Stai leggendo: Taylor Swift prende posizione in politica per la prima volta

Letto: {{progress}}

Taylor Swift prende posizione in politica per la prima volta

La cantante ha preso una chiara posizione su questioni di politica per la prima volta nella sua carriera: sfruttando il suo ampio seguito sui social, ha invitato i propri followers a votare alle prossime, fondamentali elezioni di metà mandato.

Taylor Swift Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Da quando Taylor Swift è diventata una delle popstar di maggior successo al mondo, non ha mai preso nessuna posizione, nemmeno velata, riguardo la situazione politica del suo paese (con una sola, parziale eccezione). Ora che si avvicinano le fondamentali elezioni di metà mandato negli States, però, l’artista ha condiviso un lungo messaggio ai suoi 112 milioni di followers, invitandoli a iscriversi e votare, ed ha anche indicato quale candidato otterrà il suo voto.

“In passato sono stata sempre riluttante nel dichiarare pubblicamente le mie opinioni politiche”, ha esordito Taylor, “ma considerati una serie di eventi nella mia vita e nel mondo durante gli ultimi due anni, la mia posizione al riguardo è cambiata considerevolmente”. La Swift ha spiegato che il suo modo di decidere a chi dare il voto è sempre stato quello di scegliere “il candidato che intende proteggere e combattere per i diritti umani che tutti noi meritiamo in questo paese”.

Credo nella lotta per i diritti LGBTQ, e che ogni forma di discriminazione basata sull’orientamento sessuale o sul gender è SBAGLIATA.

E ha proseguito: “Credo che il razzismo sistemico che ancora vediamo in questo paese nei confronti di persone di colore è terrificante, disgustoso e predominante”.

View this post on Instagram

I’m writing this post about the upcoming midterm elections on November 6th, in which I’ll be voting in the state of Tennessee. In the past I’ve been reluctant to publicly voice my political opinions, but due to several events in my life and in the world in the past two years, I feel very differently about that now. I always have and always will cast my vote based on which candidate will protect and fight for the human rights I believe we all deserve in this country. I believe in the fight for LGBTQ rights, and that any form of discrimination based on sexual orientation or gender is WRONG. I believe that the systemic racism we still see in this country towards people of color is terrifying, sickening and prevalent. I cannot vote for someone who will not be willing to fight for dignity for ALL Americans, no matter their skin color, gender or who they love. Running for Senate in the state of Tennessee is a woman named Marsha Blackburn. As much as I have in the past and would like to continue voting for women in office, I cannot support Marsha Blackburn. Her voting record in Congress appalls and terrifies me. She voted against equal pay for women. She voted against the Reauthorization of the Violence Against Women Act, which attempts to protect women from domestic violence, stalking, and date rape. She believes businesses have a right to refuse service to gay couples. She also believes they should not have the right to marry. These are not MY Tennessee values. I will be voting for Phil Bredesen for Senate and Jim Cooper for House of Representatives. Please, please educate yourself on the candidates running in your state and vote based on who most closely represents your values. For a lot of us, we may never find a candidate or party with whom we agree 100% on every issue, but we have to vote anyway. So many intelligent, thoughtful, self-possessed people have turned 18 in the past two years and now have the right and privilege to make their vote count. But first you need to register, which is quick and easy to do. October 9th is the LAST DAY to register to vote in the state of TN. Go to vote.org and you can find all the info. Happy Voting! 🗳😃🌈

A post shared by Taylor Swift (@taylorswift) on

Non posso votare per qualcuno che non ha intenzione di combattere per la dignità di TUTTI gli americani, a prescindere dal colore della loro pelle, del loro gender e di chi amano.

Taylor Swift ha dunque spiegato che nello Stato in cui lei voterà il prossimo 6 novembre, il Tennessee, si candida al Senato una donna, Marsha Blackburn, ma per quanto in passato la cantante abbia votato per le donne e vorrebbe continuare a farlo, non può davvero dare il proprio sostegno alla Blackburn, perché “lo storico dei suoi voti in Congresso mi sconcerta e terrorizza”. La candidata ha votato contro l’equal pay per le donne, contro una legge che protegge le donne dalla violenza domestica, lo stalking e lo stupro al primo appuntamento. “Crede che le aziende abbiano il diritto di negare i propri servizi alle coppie gay. Crede anche che queste non abbiano il diritto di sposarsi”.

Questi non sono i valori del MIO Tennessee. Voterò per Phil Breseden al Senato e Jim Cooper alla Camera dei Rappresentanti.

Phil Breseden ha poco dopo ringraziato ufficialmente su Twitter la cantante per la sua dimostrazione di supporto: "Grazie per le parole gentili, Taylor Swift. Sono onorato di avere il tuo sostegno e quello di così tanti abitanti del Tennessee che sono pronti a mettere da parte le grida bipartisan per concludere qualcosa. Siamo pronti. L'ultimo giorno per registrarsi al voto è il 9 ottobre".

Negli States uno dei più importanti dibattiti in corso al momento è quello che tenta d'interessare i più giovani maggiorenni al voto: c’è infatti uno spaventoso assenteismo alle urne della popolazione tra i 18 e i 30 anni che preoccupa politici di entrambe le fazioni. È a questi giovani che si rivolge Taylor Swift alla fine del suo messaggio.

Per favore, informatevi sui candidati dei vostri Stati e decidete chi votare in base a quello che più da vicino rispecchia i vostri valori.

E continua: “Molti di noi non troveranno mai un candidato col quale essere d’accordo al 100% su ogni questione, ma dobbiamo votare comunque”.

Ci sono così tante persone intelligenti, riflessive e dotate di autocontrollo che hanno compiuto 18 anni negli ultimi due anni e ora hanno il diritto e il privilegio di far valere il proprio voto.

Purtroppo, in qualsiasi Paese, è solo nei tempi più difficili che si riaccende l’interesse per la politica anche in chi generalmente non se ne cura molto: speriamo che il messaggio di Taylor Swift riesca a far cambiare idea a tanti, magari anche dalle nostre parti.

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.