Stai leggendo: Amber Heard sulla relazione con Johnny Depp: 'La sua intervista è un altro abuso psicologico'

Letto: {{progress}}

Amber Heard sulla relazione con Johnny Depp: 'La sua intervista è un altro abuso psicologico'

Amber Heard ha risposto tramite i suoi legali alle dichiarazioni contenute nell'intervista che l'ex marito Johnny Depp ha rilasciato a British GQ, definendole un altro esempio di abuso psicologico nei suoi confronti.

0 condivisioni 1 commento

Prevedibilmente, Amber Heard non ha gradito l’intervista pubblicata ieri da British GQ in cui l’ex marito Johnny Depp racconta la propria versione dei fatti riguardo la tumultuosa fine del loro rapporto.

Nel lungo profilo apparso nella rivista inglese, infatti, l’attore nega tutte le accuse di aggressioni e violenze verbali e fisiche alla ex compagna, ma senza perdere tempo la star di Aquaman ha fatto diffondere una dichiarazione dai suoi legali tramite il sito dell’Hollywood Reporter: “Se GQ avesse condotto una minima indagine sulle affermazioni del sig. Depp, si sarebbero resi velocemente conto che le sue asserzioni sono interamente false”.

“Il sig. Depp ha palesemente ignorato l’accordo di riservatezza tra le parti eppure ha negato alla sig.na Heard di controbattere alle sue affermazioni infondate, nonostante lei abbia ripetutamente chiesto di poterlo fare”, continua il comunicato.

Il sig. Depp sta vergognosamente perpetuando il suo abuso psicologico nei confronti della sig.na Heard, che ha cercato di mettere alle spalle una parte molto dolorosa della sua vita.

La dichiarazione conclude dicendo: “Basta guardare alle prove fisiche per trarre le opportune conclusioni”.

L'attrice Amber HeardHDGetty Images

Nel pezzo di British GQ Depp parla di moltissime cose successe negli ultimi “tre o quattro anni” della sua vita, menzionando specificamente due avvenimenti che riguardano la vicenda coniugale. Il primo era un video emerso ad Agosto 2016 in cui sembra che lui afferri il cellulare tenuto in mano dalla Heard dopo essersi versato un generoso calice di vino. Depp spiega che quel video era molto più risalente, e mostrato fuori contesto, oltre che girato ben lontano da dove lui e la moglie vivevano, dunque non poteva essere una prova del fatto che in casa si consumasse qualsiasi forma di abuso o violenza domestica.

Voleva farlo sembrare recente. Ma era più vecchio, e ciò che si vede aveva a che fare con il fatto che avevo appena perso centinaia e centinaia di milioni di dollari.

Poi ha parlato dell’accusa mossa dalla ex di averle tirato in faccia un iPhone a maggio 2016, causandole una vistosa ecchimosi attorno all’occhio. L’attore spiega che non solo la donna aveva rifiutato l’aiuto dei paramedici chiamati sulla scena, ma che il giorno dopo era andata ad una festa senza mostrare nessun livido (solo “un segno rosso”) e che l’ecchimosi era apparsa invece più tardi: “Forse non dovremmo parlarne, ma sono preoccupato. Mi preoccupa che la gente ci abbia creduto e mi preoccupa lei. Non è giusto”.

Non smetterò mai di lottare. Mai. Dovranno spararmi. Ci vuole tempo per riprendersi da un episodio del genere.

Depp ha anche aggiunto: “È un lamento per qualcuno che credevi fosse”...e si è interrotto, per poi dire che Amber Heard era “importante” per lui, visto che “alla fine, l’ho sposata”.

Johnny Depp al San Diego Comic-ConHDGetty Images
Johnny Depp è apparso nei panni di Grindelwald al San Diego Comic-Con a luglio 2018

L’attrice ha depositato i documenti per chiedere il divorzio a maggio 2016, accusando il marito di essere “violento verbalmente e fisicamente” nei suoi confronti, adducendo come argomentazioni per la sua tesi i problemi dell'attore con droga e alcool. I due hanno raggiunto un accordo ad agosto dello stesso anno e il divorzio è stato finalizzato a gennaio 2017, ma Depp dal canto suo ha sempre smentito categoricamente le sue dichiarazioni e descritto l'ex moglie come una persona molto instabile e aggressiva, oltre che particolarmente vendicativa.

Cosa pensate dell’evolversi di questa vicenda?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.