Stai leggendo: Valentina Vignali travolta dalle polemiche: la sua 'dieta Auschwitz' indigna il web

Letto: {{progress}}

Valentina Vignali travolta dalle polemiche: la sua 'dieta Auschwitz' indigna il web

Una "battuta" infelice di Valentina Vignali ha profondamente indignato il web, e non solo. La comunità ebraica italiana è insorta contro la cestista e influencer dopo averla sentita ironizzare sul cibo e il campo di concentramento di Auschwitz.

Valentina Vignali Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Le parole hanno sempre un peso, ancor di più se pronunciate sui social che, oggi, rappresentano probabilmente il mezzo di divulgazione più potente in nostro possesso. Lo ha imparato a sue spese proprio in queste ore Valentina Vignali, cestista e web influencer che su Instagram conta quasi 2 milioni di follower. La Vignali è, come molte sue colleghe, testimonial di un'infinità di brand, tra cui alcuni marchi specializzati nella produzione di prodotti alimentari dietetici. Niente di sbagliato, se non fosse che durante una delle sue Instagram Story la giovane atleta si sia fatta sfuggire una battuta a dir poco infelice.

Inquadrando la sua dispensa colma di cibo, Valentina Vignali ha detto:

La dieta Auschwitz non la faccio nemmeno se mi pagate.

Il web (così come una parte dei suoi stessi follower) non ha affatto gradito il triste riferimento della Vignali all'atroce realtà dei campi di concentramento nazisti. Il suo account è stato invaso da commenti risentiti e sprezzanti, anche in seguito alla segnalazione che Daniele Regard, membro della comunità ebraica romana, ha condiviso su Facebook.

Nel post - sotto in versione integrale - si legge:

Oggi parlando di diete ha tirato fuori questo commento da vomito. Il problema non è solo la sua totale ignoranza becera, ma che giovanissimi che la seguono leggano una cosa simile, banalizzandola.

Resasi conto della clamorosa gaffe - o epic fail, volendo parlare nel linguaggio dei social media - Valentina Vignali ha prontamente cancellato i video incriminati e si è poi scusata:

Ho usato un termine improprio con leggerezza, mi spiace se è stato offensivo. Sicuramente non era mia intenzione dato che quest'estate invece che andare a Ibiza sono stata in Austria in vacanza a vedere, tra tante cose, anche i campi di concentramento.

Verosimilmente, la Vignali si riferisce al campo di concentramento di Mauthausen.

Il popolo del web saprà perdonarla? Di certo, ha imparato la lezione.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.