Stai leggendo: Emily Blunt divina Mary Poppins per Vogue: ‘Mio marito ha visto Il diavolo veste Prada 23 volte’

Letto: {{progress}}

Emily Blunt divina Mary Poppins per Vogue: ‘Mio marito ha visto Il diavolo veste Prada 23 volte’

Emily Blunt è pronta a incantare i cieli e i cinema con la sua nuova Mary Poppins. Eccola, superchic e irresistibile, sulla cover di Vogue.

Emily Blunt è Mary Poppins Disney

1 condivisione 0 commenti

Manca davvero poco: Mary Poppins sta per arrivare con il suo ombrello e donare un tocco di magia in più a questo Natale.

Il film uscirà il 20 dicembre 2018 nelle sale italiane e, nell’attesa, mentre la fibrillazione ha coinvolto anche il mondo fashion e home, Emily Blunt, la bellissima protagonista, si è preparata al revival del celebre personaggio disneyano con una cover speciale per Vogue.

La cover di Vogue incontra Disney

L’attrice si è vestita da Mary Poppins per troneggiare sulla cover della famosa rivista di moda. Il suo look red è total-Dior: giacca, gonna e cappello in stile vittoriano-retrò con un tocco contemporaneo.

Nel film la Blunt sarà affiancata da un cast stellare: Lin-Manuel Miranda, Angela Lansbury, Emily Mortimer, Meryl Streep e anche Dick Van Dyke, che interpretava Bert.

A Vogue Emily ha affidato le sue impressioni su Mary Poppins.

È una supereroina. È una specie di angelo. Riconosce di cosa le persone hanno bisogno e glielo offre, e intanto gli altri scoprono qualcosa su se stessi.

Il retroscena su Il diavolo veste Prada

Emily Blunt è sposata con il regista e attore John Krasinski (con cui ha lavorato nel film A quiet place) e sappiamo già che lui era un suo fan già da prima di conoscerla.

Chi conosce Il diavolo veste Prada sa che Emily Blunt ha recitato nel film al fianco di Anne Hathaway e Meryl Streep nel ruolo dell’indimenticabile Emily, la editor coinvolta dalla follia fashion della rivista Runway.

Anche John Krasinski "pecca di fandom", proprio come chiunque. E la risposta di Emily Blunt riportata da E!Online alla domanda su quante volte suo marito abbia visto Il diavolo veste Prada lascia a bocca aperta.

Direi un buon…123 volte.

View this post on Instagram

Dance time~#throwback

A post shared by Emily Blunt (@_emily_blunt_) on

Curiosità: le cose che non sapevi su Emily Blunt

Contestualmente al servizio di cover, Vogue ha chiesto alla star alcuni segreti da condividere con il pubblico. Sono emerse 5 curiosità di cui forse pochi erano al corrente.

1- La balbuzie

Emily Blunt ha avuto un problema con il linguaggio.

Avevo molto da dire, ma non riuscivo a dirlo.

Da bambina balbettava e ha confessato che non sarebbe mai riuscita a risolverlo. E invece a Natale sarà sul grande schermo nel ruolo di Mary Poppins!

2- Nigel è suo cognato

Stanley Tucci, il mitico Nigel de Il diavolo veste Prada, è suo cognato: ha sposato sua sorella Felicity Blunt nel 2012, dopo averla incontrata nel 2010 proprio al matrimonio di Emily!

Nigel in una scena de Il diavolo veste PradaTumblr
Nigel vede per la prima volta Andy

3- Quasi cantante

Mentre frequentava la scuola artistica Hurtwood House School nel Surrey, le era stato offerto un contratto discografico, ma lei ha rifiutato.

Sapevo solo che non era giusto e che non era quello che volevo fare. Me ne sono tirata fuori all’ultimo minuto.

4- Colpo di fulmine

Era felicemente single e stava proprio spiegando al suo amico del cuore quanto ne fosse felice quando ha incontrato John Krasinski, presentatole proprio dalla conoscenza in comune. Ed è stato colpo di fulmine.

5- Nessun'altra Mary

Per Mary Poppins non è stata presa in considerazione nessun’altra attrice. Vogue ha riportato le dichiarazioni del regista Rob Marshall.

Per me, non c'era nessun altro tranne Emily…Non sarebbe stata possibile un’altra scelta.

Che ne pensate? Siete curiosi di vedere Mary Poppins al cinema?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.