Stai leggendo: Chris Pratt ritiene che Hollywood non sia antireligiosa

Letto: {{progress}}

Chris Pratt ritiene che Hollywood non sia antireligiosa

Parlando dell'importanza della fede nella sua vita in una recente intervista, Chris Pratt ha riflettuto sul modo in cui Hollywood vive la religiosità, asserendo che quel mondo dorato non è affatto ostile a nessuna fede.

Chris Pratt Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Chris Pratt non ha mai nascosto di essere una persona profondamente religiosa, ed in una recente intervista ha raccontato del suo modo di vivere la propria fede nel mondo dorato di Hollywood.

Ryan Pearson di Associated Press ha chiesto alla star 39enne di commentare il fatto di aver parlato pubblicamente della propria fede in alcune serate di premiazione cui ha partecipato negli ultimi tempi, e l’attore di Jurassic World ha risposto: “Quel tipo di messaggio non è forse per tutti. Ma c’è un gruppo di persone alle quali è indirizzato.

E non c’è nulla che mi riempa l’anima come pensare che forse c’è qualche bambino che segue e dice: ‘Ehi, ci stavo pensando. Ho pensato di pregare. Ora ci provo’.

Ed ha aggiunto: “È l’unico modo che sento di avere per ripagare quello che credo sia sostanzialmente un enorme regalo nella mia vita”.

C’è questa credenza che Hollywood sia un posto anticristiano o antireligioso, ma non è così.

Chris Pratt ha infatti spiegato: “Non sono contro nulla. Sono a favore di qualsiasi cosa ti sembri autentica. E mi piace. Perché è autentico, reale, per me essere a favore del Cristianesimo, di Gesù. È una cosa mia. Mi piace. E non c’è mai stato qualcuno che venisse a denigrarmi, faccia a faccia. Forse lo fanno dietro le spalle. Ma se fosse così, fate pure”.

Potete dire quello che volete di me -in faccia o alle spalle. Non cambierò.

Nel suo feed su Instagram non è infrequente trovare foto le cui didascalie contengono invocazioni al Signore o citazioni della Bibbia,come per esempio in questo video della fattoria di Pratt (che sì, si sporca le mani con animali, legna, verdure e quant’altro) in cui conclude il post menzionando un Proverbio: “Abitua il giovane secondo la via da seguire; neppure da vecchio se ne allontanerà”.

Anche durante la serata degli Emmy, lo scorso lunedì, i presentatori Michael Che e Colin Jost hanno fatto battute (molto controverse) sottolineando lo stereotipo di Hollywood come luogo dove solo le persone di colore ringraziano Dio durante i discorsi d’accettazione di un premio. La battuta ha scatenato un putiferio sui social, e poco dopo c’è stata una sorta di confutazione in diretta di quell’affermazione, quando Thandie Newton è stata premiata come miglior attrice non protagonista in una serie drammatica (Westworld) e, giunta sul palco, ha preso il microfono ed esordito con una frase che probabilmente Ariana Grande avrà gradito: “Non credo nemmeno in Dio ma la ringrazierò stanotte".

Chissà cosa pensa Chris Pratt dell’idea di Dio come donna!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.