Stai leggendo: Faraona al forno: il secondo tipico regionale marchigiano per il menù di Natale

Letto: {{progress}}

Faraona al forno: il secondo tipico regionale marchigiano per il menù di Natale

La faraona al forno è un secondo scenografico che fa pensare subito alle tavole imbandite per un Natale in famiglia: sperimenta la ricetta semplice e quella ripiena.

Faraona al forno iStock Photo

0 condivisioni 0 commenti Il voto di 3 utenti

La faraona al forno crea un’atmosfera natalizia e familiare non appena viene portata in tavola. La carne di faraona è un ottimo sostituto del pollo e del tacchino e si può acquistare tranquillamente in macelleria. La faraona, infatti, è un gallinaceo di dimensioni più grandi di una semplice gallina. Assomiglia come grandezza a un fagiano o a un gallo adulto.

Recati dal tuo macellaio di fiducia e acquista la tua bella faraona già completamente eviscerata. Una volta a casa, dovrai solo controllare che non ci siano residui di penne o piume. Per stare completamente tranquilla, puoi fiammeggiarla con l’apposito cannello oppure sul fornello della tua cucina.

La nostra ricetta natalizia prevede una faraona intera. Se non sei sicura della riuscita, comprala già a pezzi. Certo, il piatto sarà meno scenografico e meno in tema menu di Natale. Nel caso della faraona in pezzi, hai la possibilità anche di adottare la doppia cottura. La carne farà un primo passaggio in casseruola per circa 20/25minuti e poi un secondo passaggio in forno a 180 gradi per circa 30 minuti per aumentarne la croccantezza.

La nostra faraona invece verrà cotta solo in forno e la ricetta non presenta grosse difficoltà. L’unica accortezza consiste nel bagnare di tanto in tanto la carne durante la cottura. Apri il forno e irrorala con il suo stesso fondo in modo da ammorbidirla ancora di più.

Informazioni

Ingredienti

  • Faraona 1 kg
  • Cipolla 1
  • Timo 3 rametti
  • Aglio 2 spicchi
  • Rosmarino 2 rametti
  • Vino bianco 250 ml
  • Sale da cucina q.b.
  • Olio extra vergine di oliva q.b.
  • Salvia 5/6 foglie

Preparazione

  1. Lava per bene la faraona ed elimina eventuali piume residue. Inserisci all’interno uno spicchio d’aglio, un rametto di timo, uno di rosmarino e qualche foglia di salvia.

  2. Lega le zampe della faraona con uno spago da cucina e trasferiscila in una pirofila da forno.

  3. Trita l’aglio, la cipolla e le erbe aromatiche restanti. Cospargi la superficie della faraona con il trito aromatico, irrorala con l’olio, regola di sale e inforna in forno riscaldato a 180 gradi.

  4. Trascorsi i primi 20 minuti di cottura, sfuma con il vino bianco e lascia cuocere per altri 40 minuti di circa.

  5. Sorveglia di tanto in tanto la cottura. Raccogli con un cucchiaio il fondo di cottura e irrora la carne per non farla seccare.

  6. Terminata la cottura, porta in tavola la tua faraona al forno su un bel piatto da portata con un contorno di patate.

Faraona ripiena

Se vuoi preparare una ricetta più elaborata, sperimenta la faraona ripiena. La ricetta classica prevede un ripieno di salsiccia rosolata in padella e amalgamata con parmigiano grattugiato, uovo sbattuto e mollica di pane. Si tratta di una farcia molto morbida e saporita con cui riempirai la faraona. Il passaggio più delicato è la cucitura con un filo di cotone, da fare assolutamente per evitare che la farcia fuoriesca in cottura.

Dopo la cucitura, lega le zampe con lo spago alimentare e mettila in forno per almeno un paio di ore. Per renderla più saporita ancora, puoi avvolgerla con delle fette di pancetta o di speck prima di infornarla. Il grasso della pancetta o dello speck renderà la carne sapida e morbidissima.

Vota la ricetta

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE