Stai leggendo: Mondo puffo! Gli omini blu di Peyo in mostra al WOW di Milano

Letto: {{progress}}

Mondo puffo! Gli omini blu di Peyo in mostra al WOW di Milano

Il mondo dei puffi, gli omini alti due mele o poco più festeggia i suoi sessant’anni con una mostra a Milano.

Peyo Peyo

0 condivisioni 0 commenti

Hanno attraversato i decenni, visto il nuovo millennio e conquistato tre generazioni: sono i Puffi, gli omini blu creati da Peyo a cui WOW Spazio Fumetto di Milano dedica una mostra aperta fino al 25 novembre. Per la prima volta, Milano ospita una monografica sui Puffi, le creature che generezioni hanno conosciuto attraverso fumetti, cartoni animati e persino film che hanno unito le tradizionali riprese alla tecnica di modellazione 3D.

Partendo dalle origini, nel 1958 fino al successo dei Puffi in Tv e sul grande schermo, la mostra Mondo puffo espone tavole e giornali rari, prese dalla Fondazione Franco Fossati, (compresa l’edizione originale del numero di Spirou con la primissima apparizione in assoluto e i numeri di Tipitì con la prima apparizione italiana ancora col nome di Strunfi), fino alle storiche storie pubblicate sui volumi cartonati e sul Corriere dei Piccoli dal 1964 e l’omaggio de Il Giornalino per i 50 anni.

Non mancheranno però in mostra anche gadget e tutto quello che racconta la loro puffosissima storia, ma anche tutti quegli oggetti che hanno contribuito alla diffusione della puffomania.

LocandinaHDWow Spazio Fumetto | Peyo

Un percorso divertente, che omaggia i Puffi e regala a grandi e piccini affezionati agli omini blu di Peyo la possibilità di seguire passo passo la loro evoluzione. Divertenti pannelli tematici approfondiranno gli aspetti più curiosi e puffosi: la nascita e le prime apparizioni, i segni particolari, i loro buffi usi e costumi, la lingua puffa studiata addirittura dal grande semiologo Umberto Eco.

Spazio però sarà anche dato a quegli aspetti correlati, come le sigle dei cartoni TV, che hanno contribuito a fare dei Puffi i compagni di gioco di tantissimi bambini. Sarà possibile ascoltare anche i pezzi di musica classica che commentano le puntate e tante altre sorprese.

La mostra dedica inoltre una sezione al mondo in cui si muovono i Puffi e i loro nemici storici: ambientata in una non precisata decade del Medioevo, la storia dei Puffi si articola in tanti luoghi diversi, come il celebre villaggio fatto di casette nei funghi, il castello di Gargamella, una costruzione fatta di mattoni e con il tetto di paglia, il campo di puffbacche e tanti altri luoghi che i visitatori potranno scoprire sia attraverso una mappa che li aiuterà a orientarsi sia guardando l'incredibile ricostruzione del villaggio.

Fatto con pezzi originali degli anni Ottanta, nel villaggio dei Puffi ricostruito per la mostra potrete ammirare le casette a fungo, il mulino e tanti, tantissimi omini alti due mele o poco più.

In attesa di andare a visitare la mostra, sfogliate la gallery:

Insomma, se anche voi siete fan degli omini blu non potete davvero perdervi questa mostra!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.