Stai leggendo: Family Business: recensione episodio 8 Un'adolescenza difficile

Letto: {{progress}}

Family Business: recensione episodio 8 Un'adolescenza difficile

Sofia è fuori controllo, Audrey non vuole fare la moglie e Astrid deve risolvere tutto: leggi la recensione dell'ultimo episodio della stagione 1 di Family Business.

Family Business: episodio 8 Merlin Productions

0 condivisioni 0 commenti

Lo strano rapporto tra Audrey e il procuratore Eric continua, nonostante il matrimonio di lei. Il lavoro stesso diventa un pretesto per flirtare e per dimostrarsi la stima reciproca. Eric, per esempio, suggerisce a Audrey il caso di un 16enne accusato di spaccio, sicuro che la tenacia di lei le impedirà di abbandonare il suo assistito. E quale complimento migliore per una donna che combatte contro tutto e tutti pur di fare l’avvocato?

E Audrey non è la sola costretta a combattere per il suo lavoro. Sofia è l’altra donna in difficoltà dal punto di vista lavorativo:

Se perdo il lavoro perdo la vita. Non ho nient’altro.

E la Sofia rientrata a lavoro non è la stessa donna che faceva l’avvocato prima della prigione. Il personaggio diventa sempre più sfaccettato, fragile e vittima di se stesso. È rancorosa, rabbiosa, pronta a scagliarsi contro tutte le persone che l’hanno aiutata e ingiusta nei confronti di Roxanne e di Astrid. Purtroppo, la situazione non è destinata a migliorare visto che la commissione disciplinare decide in favore di una sua sospensione di 12 mesi. E il sospetto concreto è che Sofia non sia in grado di superare la difficoltà senza ricadere nelle vecchie abitudini. In effetti, non ci si sorprende quando entra in ufficio visibilmente ubriaca e viene mandata via da Astrid:

Ti stiamo coprendo da mesi…ma hai oltrepassato tutti i limiti quindi vattene.

Finisce così la discesa agli inferi di Sofia, che sembra però foriera di una svolta positiva secondo la legge per cui una volta toccato il fondo non si può fare altro che risalire.

Intanto, Audrey appare sempre più incapace di gestire la sua vita privata e molto a più suo agio con il ruolo di avvocato, soprattutto quando si tratta di una buona causa come nel caso del ragazzo vittima di una madre incapace di prendersi cura di lui.

Family Business - episodio 8 - stagione 1HDMerlin Productions

Tanto tenace e generosa nel lavoro quanto disattenta e insofferente nella vita privata. È questo il ritratto del personaggio principale della serie. Adorabile o troppo volubile? Audrey divide quando agisce in balia dei suoi sentimenti e unisce quando combatte per i suoi clienti. E paradossalmente Paul e Eric non possono fare a meno di apprezzare la sua passione per il lavoro.

Mai come in questo episodio, inoltre, il legame madre-figlia si rivela forte perché fondato su una stessa visione del lavoro e dei rapporti umani. Non a caso è Astrid a trovare il cliente di Audrey e a portarlo via dal degrado in cui vive per farlo dormire nel monolocale dello studio.

La sua situazione sentimentale, però, è troppo complessa. Per un minuto la vediamo resistere agli assalti di Eric perdutamente innamorato di lei:

Odio questo rapporto ambiguo e voglio che finisca per sempre.

La sua espressione di fronte alla dichiarazione d’amore di lui, però, è quella di una donna confusa che mette in discussione il suo desiderio di essere madre e moglie. L’altalena tra Paul e Eric non continuerà all’infinito perché la palla potrebbe essere nelle mani del marito di Audrey. Paul ha finalmente la possibilità di crescere come personaggio e di dimostrare un certo carattere. Se non riesce a imporsi con la madre, forse riuscirà a farlo con Audrey dopo aver letto un messaggio d’amore di Eric destinato alla moglie.

E Sofia sarà in grado di uscire dalla sua brutta situazione? E Astrid renderà pubblica la sua situazione sentimentale? Per scoprirlo dovrai aspettare la prossima stagione di Family Business! La prima stagione finisce così con i due colpi di scena (divorzio dell'amante di Astrid e scoperta del tradimento da parte di Paul) e tutti gli interrogativi aperti sul futuro delle protagoniste!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.