Stai leggendo: Jada Pinkett Smith: 'Ho dovuto difendermi da un ex violento usando il coltello'

Letto: {{progress}}

Jada Pinkett Smith: 'Ho dovuto difendermi da un ex violento usando il coltello'

Erano gli anni '90 quando Jada Pinkett Smith, vittima di un fidanzato geloso e aggressivo, decise di armarsi di coltello per proteggersi dalla sua violenza. L'attrice ha ricordato quel periodo con grande dolore durante il suo Red Table Talk Show.

Jada Pinkett Smith Getty Images

1 condivisione 0 commenti

Jada Pinkett Smith ha sposato suo marito, Will Smith, nel 1997. I due stanno insieme da oltre 20 anni e, nonostante abbiano recentemente ammesso di aver attraversato svariati momenti di crisi, non hanno mai preso in considerazione l'idea di divorziare. Jada e Will sono uniti in modo indissolubile, e non solo perché condividono due figli, Jaden e Willow. Il loro è un amore profondo, un rapporto fatto di amicizia e stima che si basa sul rispetto, una delle fondamenta su cui ogni matrimonio dovrebbe poggiarsi per andare avanti.

Eppure, l'attrice non ha mai fatto mistero di aver vissuto in passato - prima di trovare il vero amore in suo marito - relazioni sentimentali molto turbolente, alcune addirittura violente. Jada ne ha parlato ancora una volta nell'ultimo episodio del suo Red Table Talk Show, in streaming su Facebook. La Pinkett ha fatto riferimento a relazioni "emotivamente violente" e, in particolare, a un ex fidanzato.

Rivolgendosi a sua madre Adrienne Banfield-Jones, ha esordito dicendo:

Ti ricordi di quell'incidente che ho avuto con quel ragazzo con cui uscivo, quando ho dovuto usare un coltello per difendermi?

Jada Pinkett Smith ha riferito di aver avuto una storia con un uomo molto aggressivo, che era solito alzare il gomito.

Una sera ha iniziato ad essere molto aggressivo in macchina e aveva bevuto. Grazie a Dio sapevo dove ero, come uscire dalla macchina e arrivare a casa. Dovevo togliermi i vestiti, togliermi i tacchi. Ricordo che mi infilai una tuta e presi un grosso coltello dalla cucina, nascondendomi nella stanza di suo figlio. Non lo dimenticherò mai.

Il momento del confronto tra i due fu drammatico, un ricordo indelebile nella mente della moglie di Will Smith. Ecco cosa successe:

Lo vidi arrivare, stavo lì ferma come a dirgli: 'Non ti avvicinare', poi lui ha detto la classica frase da film: 'Pensi che ti farei del male? Non potrei mai farti del male'.

L'attrice non ha raccontato come sia finita, ma ha ammesso di essere letteralmente fuggita da quella relazione. Nel 1996, Spike Lee le propose di girare il film Girl 6 e quella per lei fu l'occasione giusta per scappare:

Spike Lee mi ha salvato. Ho usato quel film come scusa per salire su un aereo. Lui mi disse: 'Non ti rivedrò mai più, vero?'. Sono partita e non mi ha mai più rivisto.

Cosa avrebbe fatto Jada Pinkett Smith se non avesse avuto l'opportunità di fuggire e come sarebbe cambiata la sua vita? Probabilmente, questo pensiero la accompagna ancora oggi.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.