenzano i personaggi, le loro azioni e i loro sentimenti.

Infine, un giornalista spagnolo ha chiesto ai due autori se gli attori sono stati scelti anche in base alla velocità con cui parlano o ai caffè bevuti, un ironico riferimento alle protagoniste di Una mamma per amica che, nella serie, parlano sempre velocemente e bevono molto caffè.

La vita è veloce, parlare velocemente significa essere vivi. Parlare lentamente significa far morire il dialogo, è necessaria l’energia. Le persone conversano in modo più rapido nella realtà che in televisione.

La conferenza stampa a Milano di La fantastica signora Maisel HDSilvia Levanti

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.