Stai leggendo: Stephenie Meyer ricorda la sua prima volta sul set di Twilight

Letto: {{progress}}

Stephenie Meyer ricorda la sua prima volta sul set di Twilight

In occasione di un Q6A con i fan della saga di Twilight, l'autrice ha ricordato la prima volta che ha messo piede sul set del film: era la scena in cui Edward adocchia Bella nella caffetteria.

Stephenie Meyer, Taylor Lautner, Robert Pattinson, Kristen Stewart Getty Images

2 condivisioni 0 commenti

Difficile credere che siano passati già dieci anni da quando Kristen Stewart e Robert Pattinson hanno conquistato le fantasie di fan in tutto il mondo con Twilight, il primo film della saga cinematografica tratta dai libri di Stephenie Meyer.

In occasione dell’anniversario, che si celebra a novembre, l’autrice ha raccontato come è stato vivere il fenomenale successo dei suoi libri. A un Q&A organizzato per la proiezione della saga nei cinema americani, la Meyer ha detto che i fan sono sempre stati “adorabili” ogni volta che lei si sono fatti incontro, “ed è passato un po’ di tempo, quindi è bello tornare e vedere così tante persone che sono così coinvolte ed emozionate”.

Anche se l’autrice ammette che aveva dato una sbirciatina alle domande che le sarebbero state poste dal pubblico, si è divertita un mondo a interagire con i suoi fan: “Alcune domande erano ottime e mi ha emozionato poter parlare di cose che non mi era mai capitato di condividere, come i ricordi dalla mia prima volta sul set”.

Stephenie Meyer ha cominciato a scrivere Twilight, il primo libro della saga, subito dopo un sogno fatto nel 2003 in cui c’erano una ragazza umana e un vampiro innamorato di lei, nonostante bramasse il suo sangue. Qualche mese dopo, diverse case editrici si sono contese i diritti per il libro completato e nel 2005 venne pubblicato per la prima volta. Il successo è stato istantaneo e globale, e la Meyer è stata catapultata sotto i riflettori. Così, quando sono cominciate le riprese del film diretto da Catherine Hardwicke, l’autrice ha avuto la sua prima occasione di mettere piede su un set cinematografico, e ricorda perfettamente lo stupore nel realizzare quante persone siano necessarie per creare un film.

La prima volta che sono stata sul set era per la scena nella caffetteria, quando Edward vede Bella per la prima volta.

E ha proseguito: “Ciò che mi ha colpito di più è stato notare quante persone fossero presenti. Non ero mai stata su un set, non immaginavo che ci volessero centinaia di persone per farlo funzionare, e pensare che erano lì per me e la mia storia mi ha sopraffatta, è stato emozionante”.

Negli anni, la storia nata da un sogno è diventata una macchina per soldi che ha generato una saga cinematografica dal successo planetario, merchandising a non finire, tanti premi, e centinaia (migliaia?) di gruppi di fan, per non parlare poi del fatto che anche un’altro caso editoriale prima e cinematografico poi - Cinquanta sfumature - è nato da una costola di Twilight. La Meyer ammette che non si sarebbe mai potuta immaginare un futuro del genere per quella sua creazione.

Quando l’ho scritto pensavo che nessuno l’avrebbe letto, tranne me, mia sorella e forse mia madre se mi fosse andato bene.

Pare infatti il suo romanzo nato nel corso di tre mesi generò un’impressione enormemente positiva nella sorella dell’autrice, facendole riconsiderare l’intenzione originale di non pubblicare nulla e goderne privatamente.

Pensare che milioni di persone abbiano letto le mie storie e ancora più gente abbia visto i film… Chi l’avrebbe potuto immaginare? È incredibile.

Chi di voi ha letto i libri di Twilight?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.