Stai leggendo: Amaranto: ricette, usi e proprietà di questo pseudocereale adatto ai celiaci

Letto: {{progress}}

Amaranto: ricette, usi e proprietà di questo pseudocereale adatto ai celiaci

Un superfood consumato sin dai tempi degli aztechi, l'amaranto vanta speciali qualità nutrizionali. Ottimo nella preparazione dei dolci ma anche nei piatti salati, includere questo pseudocereale nell'alimentazione apporta molti benefici alla salute.

Ciotola con semi piccoli iStock

4 condivisioni 0 commenti

Un ingrediente importante nella dieta azteca, l'amaranto non era usato solo come ingrediente alimentare ma anche come rimedio per una serie di patologie. Come aspetto, i semi di amaranto sono molto simili ai semi di quinoa, il sapore però è più delicato. Non essendo un cereale vero e proprio, bensì uno pseudocereale, l'amaranto non contiene glutine, il che lo rende ideale per il regime alimentare gluten free.

Uno dei motivi per cui l'amaranto si distingue tra i cereali e i pseudocereali è il suo notevole contenuto nutrizionale. Rispetto ai legumi è più ricco di minerali come calcio, ferro, fosforo e carotenoidi. Ha anche un impressionante contenuto di proteine: un etto di amaranto contiene circa 13,6 g proteine e intorno a 370 kcal. Le proteine e le fibre contenute nell'amaranto aiutano a mantenere la sazietà e a contrastare l'appetito ed è proprio per questo che l'amaranto può essere utilizzato con successo nelle diete dimagranti

Le proprietà dell'amaranto

L'amaranto contiene antiossidanti con proprietà antinfiammatorie, che possono combattere malattie come la gotta o l'artrite. Il consumo di amaranto previene e migliora l'ulcera gastrica. Grazie al contenuto di fibre facilita il transito intestinale, combattendo sia la stitichezza che la diarrea. I semi di amaranto sono ricchi di minerali, tra cui il calcio pertanto il consumo di amaranto aumenta la densità ossea, prevenendo l'osteoporosi.

Benefico per il cuore - una serie di studi effettuati negli ultimi anni ha dimostrato che l'amaranto ha la capacità di ridurre il colesterolo nel sangue, il che significa che può prevenire alcuni dei disturbi cardiovascolari.

Migliora la vista - l'amaranto contiene una quantità impressionante di vitamina A, ma anche di carotenoidi che mantengono gli occhi sani, aiutando a prevenire la cataratta e la degenerazione maculare.

Ciotola con farinaHDiStock

Con quali alimenti abbinare l'amaranto

Zuppe, biscotti, finger food o piatti di carne: l'amaranto è molto versatile quindi può essere abbinato con molti ingredienti. Come grande parte dei cereali e pesudeocereali, l'abbinamento con i legumi permette di realizzare piatti nutrienti, completi e bilanciati dal punto di vista nutrizionale. Il sapore nocciola rende questo superfood particolarmente indicato per la preparazione di dolci mentre l'amaranto lessato, grazie alla consistenza gelatinosa, è ideale per addensare delle creme o preparare dei budini.

Nei piatti dolci esalta il sapore dell'amaranto con della cannella e dello zenzero e nei piatti salati aggiungi del basilico, della maggiorana e della menta. 

Dai semi di amaranto si ricava anche una farina che, aggiunta nei prodotti di panificazione, insieme ad altre farine, arricchisce il gusto e dà ai prodotti un ottimo valore nutrizionale.

Come cucinare l'amaranto

Amaranto lessato

La cottura dell'amaranto non è diversa dalla cottura di altri cereali e pseudocereali. Prima di cuocere, bisogna lavare i semi molto bene sott'acqua corrente, coprire con acqua, brodo o altro liquido (il rapporto è di tre parti di liquido per una parte di amaranto) e far cuocere per circa 30 - 40 minuti. A fine cottura, spegni il fuoco e lascia l'amaranto coperto per altri 10 minuti, nel modo che assorba tutto il liquido e i semi finiscano di gonfiarsi. Se vuoi preparare un insalata con amaranto lessato, sciacqua i semi sott'acqua tiepida per eliminare la gelatina che si forma in cottura. 

L'amaranto lessato è un ottimo addensante per le zuppe, le salse e le creme. Frulla l'amaranto lessato con dello yogurt greco, del miele, un pizzico di vaniglia o altre spezie a piacere e farcisci le torte oppure riempi i bignè

Panino ai semiHDiStock

Tostare l'amaranto

I semi di amaranto tostato sono ottimi come stuzzichino oppure da aggiungere nel muesli e nei dolci. Lava bene i semi, scola e fai asciugare su un panno pulito. Riscalda bene una padella antiaderente con coperchio. Versa un cucchiaio di semi e copri con il coperchio. Nel giro di pochi secondi i semi inizieranno a scoppiare proprio come il pop corn. Servi con un pizzico di sale e del cioccolato fondente sciolto oppure aggiungi nello yogurt insieme ai ficchi di avena, noci e frutta essiccata.

Ricette facili, light e sane con amaranto

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.