Stai leggendo: Game of Thrones: Jon Snow e la Khaleesi nella prima immagine della stagione 8

Letto: {{progress}}

Game of Thrones: Jon Snow e la Khaleesi nella prima immagine della stagione 8

La prima immagine di Jon Snow e la Khaleesi sulla copertina di Entertainment Weekly è arrivata per rinfocolare la fremente aspettativa dei fan di Game of Thrones. L'ottava stagione non arriverà mai troppo in fretta.

Emilia Clarke e Kit Harington Getty Images

3 condivisioni 0 commenti

Entertainment Weekly svela in esclusiva la prima immagine dell’ottava stagione di Game of Thrones: Jon Snow (Kit Harington) e la Khaleesi (Emilia Clarke) posano infatti per la copertina della rivista americana, incendiando di nuovo l’aspettativa di tutti fan.

Nell’immagine, Daenerys sfoggia l’ormai mitico cappotto di pelliccia bianco, e Jon ancora una volta indossa quel famoso mantello firmato IKEA. Ma ciò che attira l’attenzione è l’atteggiamento intimo dei due, con le braccia di Jon che cingono la vita della Madre dei Draghi.

Non che questa intimità sia una sorpresa, considerata l’ultima scena in cui li abbiamo visti insieme, alla fine della settima stagione: un’unione attesa a lungo da tutti i fan… Se non fosse stato per l’incredibile rivelazione della settima stagione (attenzione agli spoiler), per cui ora sappiamo che Jon e Daenerys sono imparentati, e nemmeno troppo alla lontana.

Il co-produttore esecutivo Bryan Cogman ha anche anticipato che nella prossima stagione vedremo molti volti noti, che finora si sono contesi il Trono di Spade, uniti contro un nemico comune, gli Estranei che giungono dal Nord: “È tutto incentrato sulla dinamica di questi personaggi che si uniscono per affrontare un nemico comune, vedersela con il proprio passato, e capire chi vogliono essere quando si trovano di fronte a morte certa”.

È una stagione finale incredibilmente emozionante, coinvolgente e dolceamara, e credo che onora le intenzioni [di George R.R. Martin] - ovvero stravolgere le aspettative.

Quanto ai due personaggi emersi come assoluti protagonisti della serie, ovvero proprio Jon e Dany, Harington ha tenuto a sottolineare quanto sia stato impegnativo girare questa stagione, proprio perché “volevano che fosse tutto perfetti, ogni scena è stata girata da ogni singolo punto di vista possibile per avere la più ampia scelta su come presentarla”. La Clarke ha fatto eco a queste parole, aggiungendo che “i controlli sono stati più rigorosi, i costumi migliorati, trucco e parrucche perfezionati…”.

Ogni scelta, ogni conversazione, ogni comportamento aveva il gusto del ‘Ci siamo’. È stato tutto molto più intenso.

Anno dopo anno la serie epocale ispirata ai libri di George R.R. Martin ha puntato sempre più in alto, innalzando il livello dello show fantasy a vette impensabili, e rendendo i suoi protagonisti delle vere star internazionali. Nella prima metà del 2019 la serie tornerà per la sua ultima stagione, con sei episodi, ciascuno più lungo del normale, ma non sarà la fine delle avventure nel mondo fantastico di Westeros e dintorni: sono infatti in arrivo nuove produzioni, tra cui in particolare un prequel che già ha già trovato la sua prima star.

Solo qualche ora fa, infatti, è stato rivelato l’ingaggio di Naomi Watts nel cast della nuova serie co-prodotta dallo stesso Martin, che si è occupato della sceneggiatura insieme a Jane Goldman. La Watts avrà il ruolo di “una figura femminile molto carismatica e che nasconde un oscuro segreto”. Nell’annunciare che il casting per la serie è in corso, Martin ha anche confermato il titolo di questo prequel: The Long Night, ovvero “la lunga notte”.

A cosa si riferisce questo titolo? Forse qualcuno di voi ricordera che i piccoli del clan Stark a Grande Inverno avevano una governante, la Vecchia Nan, che proprio a Bran, una volta aveva raccontato la leggenda in questione: “Migliaia e migliaia di anni fa, ci fu un inverno così freddo e così eterno come mai se ne erano visti a memoria d'uomo. Ci fu una notte che durò un'intera generazione. Nei castelli, i re tremavano e morivano, come gli animali nelle stalle. Piuttosto che guardarli morire, le donne soffocavano i loro bambini. E poi piangevano, sentendo le lacrime congelarsi sulle guance... Fu dalle tenebre che gli Estranei vennero per la prima volta. Odiavano il ferro, il fuoco e il tocco del sole. Odiavano tutte le creature nelle cui vene scorresse sangue caldo. Avanzarono a devastare fortini e città e regni cavalcando cavalli pallidi”.

Suona tutto estremamente affascinante, non trovate?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.