Stai leggendo: Beck is back: recensione dell'episodio 5 La giusta distanza

Letto: {{progress}}

Beck is back: recensione dell'episodio 5 La giusta distanza

Hannes affronta l'ex moglie in tribunale e fa i conti con un inizio piuttosto difficile con Susanne: leggi la recensione dell'episodio 5 La giusta distanza.

Beck is back! MG RTL

0 condivisioni 0 commenti

Hannes Beck è nei guai: dovrà scontrarsi in tribunale con l’ex moglie. Il suo assistito è accusato di tentato omicidio nei confronti del figlio - allievo di tennis. La presenza di Kirsten dunque non è casuale visto che il caso riguarda il rapporto padre e figlio. E così la donna che vorrebbe usare i figli per favorire la sua carriere politica è talmente ipocrita da accusare l’uomo di tentato omicidio per avidità.

Ma Kirsten fa sul serio e lo scontro in tribunale viene trasferito anche in ambito privato, a causa dei problemi scolastici del piccolo Luca. Non c’è davvero pace per Hannes che non riesce neppure a convincere Susanne a dargli una chance:

Non voglio che tra noi nasca qualcosa… non mi va di cominciare qualcosa che non può continuare.

Beck is back: Hannes e Susanne in tribunaleHDMG RTL

La verità è che Susanne non vuole essere ferita una seconda volta. Ebbene, il perfetto Hannes non è così perfetto agli occhi della donna. Qual è la sua colpa? Essere rimasto con una moglie di cui non era innamorato per amore dei figli.

Paradossalmente, la scelta di Hannes lo rende quasi più perfetto ai nostri occhi. In fondo è stato un padre disposto a sacrificarsi per il bene dei suoi bambini. Sarebbe stato un uomo migliore se avesse seguito il suo cuore e non avesse sposato Kirsten? In realtà, Susanne sembra fare un torto a Hannes, che rifiuta la proposta del matrimonio di facciata di Kirsten e si dimostra capace di non commettere ancora una volta lo stesso errore.

La domanda a questo punto diventa un’altra: se Susanne non riesce a capire l'uomo che ha di fronte, è davvero innamorata di lui?!

Per fortuna vita privata e lavoro non seguono lo stesso andamento e in tribunale Hannes ha la meglio quando riesce a dimostrare che il ragazzo ha nascosto la sua miocardite al padre. Kirtsten, però, è molto più agguerrita di quanto non lo fosse il suo amante. Il processo diventa così una sorta di partita a tennis, con un’alternanza di colpi messi a segno dai due avvocati.

Nel corso della storia, inoltre, si consolida una verità già venuta fuori negli episodi precedenti, vale a dire che il vero problema di Kirsten è la sua ambizione. Ingaggia, infatti, un avvocato senza scrupoli che le pone una domanda foriera di ulteriori guai per il povero Hannes:

Sarebbe disposta a varcare la zona grigia del diritto?

Il caso finisce con una assoluzione e con il timore che la sconfitta in tribunale possa rendere ancora più agguerrita Kirsten. Fin dove arriverà la donna pur di strappare a Hannes la custodia dei bambini? Per scoprirlo continua a seguire Beck is back! su FoxLife.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.