Stai leggendo: Rose McGowan si scusa con Asia Argento sul caso Bennett: ecco la sua risposta

Letto: {{progress}}

Rose McGowan si scusa con Asia Argento sul caso Bennett: ecco la sua risposta

Le scuse di Rose McGowan sono arrivate: l'attrice di Streghe ha ritrattato la sua posizione nei riguardi di Asia Argento, precisando di aver travisato alcune informazioni circa il caso inerente la presunta violenza sessuale ai danni di Jimmy Bennett.

Asia Argento e Rose McGowan Getty Images

2 condivisioni 0 commenti

Continua a far discutere lo scandalo sessuale che ha travolto l'attrice e regista Asia Argento.

In seguito alle accuse di stupro che gli sono state mosse dal giovane attore Jimmy Bennett - all'epoca 17enne - la paladina del movimento #MeToo è stata allontanata dal programma televisivo X Factor e incolpata di aver agito proprio come il suo aguzzino, Harvey Weinstein, nei confronti di un minorenne.

Al coro di accuse contro Asia si è unita anche Rose McGowan: è stata proprio la sua compagna, Rain Dove, a divulgare alcuni messaggi che compromettevano la posizione di Asia Argento nei riguardi di Bennett, e l'attrice di Streghe non ha esitato in seguito alla diffusione di quegli SMS a prendere le distanze da lei, "condannandola" senza concederle il beneficio del dubbio.

Asia Argento, profondamente delusa, dopo essersi trincerata nel suo silenzio ha chiesto a Rose McGowan di ritrattare le sue dichiarazioni, pena una denuncia nei suoi confronti.

Le scuse di Rose McGowan sono arrivate pubblicamente su Twitter. L'attrice ha ammesso di aver fatto degli errori di valutazione: per esempio, aveva inteso che Bennett avesse 12 anni quando inviava sue foto nudo ad Asia Argento e non 17:

Il 27 agosto ho rilasciato una dichiarazione su Asia Argento che, mi rendo conto solo ora, conteneva una serie di fatti non precisi. La cosa più importante riguarda le immagini di nudo che Jimmy Bennett ha inviato a Asia. Avevo frainteso gli SMS scambiati con la mia compagna Rain Dove e avevo capito che queste immagini Jimmy le avesse inviate a Asia all'età di 12 anni e non a 17.

La protagonista di Streghe ha poi continuato: "Ho sfidato Asia a chiarire perché non avesse agito come penso che ogni adulto consapevole debba fare se riceve immagini sessualmente esplicite da una ragazzino di 12 anni, ma le cose cambiano se la situazione coinvolge un ragazzo di 17 anni che ha ammesso di aver avuto fantasie erotiche sul suo mentore da quando ne aveva 12".

Sono profondamente pentita di non aver corretto prima il mio errore e chiedo scusa ad Asia.

Asia Argento ha risposto alle scuse, accettandole ma sottolineandone l'inutilità:

Sebbene sia grata a Rose McGowan per le sue scuse in seguito alle accuse infondate contro di me, se lei si fosse esposta prima avrei potuto mantenere il mio lavoro a X Factor ed evitare le accuse di pedofilia a cui sono stata sottoposta nella vita reale e online. Adesso vai avanti con la tua vita e smettila di ferire altre persone, ti va Rose? Auguri.

Il rapporto di amicizia tra le due sostenitrici di #MeToo è ormai definitivamente compromesso.

Resta da chiarire quali saranno gli sviluppi di questa incresciosa faccenda. Asia Argento ne parlerà per la prima volta in televisione domenica 30 settembre, ospite di Non è l'Arena di Massimo Giletti, che la scorsa settimana ha intervistato Jimmy Bennett.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.