Stai leggendo: Claire e Jamie alla scoperta dell'America in Outlander 4

Letto: {{progress}}

Claire e Jamie alla scoperta dell'America in Outlander 4

La quarta stagione di Outlander è ricominciata. Claire e Jamie in America. Cosa ne pensa il produttore Matthew B. Robert dei cambiamenti in atto?

3 condivisioni 0 commenti

La quarta stagione di Outlander è una sfida, forse la maggiore affrontata fin qui, confessa il produttore esecutivo Matthew B. Robert a Variety. Alla fine della terza stagione Claire (Caitriona Balfe) e Jamie (Sam Heughan) si stanno lavando nelle acque di un nuovo continente. Eccoli lì sulle rive di una colonia emergente, la Georgia.

Claire e Jamie contemplano quella che sarà la loro nuova casaHDcrosscast
Caitriona Balfe e Sam Heughan immortalati sul set della Quarta stagione di Outlander

In Scozia è facile trovare un Kirk di quattrocento anni fa o un castello diroccato, un muro di pietra con il muschio che lascia presagire lo scorrere del tempo, è un territorio estremamente cinematografico, ma l’America, è tutta un'altra cosa.

Abbiamo dovuto concederci del tempo, molto, ma il concept della storia lo richiedeva.

Continua Robert. I nostri personaggi infatti si scontreranno con una serie di nuove domande: come definiamo l’idea di proprietà? Come stabilisci cos’è casa e dove trovarla? Ha senso lottare per mettere le tue radici altrove? Potresti definire casa tua, una persona o un luogo? I due protagonisti potrebbero anche scontrarsi su questi interrogativi, sicuramente rispetto a Jamie è Claire ad avere un legame emotivo più profondo e più contraddittorio con questa terra in cui ha vissuto con la figlia a Boston per vent’anni. Sono una famiglia di immigrati, anche loro, che cercano di dare senso e di rendere l'America bella e meravigliosa per se stessi e per la loro figlia,  alla ricerca di una rinnovata felicità.

Claire e Jamie in uno scatto sul set della quarta stagione di OutlanderHDcrosscast
Caitriona Balfe e Sam Heughan in esterno in uno scatto durante le riprese della quarta stagione di Outlander

Quindi senza esitazioni, Robert ha portato attori dal Nord America per popolare i villaggi da loro costruiti e la troupe ha accettato senza riserve di ricreare un continente che conquistasse il pubblico e rendesse anche agli attori il lavoro più interessante. Agli stessi microfoni infatti sarà proprio Caitriona Balfe a dirsi soddisfatta appieno di lavorare sempre più con il blue screen e la CGI, perché è più divertente e appagante confrontarsi con tecniche diverse e aggiornate.

La struggente America the Beautiful che dà il titolo al primo episodio, diventa la colonna sonora che immortala sogni e speranze dei protagonisti. Roberts afferma:

Puoi essere nel posto più bello del mondo, ma questo può essere sommerso da strati e strati di bruttezza, da uomini e situazioni sgradevoli e questo sarà ciò con cui i personaggi si scontreranno nel corso della stagione

Infatti se per attenersi ai fatti il team si è confrontato con diversi storici, sia Claire che gli spettatori vivono ciò che accade con una prospettiva diversa, con circa duecento anni di scarto, e la violenza e le atrocità di certe istituzioni diventano la parte più difficile di un compromesso sempre più arduo da accettare.

Infatti è impossibile dimenticare che Claire è un chirurgo e una madre e sente su di sé la responsabilità, la volontà e la missione di salvare più persone possibili.

La stagione 4 di Outlander è onda ogni Venerdì alle 21:00 in Prima TV assoluta su FoxLife, canale 114 di SKY.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.