Stai leggendo: Hilary Duff: 'Ho mangiato la mia placenta dopo aver partorito'

Letto: {{progress}}

Hilary Duff: 'Ho mangiato la mia placenta dopo aver partorito'

Hilary Duff si è fatta frullare la propria placenta e l'ha mangiata come se fosse un milkshake. Ecco le dichiarazioni dell'ex stellina Disney a riguardo.

17 condivisioni 0 commenti

Hilary Duff lo scorso 25 ottobre ha dato alla luce la figlia Banks Violet Bair.

Quello che può stupire e che ha dichiarato l’attrice è che, dopo il parto, ha conservato la placenta per frullarla e consumarla come un frozen yogurt estivo.

E non finisce qui: la star ha rivelato che era anche buona!

Durante l’intervista per il podcast Dr. Berlin Informed Pregnancy la Duff ha rilasciato dichiarazioni sbalorditive.

Non mangiavo un milkshake così buono da quando avevo 10 anni. […] All’inizio ero un po’ titubante, a dire il vero.

Ma poi il sapore delizioso della placenta l'avrebbe convinta a provarne ancora.

La Duff attualmente, a meno di un mese dal parto, continua a consumare la sua placenta in forma di cubetti di ghiaccio (al posto delle capsule che qualche madre utilizza).

Poi l'attrice ha parlato anche della forte emozione nel tenere sua figlia in braccio per la prima volta.

Me la portano, la guardo ... e lei allunga le braccia e si avvolge su di me. È stato il massimo, non potevo credere a quanto fosse forte [quella sensazione]. Era chiaramente un abbraccio, è stato fantastico, mi fa venir voglia di piangere.

Hilary Duff in primo pianoHDGetty Images
Le rivelazioni di Hilary Duff

Dopo la nascita di Banks, Hilary aveva dato il benvenuto alla bambina su Instagram.

"Banks Violet Bair! Questo frugolino ci ha completamente rubato il cuore! È venuta al mondo giovedì pomeriggio ed è una magia assoluta.

Che ne pensate di questa idea?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.