Stai leggendo: Melania Trump su #MeToo: 'Chi accusa di molestie deve mostrare le prove'

Letto: {{progress}}

Melania Trump su #MeToo: 'Chi accusa di molestie deve mostrare le prove'

La First Lady Melania Trump ha dichiarato di sostenere le vittime di molestie e il movimento #MeToo. Tuttavia, ha tenuto a precisare che per essere credibili occore presentare prove concrete e tangibili quando si accusa qualcuno di un crimine sessuale.

Melania Trump Getty Images

1 condivisione 0 commenti

Lo scandalo Weinstein risale, ormai, a più di un anno fa.

In seguito alle tantissime accuse di molestie sessuali e violenza mosse al noto produttore cinematografico, le donne di Hollywood (e non solo) hanno dato vita al movimento #MeToo, finalizzato a tutelare e sostenere le vittime di abusi in ogni ambiente lavorativo, nell'intera società.

Le cose stanno lentamente cambiando - le vittime non hanno più paura di denunciare e di farsi avanti - ma, di certo, la strada da fare è ancora molto lunga. Molto spesso, infatti, chi accusa di violenza sessuale - specialmente se a distanza di tempo dai fatti - viene guardato con sospetto e, in alcuni casi, addirittura reputato inaffidabile.

Harvey WeinsteinHDGetty Images
Harvey Weinstein, simbolo dello scandalo che ha dato vita a #MeToo

Lo dimostra il recente caso di Christine Blasey Ford, psicologa che ha accusato Brett Kavanaugh, giudice della Corte Suprema supportato dal Presidente Donald Trump, di aver abusato di lei quando i due erano solo studenti. La donna è stata sbeffeggiata per la sua denuncia tardiva - anche dallo stesso Presidente - e tacciata di essere in cattiva fede.

A sostegno di Christine Blasey Ford si sono mosse tantissime celebrità, tra cui Emily Ratajkowski e Amy Schumer che sono state addirittura arrestate nel corso di un corteo di protesta contro la presenza di Kavanaugh alla Corte Suprema.

A distanza di alcuni giorni dall'accaduto, ABC News ha divulgato alcune dichiarazioni della First Lady Melania Trump su #MeToo.

Intervistata dal giornalista Tom Llamas durante un viaggio ufficiale in Kenya, la moglie di Donald Trump ha risposto a diverse domande circa lo spinoso tema delle molestie sessuali. L'ex modella si dice a favore delle vittime, ma tiene a precisare che occorre che queste presentino delle prove reali e concrete delle violenze subite.

"Io sostengo le donne che hanno bisogno di essere ascoltate. Dobbiamo sostenerle, ma bisogna sostenere anche gli uomini non solo le donne", ha dichiarato Melania sottolineando il proprio punto di vista:

C'è bisogno di prove schiaccianti, se accusi qualcuno per qualcosa devi mostrare le prove.

Il corrispondente di ABC News ha fatto notare alla First Lady che le sue parole tradiscono, in un certo senso, scarsa solidarietà femminile. A questa osservazione ha reagito dicendo:

Sto con le donne, ma non puoi dire a qualcuno che ti ha violentato o che ti è fatto quello o quell'altro senza prove. A volte i media vanno fin troppo lontano e presentano le storie in modo scorretto.

Donald Trump e Melania TrumpHDGetty Images
Melania Trump col marito Donald Trump

Donald Trump è stato accusato di molestie sessuali da svariate donne nel corso degli anni, ma ha sempre categoricamente negato di aver avuto comportamenti inopportuni.

La politica aggressiva del Presidente e la sua immagine non propriamente limpida non stanno di certo aiutando Melania nel suo ruolo di First Lady. La signora Trump ha espresso il proprio disappunto in merito, svelando che molte associazioni e organizzazioni benefiche si sono rifiutate di collaborare con lei:

È triste vedere che le organizzazioni e le fondazioni con cui voglio avere a che fare scelgono di non avvalersi del mio aiuto. Sento che scelgono la politica invece di aiutare gli altri.

Quali reazioni susciterà questa rara intervista individuale di Melania Trump?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.