Stai leggendo: Carciofi alla romana: la ricetta classica della tradizione laziale

Letto: {{progress}}

Carciofi alla romana: la ricetta classica della tradizione laziale

Con i carciofi alla romana ti sembrerà di portare in tavola dei fiori con gambo: la ricetta è semplicissima e potrai prepararla come contorno di secondi di carne.

Carciofi alla romana iStock

9 condivisioni 2 commenti Il voto di 3 utenti

I carciofi alla romana meritano un posto d’onore nell’elenco dei contorni tradizionali per bellezza e bontà. Assomigliano, infatti, a delle croccanti rose con tanto di pratico gambo. Per ottenere un risultato il più vicino all’originale devi comprare il carciofo romanesco, detto anche “cimarolo” o “mammolo”. Cosa lo differenzia dagli altri carciofi? L’assenza di spine e di peluria interna e un colore delle foglie dal verde intenso con venature tendenti al violetto.

La ricetta è alla portata di tutti. L’unico passaggio complesso è quello della pulizia dei carciofi. Se il tuo timore sono le mani nere, tieni sempre vicino un limone per pulirle. Basta un po’ di succo e l’effetto nero si toglie immediatamente. Durante la pulizia elimina le foglie esterne e butta via tutte quelle più dure. Le foglie più coriacee sono ricche di tannini, responsabili del sapore amarognolo e ferroso dei carciofi.

Come pulire i carciofi

Per cucinare i carciofi bisogna pulirli e metterli in ammollo in acqua e limone. Procurati un coltellino affilato e elimina la parte esterna. Incidi anche la parte inferiore del gambo alla base del fiore ed elimina la parte più coriacea. Per i carciofi alla romana dovrai tenere anche il gambo e non potrai tagliarlo via per intero. Se non hai trovato i carciofi romaneschi, controlla che non ci sia la barbetta. Se è presente, eliminala. Dopodiché metti i carciofi in acqua e limone per evitare l’ossidazione.

La ricetta dei carciofi alla romana

I carciofi alla romana vanno cotti a testa in giù in un tegame dai bordi alti. Oltre all’olio, utilizzerai anche l’acqua e posizionerai i carciofi uno accanto all’altro ben stretti. In questo modo eviterai che si aprano in cottura e perdano la loro bella forma di una rosa.

Con cosa puoi accompagnare i tuoi carciofi? Sono ottimi come contorno di piatti a base di carne, come il polpettone o il roast beef o anche con i saltimbocca alla romana.

Informazioni

Ingredienti

  • Carciofi romaneschi 8
  • Prezzemolo 1 ciuffetto
  • Menta fresca 1 ciuffetto
  • Aglio 1 spicchio
  • Olio extra vergine di oliva q.b.
  • Limone 1
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Pulisci i carciofi e taglia la sommità in modo da renderla piatta. Per quanto riguarda il gambo, invece, lascia almeno 2 centimetri di lunghezza dalla base del fiore.

  2. Lascia i carciofi in ammollo in acqua e limone mentre prepari il trito di erbe aromatiche e aglio. Trasferisci in una ciotola il tuo trito, aggiungi olio e sale e mescola per bene così da amalgamare le erbe e l’olio.

  3. Asciuga i carciofi con un canovaccio e apri leggermente le teste per inserire il trito di erbe tra le foglie. Una volta completata questa operazione, metti i carciofi a testa in giù in un tegame.

  4. Aggiungi nel tegame l’olio e un dito di acqua. I liquidi dovrebbero coprire i carciofi per circa 1/2 centimetri. Chiudi la pentola con il suo coperchio e lascia cuocere a fuoco basso.

  5. La cottura è ultimata quando l’acqua si è assorbita. Di solito, i carciofi impiegano 25/30 minuti. Per controllare la cottura, fai la prova della forchetta. Se i rebbi penetrano senza problemi nel carciofo, la cottura è terminata.

  6. A questo punto, puoi servire i tuoi carciofi alla romana da soli oppure come contorno. 

Vota la ricetta

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.