Stai leggendo: Noah Cyrus, sorella di Miley, vende le sue lacrime dopo la fine della storia d’amore con Lil Xan

Letto: {{progress}}

Noah Cyrus, sorella di Miley, vende le sue lacrime dopo la fine della storia d’amore con Lil Xan

Incredibile, ma vero: Noah Cyrus ha deciso di vendere le sue lacrime d'amore per Lil Xan a un prezzo di 12mila dollari. La trovata della sorella di Miley fa parte di un piano di merchandising ben preciso che anticipa l'uscita del suo album Good Cry.

Noah Cyrus e Lil Xan Getty Images

2 condivisioni 0 commenti

Buon sangue non mente, e le Cyrus ne sono la prova vivente.

Miley Cyrus e sua sorella Noah (18 anni) sono molto affini per esuberanza, eccentricità e iniziative alle volte sopra le righe. E se Miley - ormai fidanzatissima con Liam Hemsworth - sembra aver trovato finalmente una maggiore tranquillità, la sua sorellina minore, Noah, pare non essere ancora stanca dei colpi di testa!

L'ultimo riguarda il suo ex fidanzato, Lil Xan. I due si sono frequentati per alcuni mesi, ma la loro storia è giunta al capolinea in seguito alle accuse di tradimento di lui e a svariate polemiche che hanno tenuto banco sui social. I due attualmente non stanno più insieme e Noah Cyrus ha trovato un modo - decisamente bizzarro - per monetizzare il dolore: vendere le sue lacrime (12 per la precisione) a un prezzo di 12mila dollari!

Sul sito Pizzaslime, infatti, la cantante ha lanciato una linea di merchandising che include anche una boccetta di sue vere lacrime, di cui si sconsiglia il consumo: "Non è consigliato berle, sono molto salate e sarebbe stranissimo bere le lacrime di qualcun altro", si legge nell'e-shop.

View this post on Instagram

last one for today!!! 💜💜💜💜

A post shared by NC (@noahcyrus) on

Tra i prodotti in vendita ci sono anche felpe, t-shirt e tazze, caratterizzate da stampe relative a Noah Cyrus, la sua vita quotidiana e la sua musica. Tutto farebbe parte, infatti, di un piano di marketing per lanciare in grande stile Good Cry, il suo EP di debutto.

Un'iniziativa bizzarra, senza dubbio. Ancora più bizzarro sarebbe se le sue lacrime trovassero un acquirente!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.