Stai leggendo: Allison Mack ha ottenuto un'ordinanza restrittiva contro uno stalker durante gli arresti domiciliari

Letto: {{progress}}

Allison Mack ha ottenuto un'ordinanza restrittiva contro uno stalker durante gli arresti domiciliari

Dopo l'arresto e le successive udienze della scorsa primavera, Allison Mack sta attendendo il processo per le accuse di traffico di schiave sessuali in detenzione domiciliare, e ha ottenuto un'ordinanza contro uno stalker che la persegue.

Allison Mack Getty IMages

1 condivisione 0 commenti

Allison Mack, la star di Smallville arrestata per il suo coinvolgimento in una setta che praticava anche traffico di schiave sessuali, ha ottenuto un’ordinanza restrittiva nei confronti di un uomo che - asserisce l’attrice - l’ha resa vittima di stalking durante il periodo di detenzione domiciliare che sta trascorrendo in attesa del processo.

Lo scorso autunno si è scoperto che la donna, ora 36enne, è da tempo coinvolta in una setta guidata da Keith Raniere, che si chiama NXIVM, ed è stata descritta da persone che ne hanno fatto parte come setta sessuale la quale si presentava come organizzazione di auto-aiuto con centri operativi negli Stati Uniti, Messico, Canada e Sud America. La Mack era il braccio destro di Raniere e dalla scorsa primavera vive agli arresti domiciliari.

Lo scorso martedì l’attrice ha depositato i documenti per richiedere che fosse emanata un’ordinanza restrittiva per allontanare lo stalker dalla propria abitazione, e un giudice l’ha concessa. Nella richiesta Allison Mack dichiara che, durante la sua permanenza a casa dei genitori nel sud della California, il 53enne Thomas Sekera l’ha molestata più volte nelle ultime settimane. Una volta l’uomo avrebbe bussato alla porta asserendo di essere stato inviato per aiutarla con la sua difesa legale. La Mack lo accusa anche di aver sbirciato da tutte le finestre del piano terra, oltre ad aver atteso oltre sei ore fuori dalla casa.

Allison MackGetty Images

Sekera non ha rilasciato commenti, e il prossimo mese si terrà un’udienza per giudicare la vicenda.

Sia Allison Mack che Raniere si sono dichiarati non colpevoli delle accuse mosse contro di loro durante le udienze della scorsa primavera, e ad aprile la donna era stata rilasciata dietro cauzione di 5 milioni di dollari. A Raniere invece non è stata concessa la possibilità di uscita su cauzione, ed è rimasto in carcere. Entrambi saranno processati l’anno prossimo.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE