Stai leggendo: Viaggi insoliti: alla scoperta dei cimiteri più suggestivi e artistici d'Europa

Letto: {{progress}}

Viaggi insoliti: alla scoperta dei cimiteri più suggestivi e artistici d'Europa

I 10 cimiteri più belli d'Europa, tra opere d'arte, lapidi irriverenti e apparizioni di spiriti.

Viaggio tra 10 cimiteri davvero suggestivi istock

1 condivisione 1 commento

Sono una meta prediletta - l'avreste detto? - di molto viaggiatori amanti del'arte, della scultura e dell'architettura: sono i cimiteri. Si tratta di un'esperienza davvero unica nel suo genere. Diversamente dall'immaginario da brividi dei film horror, infatti, i camposanti dove spesso sono seppelliti artisti e figure storiche famose sono luoghi in cui il fascino e il mistero si fondono indissolubilmente. Un'occasione per passeggiare nel verde, tra statue, natura e un silenzio incontaminato. Inoltre diversi cimiteri – come quelli monumentali – sono dei veri e propri musei a cielo aperto dalla maestosa bellezza, meraviglie di scultura e architettura ideali per chi ama l'arte.

Tempo fa vi avevamo già consigliato – tra le mete per gli amanti dei gatti – il curioso cimitero degli animali di Parigi. Ora vi porteremo in giro per l'Europa tra i cimiteri più suggestivi a livello artistico. Da Stoccolma a Genova, da Copenhagen a Vienna: pronti per un viaggio magico?

  1. Skogskyrkogården, Stoccolma, Svezia
  2. Assistens, Copenhagen, Danimarca
  3. High Gate, Londra, Regno Unito
  4. Ebraico, Praga, Repubblica Ceca
  5. Cimitirul Vesel, Săpânța, Romania
  6. Centrale, Vienna, Austria
  7. Père Lachaise, Parigi, Francia
  8. Staglieno, Genova, Italia
  9. Monumentale, Milano, Italia
  10. Luarca, Asturie, Spagna

Il Cimitero Skogskyrkogården di Stoccolma, Svezia

Skogskyrkogården: il cimitero di StoccolmaHDiStock

Un luogo suggestivo immerso nel verde, dove l'architettura minimale incontra la natura: il Cimitero Skogskyrkogården di Stoccolma è il primo camposanto ad essere stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Progettato e costruito tra il 1917 e il 1940, ad opera di Gunnar Asplund e Sigurd Lewerentz, sorge nel quartiere di Enskede di Stoccolma.

Il suo nome significa letteralmente 'Cimitero del bosco': tutte le sue tombe, infatti, si trovano nell'area boschiva, tra oltre 10.000 pini – di cui alcuni ultracentenari – e non sono visibili all'entrata del cimitero. Un'altra caratteristica che rende unico questo posto è la progettazione degli spazi: i suoi creatori hanno studiato ogni percorso con cura, con accessi solenni e una collina chiamata Almhöjden per il ricordo e la meditazione.

Inoltre, le tombe, ridotte ed essenziali, sono tutte di uguale dimensioni per sottolineare l'uguaglianza di fronte alla morte. Un nome famoso sepolto qui? Greta Garbo. Anche la tomba dell'attrice originaria di Stoccolma, tuttavia, vi stupirà per l'estrema semplicità della lapide.

  • Orari di apertura: sempre aperto
  • Durata consigliata: 1-2 ore
  • Prezzi: l'ingresso è gratuito. Tuttavia, da giugno a settembre, ogni lunedì alle 10:30 vengono organizzate visite guidate pubbliche – in inglese – al costo di 100 SEK. È anche possibile prenotare una visita guidata privata in inglese, spagnolo, italiano, francese, tedesco e giapponese inviando un'email.

Il Cimitero Assistens di Copenhagen, Danimarca

Assistens: il cimitero-parco di CopenhagenHDiStock

Più che un cimitero, l'Assistens sembra un vero e proprio parco cittadino. Qui, infatti, gli abitanti di Copenaghen – ma anche numerosi turisti – vengono per fare una passeggiata, prendere il sole o fare jogging. Si tratta di un cimitero davvero molto grande – 200.600 metri quadrati – che sorge lì dove nel 1760 – anno di costruzione – non c'era nulla, all'estrema periferia della città.

Il motivo della lontananza dal centro e dalle Chiese sarebbe da far risalire a un'epidemia di peste che uccise circa un terzo della popolazione locale e creò l'esigenza di un nuovo cimitero molto più ampio – gli altri erano infatti già tutti pieni. Se vi trovate a Copenhagen non potete non pianificare una visita o una passeggiata a Assistens: qui, inoltre, sono seppelliti diversi nomi illustri della storia danese come Hans Christian Andersen e il filosofo Søren Kierkegaard.

  • Orari di apertura: dal 01 ottobre 2018 al 31 marzo 2019, dal lunedì alla domenica, il cimitero è aperto dalle 07:00 alle 19:00.

Il Cimitero di High Gate di Londra, Regno Unito

High Gate: il cimitero maledetto di LondraHDiStock

Il cimitero di Highgate fa parte dei 'Magnificent Seven', ovvero i 7 cimiteri di Londra che vennero costruiti fuori città. Inaugurato il 1839, divenne subito un luogo di sepoltura ambito dalle famiglie aristocratiche che cercavano di accaparrarsi un posto tra gli edifici e le costruzioni in stile gotico. Tuttavia la sua fama si deve principalmente al Lato Ovest del cimitero e alle leggende di vampiri che dal 1862 iniziarono a circolare riguardo Highgate – alimentate anche dalla stampa – che in breve tempo contribuirono a connotarlo come cimitero maledetto.

La prima riguardava la sepoltura di Elizabeth Siddal, moglie del pittore Dante Gabriel Rossetti. Pare che il marito, affranto dalla sua morte, gettò nella bara un libro di poesie a lei dedicate. Sette anni dopo, durante la riesumazione della salma, il corpo della donna risultava perfettamente integro. Altre leggende, invece, sono legate all'avvistamento di strani spettri che apparivano e scomparivano tra le mura di Highgate e che destarono la curiosità di diversi appassionati dell'occulto.

Oggi Highgate custodisce tra la sua vegetazione lussureggiante diversi personaggi illustri tra cui Karl Marx, George Elliot, Micheal Faraday, i parenti di Charles Dickens e George Michael, scomparso da poco. Se siete amanti delle storie da brividi non lasciatevi sfuggire una visita: tuttavia speriamo che non vi imbatterete in nessun fantasma (se invece amate i luoghi spaventosi, leggete qui dove andare), ma solo in uno dei tantissimi scoiattoli che popolano la zona!

  • Orari di apertura Lato Est + Tomba di Marx: dalle 10 alle 16 da novembre a febbraio e dalle 10 alle 17 da marzo a ottobre (si può accedere fino a mezz'ora prima della chiusura).
  • Accesso al Lato Ovest: l'unico modo per accedere al lato ovest è attraverso una visita guidata che può essere prenotata nella sezione Tours – bisogna cliccare su Book Now – della pagina dedicata. Dà diritto anche all'accesso al lato est entro un mese.
  • Prezzi: Lato Est 4 £ per adulti, gratis per ragazzi sotto i 18 anni. Lato Ovest 12 £ adulti, 6£ bambini 8-17 anni, gratis bambini fino a 7 anni.

Il Cimitero Ebraico di Praga, Repubblica Ceca

A Praga, nel cimitero ebraicoHDiStock

Il Cimitero Ebraico di Praga è uno dei più antichi cimiteri al mondo dedicato agli ebrei. Qui si trovano oltre 12.000 lapidi, ammassate l'una sull'altra e ricoperte di muschio, tanto da rendere l'atmosfera circostante piuttosto macabra. Nonostante ciò è un luogo davvero suggestivo, di fondamentale importanza storica.

Basti pensare che nel suo perimetro sono custoditi oltre 100.000 salme. Il cimitero fu utilizzato dal XV secolo fino al 1787 e poiché gli ebrei non erano soliti distruggere le tombe, decisero di continuare a seppellire sopra per oltre 12 strati di terreno. Oggi è stato inserito dalla rivista National Geographic tra i dieci cimiteri più interessanti del mondo ed è anche una delle attrazioni più visitate di Praga.

  • Orari di apertura: dalle 09:00 alle 16:30 da novembre a marzo e dalle 09:00 alle 18:00 da aprile a ottobre.
  • Giorni di chiusura: chiuso il sabato e in concomitanza con le festività ebraiche.
  • Prezzi: il biglietto di ingresso può essere acquistato solo attraverso due pacchetti che includono la visita ad altri luoghi storici della comunità ebraica. Il primo è il ticket dedicato alla Città ebraica di Praga e ha un costo per adulti di 530 CZK, di 370 CZK per ragazzi dai 6 ai 15 anni e studenti sotto i 26 anni, mentre è gratuito per bambini di età inferiore ai 6 anni. Il secondo è quello del Museo ebraico di Praga ed è leggermente più economico: adulti 350 CZK, 250 CZK per ragazzi 6-15 anni e studenti under 26, gratis per bambini sotto i 6 anni.

Il Cimitero Allegro di Săpânța, Romania

Săpânța: un cimitero allegro per commemorare i mortiHDiStock

Se avete uno spiccato senso dell'humor nero, quello di Săpânța è senz'altro il cimitero che fa per voi. Il cimitero allegro, o Cimitirul Vesel, è un camposanto davvero unico, caratterizzato da colori sgargianti e immagini vivaci – sembra ricordare, in questo, il culto de los Muertos del Messico. Rispetto ai messicani, tuttavia, i romeni si sono spinti un passo più avanti: le 800 tombe presenti nel cimitero sono infatti dipinte con scene di vita (spesso ironiche) che riguardano la persona defunta, mentre l'iscrizione sulla lapide contiene parole irriverenti. Un esempio?

«Lui amava i cavalli. Un’altra cosa amava molto. Sedersi al tavolo di un bar. Accanto alla moglie di un altro»

Più che un'usanza romena, tuttavia, si tratta di un culto legato agli antichi Daci, che consideravano la morte come un momento di gioia.

Passeggiare al Cimitirul Vesel sarà un'esperienza davvero unica, una galleria d'arte di eccezionale bellezza e simpatia che saprà strapparvi un sorriso piuttosto che un pianto. Le chicche da non perdere? La tomba di Dumitru Holdis, le cui miniature sono diventate dei veri e propri souvenir da acquistare e il libro di Bruno Mazzoni “Le iscrizioni parlanti del cimitero di Sapânta”, contenente tutti gli epitaffi del cimitero.

  • Orari di apertura: tutti i giorni dalle 10 alle 18.
  • Prezzi: l'ingresso è di 5 leu a persona. È inoltre prevista una tassa per chi intende fare riprese: si tratta di 5 leu per le fotografie e di 10 leu per i video.

Il Cimitero Centrale di Vienna, Austria

Zentralfriedhof: il cimitero centrale di ViennaHDiStock

Lo Zentralfriedhof, ovvero il cimitero centrale di Vienna, è il più grande della capitale austriaca, nonché il secondo in Europa dopo quello di Amburgo. Si tratta di un enorme parco di 2,5 chilometri quadrati che accoglie – al suo interno – 330.000 sepolcri contenenti più di 3 milioni di persone.

Qui tutto è davvero curato e votato alla grandezza: pare che infatti gli austroungarici tenessero molto all'immagine dei propri cimiteri e in generale alla morte – che definivano parte della vita – tanto da celebrare le sepolture al motto di 'a schöne Leich', ovvero un bel cadavere, a cui andava destinato un funerale all'altezza della propria magnificenza.

Ovviamente, trovandoci nella capitale austriaca, non ci stupisce scoprire che qui sono sepolti molti dei più grandi maestri della musica classica come Beethoven, Schubert, Brahms, Salieri e Strauss. Inoltre c'è anche un monumento dedicato al personaggio probabilmente più illustre della storia austriaca, Mozart, anche se il suo corpo riposa in un altro luogo. Un'altra perla da non perdere all'interno del parco è la chiesa modernista Steinhof costruita dall'architetto Otto Wagner.

  • Orari di apertura: Il cimitero centrale è aperto tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, con orari che variano in base alla stagione. Da novembre a febbraio dalle 8 alle 17, a marzo e nelle festività del 1 e 2 ottobre dalle 7 alle 18, ad aprile e settembre dalle 7 alle 19 mentre da maggio ad agosto dalle 7 alle 20.
  • Durata consigliata: 1-2 ore.
  • Prezzi: l'ingresso è gratuito.
  • Curiosità: se siete alla ricerca di una tomba specifica provate ad effettuare qui una Ricerca Defunto. Questo portale individua tutte le persone sepolte nei cimiteri di Vienna e vi dà l'esatta posizione all'interno del camposanto.

Il Cimitero di Père Lachaise di Parigi, Francia

Père Lachaise: la tomba di Chopin nel cimitero più grande di ParigiHDiStock

Oltre al fascino luccicante dei suoi Champs-Élysées, la Ville Lumiere ha molto da offrire anche per chi è alla ricerca di atmosfere noir. I cimiteri di Parigi, infatti, sono una vera e propria attrazione non solo per i residenti, ma per i turisti di tutto il mondo. E il Père Lachaise – il cimitero più famoso del mondo e il più grande di Parigi, di oltre 43 ettari – lo è particolarmente. Questo in parte grazie alle architetture monumentali e alle sculture che è possibile ritrovare al suo interno.

Ma soprattutto perché a Parigi sono morti alcuni dei personaggi più famosi del mondo dell'arte, della musica e della letteratura. Qualche nome? Oscar Wilde, Balzac, Delacroix, Modigliani, Chopin. Ma la tomba più ambita è quella di Jim Morrison, diventata negli anni una vera meta di pellegrinaggio da parte di centinaia di fan. Tanto che è l'unica ad essere stata recintata. Se anche voi, quindi, ambite a scovare le tombe più autorevoli al Père-Lachaise vi consigliamo questi numeri: il settore 6 per Jim Morrison, l'89 per Oscar Wilde e il 48 per Balzac. 

  • Orari di apertura: Da novembre a metà marzo il cimitero è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17:30, sabato dalle 8:30 alle 17:30, domenica e i giorni festivi dalle 9 alle 17:30. Da metà marzo a ottobre, invece, segue questi orari: lunedì/sabato dalle 8:30 alle 18, domenica e festivi dalle 9 alle 18.
  • Prezzi: l'ingresso è gratuito.
  • Mappa del cimitero: qui potrete scaricare il pdf della mappa di Père Lachaise e di altri cimiteri parigini.

Il Cimitero di Staglieno di Genova, Italia

Staglieno: stata d'angelo nel cimitero monumentale di GenovaHDiStock

Con un patrimonio di opere d'arte e sculture davvero invidiabile, il cimitero monumentale di Staglieno è uno dei più importanti cimiteri monumentali d'Europa. Tanto da essere stato osannato da Hemingway come “una delle meraviglie del mondo”. Proprio per il suo valore artistico, infatti, fin dalla sua apertura nel 1851, è stato meta di personalità celebri provenienti da tutto il mondo, tra cui Nietzsche, l'imperatrice Sissi e Mark Twain – solo per citarne alcune.

Qui, tra i suoi giardini, c'è una copia del Pantheon (o Cappella dei Suffragi), numerose testimonianze artistiche dell'Ottocento e Novecento ligure e un Boschetto irregolare ispirato ai giardini romantici, dove sono sepolti gli eroi del Risorgimento (i Mille). Sono inoltre da non perdere le tombe di Giuseppe Mazzini, Fernanda Pivano e Fabrizio De André. Dal punto di vista scultoreo, invece, merita una visita d'eccezione l'Angelo di Monteverde.

  • Orari di apertura: tutti i giorni dalle 7:30 alle 17, a Natale e Pasqua dalle 7:30 alle 13. Per ulteriori informazioni sui giorni di chiusura si consiglia di consultare qui.
  • Prezzi: il comune di Genova organizza delle visite guidate al comune di Staglieno. Non è prevista alcuna prenotazione e le visite partono dalla Statua della Fede nei seguenti orari: 10–11:30 12:30–15. Il costo è di 5€ intero, 4€ ridotto (12-18 anni, over 65 e gruppi), gratis fino a 12 anni. Il prezzo viene devoluto al restauro delle sculture del cimitero.
  • Curiosità: la tomba della famiglia Appiani appare nella copertina dell'album “Closer” della band Joy Division. Pare che l'immagine fosse stata scattata da Bernard Pierre Wolff nel 1978 e utilizzata da Martyn Atkins e Peter Saville, che si occuparono della realizzazione della cover.

Il Cimitero monumentale di Milano, Italia

Il Famedio, l'entrata principale del cimitero monumentale di MilanoHDiStock

Il cimitero monumentale di Milano è il secondo più grande del capoluogo lombardo, ma di certo il più importante della città a livello artistico. Tanto che potrebbe essere definito un vero museo a cielo aperto. Qui potrete ammirare sculture dell'arte italiana classica e contemporanea, ma anche elaborati obelischi e una versione rimpicciolita della Colonna Traiana.

Si accede tramite il Famedio, ovvero il “tempio della fama”, un edificio in pietra e marmo in stile neo-medievale che contiene le tombe di alcuni dei più onorati cittadini italiani, tra i quali lo scrittore Alessandro Manzoni. Vicino all'entrata c'è un'esibizione permanente di foto e stampe, oltre ad una mappa del cimitero, con le opere più importanti contenute al suo interno.

Dopodiché ci si addentra tra le tombe delle più importanti dinastie industriali, disegnate da artisti di rilievo: Giò Ponti, Adolfo Wildt, Dante Parini. Lucio Fontana, Medardo Rosso, Giacomo Manzù, Floriano Bodini, Arturo Martini e Giò Pomodoro.

Una sezione speciale è invece dedicata agli ebrei e – in generale – ai non appartenenti al credo cattolico, mentre il Civico Mausoleo Palanti – disegnato dall'architetto Mario Palanti – è una tomba per i milanesi più meritevoli.

  • Orari di apertura: aperto dalle 8 alle 18, dal martedì alla domenica. Chiuso i lunedì non festivi. Durante le festività, invece, il cimitero osserva il seguente orario: dalle 8 alle 13.
  • Prezzi: ingresso libero.

Il Cimitero Luarca nelle Asturie, Spagna

Luarca: un cimitero sulla costa spagnola delle AsturieHDiStock

Già solo il panorama sembra valere le ragioni di una visita: il cimitero di Luarca si affaccia sulla costa asturiana regalando una vista davvero spettacolare. Qui il tempo sembra davvero fermarsi ed è piacevole passeggiare tra il silenzio delle lapidi e il lento cullare delle onde che si infrangono sulle scogliere. Di certo meno importante, a livello storico, degli altri cimiteri inseriti nella nostra lista: ma una tappa di indiscusso valore scenografico per chi viaggia alla scoperta delle bellissime coste del nord della Spagna.

  • Orari di apertura: aperto tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, in inverno dalle 9 alle 18 e dalle 9 alle 19 in estate.

Vota anche tu!

Partireste alla scoperta di uno di questi cimiteri?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO