Stai leggendo: Mamme disoccupate? Idee per nuovi lavori stimolanti

Letto: {{progress}}

Mamme disoccupate? Idee per nuovi lavori stimolanti

Troppo spesso a causa di una gravidanza le donne sono costrette a lasciare il lavoro o vedono sfumare proposte lavorative. Ecco alcune attività per reinventarsi e ricostruire una propria indipendenza economica... anche restando a casa.

Mamme disoccupate Pixabay

1 condivisione 2 commenti

Contratto non rinnovato a causa di una gravidanza inaspettata? Episodi di mobbing fino a far arrivare al licenziamento? Annullamento di tutti i benefits raggiunti in vista del congedo di maternità?

A tante (troppe) donne tutto questo succede e inevitabilmente porta a scoraggiarsi: il mondo del lavoro non è fatto per le mamme.

Eppure, niente paura! Le donne sanno benissimo come re-inventarsi e come trovare nuove stimolanti professioni, anche pescando tra quelli che vengono chiamati new jobs, o più semplicemente lavori "alternativi". La bellezza di queste occupazioni è che è possibile svolgerle da casa, dando fondo alle proprie conoscenze senza dimenticare le proprie aspirazioni.

Quale idea per rimettersi in gioco in campo lavorativo dopo la maternità?

Mamme e blog, un'accoppiata vincente

blogHDPixabay

Per le mamme che hanno una buona “penna” è possibile trovare la propria nicchia di follower aprendo un blog. Se i contenuti saranno vincenti e se si saprà fare rete – oltre che a farsi riconoscere come persone reali e non solo interessate alla sponsorizzazione di prodotti – il pubblico non tarderà ad arrivare.

Ma cosa scrivere? Come tutti i lavori, anche per chi apre un blog è necessario impostare un “target” di riferimento: può trattarsi di un foodblog, di un mommyblog, di un fashion blog… ciò che conta è che si trovino sempre spunti interessanti e si cerchi di scrivere sia per i lettori (in primis!) sia con la certezza di poter essere trovati sui motori di ricerca.

Anche se il guadagno non è immediato, di certo se si hanno le caratteristiche, le collaborazioni da parte di aziende del settore arriveranno.

Negozi online: il mercato riparte dal web

Negozi onlineHDPixabay

In un universo dove tutto ciò che si desidera può essere acquistato online è sempre possibile – comunque – ritagliarsi una fetta di mercato e cercare di far leva su un nuovo business.

Per aprire un negozio online occorre avere pratica con lo strumento-web e fare delle accurate ricerche su uno specifico settore (analizzando possibile pubblico e competitors presenti). Ma oltre ad un accurato lavoro di marketing che include anche il reale “contatto” – seppur virtuale – con il cliente finale, ciò che conta più di ogni altra cosa è avere l’idea vincente.

Sono un esempio – citando svariati ambiti di nicchia – i negozi online di prodotti agricoli a chilometro zero, negozi di supporti per il babywearing, negozi di cosmetica esclusivamente bio.

È proprio l’essere “di nicchia” a garantire – usando gruppi specifici su Facebook e parole chiave ben studiate – di essere trovati da un pubblico sicuramente interessato al prodotto.

DYI: Do It Yourself, le tre parole magiche sui social network

DiyHDPixabay

Basta seguire l’hashtag #diy (cioè do it yourself: fatto a mano) sui social per scoprire una miriade di creative che realizzano i più svariati oggetti artigianalmente. Si va dalle catenelle portaciuccio alle cornici in tessuto, dai bigliettini d’auguri dipinti ai ciondoli in metallo sbalzato a mano.

Basta avere abilità manuale, idee originali e tanta voglia di farsi conoscere sui social network per creare un piccolo business. Inoltre esistono anche piattaforme che riuniscono le opere delle mamme creative come, ad esempio, Etsy.

E tu come hai deciso di reinventarti?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.