Stai leggendo: Castagnaccio: la ricetta tradizionale da portare in tavola a Natale

Letto: {{progress}}

Castagnaccio: la ricetta tradizionale da portare in tavola a Natale

Il castagnaccio è un dolce tradizionale semplice e leggero: prova la versione classica senza zucchero e quella morbida con lo zucchero per il prossimo Natale.

Castagnaccio iStock Photo

0 condivisioni 0 commenti Il voto di 1 utente

Il castagnaccio è il classico dolce autunnale perfetto sulle tavole natalizie. Si prepara dalla notte dei tempi in regioni come la Liguria e la Toscana e nasce come dolce povero, consumato soprattutto sulle tavole dei contadini. In origine, infatti, la ricetta prevedeva unicamente farina di castagne. Solo dopo 300 anni di preparazione, è stata finalmente arricchita con uvetta e pinoli.

Se vuoi aggiungere un tocco di magia al castagnaccio, puoi decorarlo con dei rametti di rosmarino perché leggenda vuole che siano capaci di far innamorare al primo assaggio. Insomma, usa il rosmarino e il castagnaccio finirà per avere la stessa funzione di un rametto di vischio!

La preparazione è molto rapida. L’unica accortezza riguarda la scelta della farina. Sarebbe meglio prepararlo con della farina di castagne fresca altrimenti potrebbe assumere un retrogusto amarognolo in cottura.

La nostra versione è semplice con uva sultanina, pinoli e noci, ma esistono diverse varianti che prevedono anche scorza d’arancia oppure semi di finocchio. Se ti piacciono i dolci ricchi di sapori, aggiungi tranquillamente altri ingredienti rispetto a quelli base.

Informazioni

  • Difficoltà Facile
  • Metodo di cottura In forno
  • Categoria Torte
  • Preparazione 20 minuti
  • Cottura 50 minuti
  • Tempo totale 70 minuti
  • Dosi 4 persone

Ingredienti

  • Farina di castagne 250 gr
  • Uva sultanina 80 gr
  • Pinoli 120 gr
  • Noci 100 gr
  • Olio extravergine di oliva 3 cucchiai
  • Sale 1 pizzico
  • Acqua 500 ml

Preparazione

  1. Immergi l’uva sultanina in una ciotola con acqua fredda e lasciala in ammollo 10 minuti e trita grossolanamente le noci.

  2. Setaccia la farina in una ciotola capiente e aggiungi a poco a poco l’acqua fredda mescolando con una frusta manuale. Mescola fino a ottenere un composto liscio e privo di grumi.

  3. Aggiungi via via nell’impasto il pizzico di sale, 2 cucchiai di olio, l’uva sultanina, i pinoli e le noci tagliate grossolanamente.

  4. Continua sempre a mescolare mano a mano che aggiungi gli ingredienti.

  5. Ungi una teglia rotonda con un cucchiaio di olio d’oliva e versa all’interno l’impasto.

  6. Riscalda il forno e cuoci per circa 50 minuti a 200 gradi. Il tuo castagnaccio sarà pronto quando la superficie risulta croccante e screpolata.

  7. Fai raffreddare per qualche minuto e servi.

Castagnaccio morbido

Dopo aver letto la ricetta tradizionale del castagnaccio, ti sarai stupita per l’assenza di zucchero. Ebbene sì, si tratta di un dolce senza zucchero.

Esiste, però, una versione morbida che prevede zucchero e latte. Il composto cioè è costituito da farina di castagne, zucchero, latte, acqua, uvetta e pinoli. Il procedimento è lo stesso del castagnaccio classico, ma il cuore risulterà più morbido e cremoso.

Per 500 grammi di farina di castagne sono necessari 100 grammi di zucchero, 750 millilitri di acqua e 750 millilitri di latte. Prova entrambe le versioni e scegli quale castagnaccio preferisci. Certo, quello classico è sicuramente più leggero!

Vota la ricetta

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO