Stai leggendo: Il ritorno di Mary Poppins: Emily Blunt spiega l'assenza di Julie Andrews

Letto: {{progress}}

Il ritorno di Mary Poppins: Emily Blunt spiega l'assenza di Julie Andrews

Emily Blunt e Rob Marshall hanno rivelato la ragione per cui Julie Andrews non ha voluto essere coinvolta ne Il ritorno di Mary Poppins, e non si tratta di scetticismo: è anzi una ragione davvero molto generosa!

Emily Blunt alla premiere di Mary Poppins Returns con Dick Van Dyke Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Mary Poppins sta per tornare, e nonostante a Julie Andrews, l’originale e amatissima tata del film del 1964, sia stato proposto di apparire nel sequel in un cameo, la diva 83enne ha rifiutato. La sua erede Emily Blunt ha spiegato il perché.

L’attrice inglese, infatti, ha raccontato a Variety che Julie Andrews non ha voluto mettere bocca fin dall’inizio nel progetto: “Si era parlato dell’idea che forse sarebbe potuta venire e registrare una scena nel film, e lei è stata molto generosa, in verità”. La Andrews infatti ha spiegato al regista Rob Marshall che non voleva minimamente distogliere l’attenzione dalle vere star del film, perché questo non è solo un sequel, ma una nuova versione del personaggio.

Ha detto a Rob: ‘Sai perché? Questa è la versione di Emily, e non voglio che venga fuori che lei ha recitato Mary Poppins per tutto il tempo, ma poi arrivo e io ed è come dire oh, ma ecco la vera Mary Poppins, capisci?’.

Anche Rob Marshall che aveva in effetti pensato a un cameo per Julie Andrews, ma non ha mai rivelato quale parte aveva in mente, intervistato alla premiere de Il ritorno di Mary Poppins ha raccontato la stessa discussione: “Ha immediatamente detto di no. ‘Questo è lo show di Emily e voglio che se lo goda. È suo. Non voglio mettermi davanti a questa opportunità”.

Il produttore del film Marc Platt, invece, non sapeva nemmeno di alcun progetto di cameo per Julie Andrews: “Non ci si aspettava che apparisse nel film, per niente. Ma è un’amica di Rob e nostra, e una grande ammiratrice di Emily Blunt ed è stata adorabile fin dal primo giorno, insistendo sul fatto che è il turno di Emily ed è felice per lei… Ed è in effetti il turno di Emily.

È una storia diversa in un’epoca diversa. Ci sarà sempre una sola Julie Andrews e dopo che la gente avrà visto questo film potranno dire con eguale gioia che c’è una sola Emily Blunt.

Il ritorno di Mary Poppins infatti è ambientato a 25 anni di distanza dal primo film, e la tata torna, sì, sospinta dal vento dell’est al viale dei ciliegi, ma stavolta è per badare a una nuvoa generazione di Banks, ovvero i figli degli ormai adulti Michael e Jane (Ben Whishaw e Emily Mortimer). Ad aiutarla sarà il lampionaio Jack (Lin-Manuel Miranda), e ci saranno anche tutta una serie di personaggi vecchi e nuovi interpretati da attori quali Julie Walters (la governante Ellen), Colin Firth (il banchiere William Weatherall Wilkins ), Pixie Davies, Joel Dawson, e Nathanael Saleh (i figli di Michael e Jane Banks), e Angela Lansbury (la Signora dei Palloncini).

Mary Poppins Returns: Emily Mortimer, Ben Whishaw, Rob Marshall, Lin-Manuel Miranda e Emily BluntHDGetty Images
Emily Mortimer, Ben Whishaw, Rob Marshall, Lin-Manuel Miranda e Emily Blunt

Farà la sua apparizione anche Dick Van Dyke nel ruolo di Mr Dawes Jr, il presidente ormai in pensione della banca ormai gestita dal personaggio di Firth; e debutterà anche il personaggio dell’eccentrica cugina di Mary Poppins, Topsy, interpretata da Meryl Streep, la quale ha approcciato la sua piccola e coloratissima parte in un modo che ricorda le parole della Andrews. Ospite di un evento organizzato da Stephen Colbert, la Streep ha infatti tenuto a chiarire:

Il film è semplicemente magnifico. Non lo dico di tutti i miei film, ma questo non è il mio film, questo è il film di Emily Blunt e Lin-Manuel Miranda. È come un piccolo regalo all’America per Natale.

Quanto siete impaziente di vederlo? Il ritorno di Mary Poppins arriva al cinema il 20 dicembre.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.