Stai leggendo: Il principe Harry non si toglie questo braccialetto da 22 anni, per una ragione commovente

Letto: {{progress}}

Il principe Harry non si toglie questo braccialetto da 22 anni, per una ragione commovente

Harry d’Inghilterra è molto affezionato al proprio braccialetto, che non si slaccia da 22 anni. Ecco qual è il motivo per cui il duca di Sussex è così legato al gioiello.

4 condivisioni 0 commenti

Le mode passano ma il principe Harry porta sempre al polso un gioiello impermeabile allo scorrere del tempo: si tratta di un bracciale nero, che porta da quando era adolescente.

Harry è entrato in possesso del bracciale nel 1997, durante un viaggio in Africa dopo la morte di sua madre Diana. Dal 2001 circolano scatti in cui il duca di Sussex indossa il braccialetto, mentre anche suo fratello William ne ha uno molto simile.

Il viaggio in Africa intrapreso da Harry l’estate dopo la morte di Diana è stato uno dei più importanti della sua vita, come il duca aveva rivelato a Town and Country.

Sono arrivato per la prima volta [in Africa] nel 1997, subito dopo la morte di mia madre. Mio padre aveva consigliato a me e mio fratello di fare i bagagli, [e andare, n.d.r.] lontano da tutto.

Il braccialetto e l'anello di HarryHDGetty Images
Oltre all'usuale braccialetto di Harry, al suo dito è apparso un anello nero

L'Africa per Harry è una seconda casa, e per questo ci ha portato Meghan non appena la relazione tra loro è diventata seria.

Harry è molto legato agli oggetti che gli ricordano sua madre, e anche sua moglie Meghan Markle ha capito questa sua inclinazione e la vuole assecondare. Al ricevimento nuziale a Frogmore House indossava un anello acquamarina che apparteneva alla principessa e, pochi giorni fa, ha optato per un paio di orecchini a forma di farfalla che erano della suocera defunta.

Durante il tour australiano, al dito di Harry è spuntato un nuovo anello e, come riportano i gossip, potrebbe essere un simbolo della nuova era della sua vita, quella che porterà lui e Meghan a diventare genitori.

Che ne pensate?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.