Stai leggendo: Cristiano Ronaldo risponde all'accusa di stupro: 'Vogliono farsi pubblicità a mie spese'

Letto: {{progress}}

Cristiano Ronaldo risponde all'accusa di stupro: 'Vogliono farsi pubblicità a mie spese'

Nei giorni scorsi una rivista tedesca ha pubblicato nuovamente l'accusa di stupro mossa da una modella americana al calciatore, il quale ha commentato il tutto in un video live su Instagram.

Cristiano Ronaldo Getty Images

1 condivisione 0 commenti

La superstar del calcio Cristiano Ronaldo è stato di recente accusato di stupro in un articolo pubblicato da una rivista tedesca, e in un video su Instagram (non più disponibile sul suo profilo) ha liquidato la faccenda come modo per farsi pubblicità a sue spese.

L’accusa è comparsa sul magazine Der Spiegel: nell’articolo, una donna americana di nome Kathryn Mayorga ha asserito di essere stata violentata da Ronaldo nel 2009 a Las Vegas; qualche mese dopo calciatore le avrebbe corrisposto 375mila dollari per comprare il suo silenzio. “Aveva acconsentito a firmare l’accordo, dice, perché temeva per sé e per la sua famiglia. E per via dell’impotenza, l’impossibilità di ergersi contro di lui”

Già l’anno scorso la 34enne aveva reso pubblica la faccenda, ma Ronaldo aveva liquidato il tutto come finzione giornalistica, dicendo che le prove allegate erano documenti privi di firma in cui le parti coinvolte non venivano nemmeno nominate specificamente. Ora però la Mayorga ha un nuovo legale, e pare che sia in possesso di documenti che possono fare la differenza.

Gli avvocati di Ronaldo hanno detto alla BBC: “Il reportage di Der Spiegel è palesemente illegale”.

Questa è probabilmente una delle più gravi violazioni di diritti personali viste di recente.

Cristiano Ronaldo, inoltre, avrebbe commentato tutta la vicenda in un video su Instagram Live che non è più disponibile sul suo profilo (ma di cui circolano clip online), nel quale avrebbe detto:

No no no. Vogliono promuovere se stessi usando il mio nome. È normale.

Vedremo cosa succederà adesso.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.