Stai leggendo: Grey's Anatomy: Jesse Williams (Jackson) debutta alla regia di un film

Letto: {{progress}}

Grey's Anatomy: Jesse Williams (Jackson) debutta alla regia di un film

Per l'interprete di Jackson Avery è un periodo molto impegnativo: tra un ciak e l'altro di Grey's Anatomy, l'attore debutterà anche alla regia di un film.

2 condivisioni 0 commenti

Dopo aver sperimentato dietro la macchina da presa con Grey's Anatomy, Jesse Williams si prepara per il salto di qualità.

Come riporta Deadline, l'interprete di Jackson Avery dirigerà un biopic incentrato su Mamie Mobley Till, la madre del giovane afroamericano Emmett Louis Till, ucciso nel 1955 dopo l'accusa di aver flirtato con una donna bianca. Gli eventi accaddero in un periodo storico in cui ancora c'era una forte segregazione razziale.

View this post on Instagram

got that joy joy joy down in my heart

A post shared by jesse Williams (@ijessewilliams) on

Jesse, attivista convinto, ha deciso di occuparsi del progetto, adattando la sceneggiatura di Michael Reilly e del regista Keith A. Beauchamp. La pellicola è infatti basata su The Untold Story of Emmett Louis Till, un documentario chiave che spinse il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti a riaprire il caso d'omicidio nel 2004. La star produrrà il film insieme a Whoopi Goldberg, che recita nel film, Frederick Zollo, Barbara Broccoli, Thomas Levine, Leah Natasha Thomas, e lo stesso Beauchamp. 

Il biopic racconta il drammatico viaggio di Mamie Mobley Till che cercherà di far giustizia a suo figlio, all'epoca solo 14 anni quando venne brutalmente ucciso. Le riprese inizieranno la prossima estate e saranno seguite dalla famiglia della vittima.

Per chi non conoscesse la storia, l'assassinio di Emmett Till è stato la molla che ha fatto scattare il nascente movimento per i diritti civili. Durante il funerale di suo figlio, Mamie insistette affinché la bara fosse scoperta, così da mostrare le terribili mutilazioni che subì il giovane. Un atto coraggioso di una madre che portò all'attenzione non solo la violenza razziale ma anche la barbarica pratica del linciaggio. I due uomini che rapirono e uccisero Emmett vennero scagionati da una giuria composta da membri prettamente bianchi. Successivamente, i suoi carnefici confessarono il delitto in un'intervista postuma, ma ormai era troppo tardi.

Jesse ha dichiarato di essere onorato di dirigere una tale storia, sperando di porre l'attenzione sulla violenza razziale, proprio come Mamie fece sessant'anni fa:

La storia di Mamie e Emmett è un racconto rivoluzionario che affronta la terribile devastazione pubblica e privata; è l'esplorazione di una violenza culturale; il riflesso di un'America che si nasconde da se stessa; un rifiuto a comprendere che il terrore non equivale alla libertà.

L'attore è nel cast di Grey's Anatomy 15, ma è anche molto impegnato sul fronte personale e professionale. Jesse è infatti coinvolto in una causa legale con l'ex moglie per la custodia dei figli, ma cerca di tenersi occupato col lavoro. Sarà infatti nel film Random Acts of Violence.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.