Stai leggendo: Tajarin: la pasta all'uovo piemontese perfetta per il menu di Natale

Letto: {{progress}}

Tajarin: la pasta all'uovo piemontese perfetta per il menu di Natale

I tajarin sono una pasta davvero speciale: sono più sottili di un tagliolino e sono più gialli di una tradizionale pasta all'uovo perché l'impasto contiene 8 tuorli.

Tajarin iStock Photo

1 condivisione 0 commenti Il voto di 1 utente

I tajarin non sono dei semplici tagliolini. Si tratta di una pasta all’uovo nata in Piemonte che si prepara con farina e tuorli. Sono proprio le uova a conferire all’impasto il suo caratteristico colore giallo intenso. A differenza della pasta fresca tradizionale, infatti, non si usa l’uovo intero ma solo il tuorlo e non si utilizzano liquidi. Dovrai quindi impastare con decisione per amalgamare gli ingredienti. E in caso di difficoltà potrai affidarti solo all’aiuto di un po’ di olio d’oliva.

Un altro aspetto fondamentale del tajarin è lo spessore. Le tagliatelle, per esempio, sono larghe circa 1/2 centimetri, mentre i tajarin sono larghi appena 3 millimetri. Se riesci a rispettare davvero la ricetta tradizionale, porterai in tavola il primo che i piemontesi consumano nei giorni di festa come il Natale.

L’impasto a base di farina e uova non deve spaventarti. Basta un pizzico di impegno in più per ottenere la consistenza giusta. L’impasto deve essere sodo ed elastico. Potrai cioè lasciarlo riposare quando avrai ottenuto una palla dalla superficie bella liscia. L’altro passaggio importante è quello relativo alla sfoglia, perché deve essere sottilissima. Lo spessore ideale corrisponde a circa un millimetro. Fai anche attenzione al grado di umidità. Se la sfoglia è troppo umida, rischia di incollarsi.

Come stendere l’impasto? Potrai usare il matterello oppure servirti della classica macchina per la pasta. La scelta dipende solo dalla tua manualità. L’ultimo consiglio riguarda la cottura. Non superare i 2/3 minuti in acqua bollente perché i tajarin devono essere al dente. Ora rimboccati le maniche e inizia a impastare!

Informazioni

Ingredienti

Per i tajarin

  • Farina 250 gr
  • Tuorli 8
  • Sale q.b.

Per il condimento

  • Burro 120 gr
  • Tartufo bianco q.b.

Preparazione

  1. Forma una fontana con la farina su una spianatoia e ricava un buco al centro con la mano.

  2. Disponi i tuorli al centro della farina e usa una forchetta per amalgamare inizialmente i due ingredienti.

  3. Inizia a impastare con decisione servendoti dei palmi delle mani. Una volta ottenuto il tuo panetto sodo e liscio, avvolgilo nella pellicola alimentare e lascialo riposare per circa 20 minuti.

  4. Trascorsi i venti minuti, stendi la sfoglia sottilissima con un matterello. Una volta raggiunto uno spessore di 1/2 millimetri, piega la sfoglia su se stessa fino a formare un’unica striscia di pasta.

  5. Taglia a metà la striscia e sovrapponi i due pezzi. Prendi un coltello da cucina e comincia a tagliare tante fettine di 2/3 millimetri di larghezza.

  6. Sciogli le fettine per liberare i tuoi tajarin e mettili ad asciugare su un vassoio per qualche minuto.

  7. Nel frattempo porta a bollore una pentola con dell’acqua salata e fai cuocere i tajarin.

  8. Sciogli il burro in una padella e condisci i tajarin. Portali a tavola con qualche scaglia di tartufo.

Tajarin al ragù

I tajarin si possono mangiare sia bianchi che rossi. In questo secondo caso si prepara un tipico ragù delle Langhe con la carne trita di manzo. A differenza del classico ragù alla bolognese, la proporzione tra il trito e il pomodoro va a favore della carne. Se utilizzi 100 grammi di salsa di pomodoro, dovrai cioè aggiungere 300 grammi di trito di manzo.

La preparazione è abbastanza classica. Fai soffriggere carote, sedano e cipolla nell’olio e poi aggiungi la carne, sfumandola con il vino rosso. Aggiusta di sale e pepe, aggiungi la noce moscata e lascia cuocere. Non appena la carne è ben rosolata, versa la salsa di pomodoro in padella e completa la cottura. A questo punto cuoci i tuoi tajarin e condiscili con il ragù delle Langhe.

Vota la ricetta

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE