Stai leggendo: VerticalMovie, arriva a Roma il primo festival di corti girati con smartphone

Letto: {{progress}}

VerticalMovie, arriva a Roma il primo festival di corti girati con smartphone

Dal 20 al 23 settembre, la capitale accoglie il primo festival internazionale di cortometraggi verticali, realizzati con uno smartphone che raccontano storie attraverso i nuovi linguaggi digitali.

Dal 20 al 23 settembre a Roma il VerticalMovie Unsplash

3 condivisioni 0 commenti

Debutta a Roma il VerticalMovie, il primo Festival di cortometraggi girati in verticale con lo smartphone che si terrà a Roma dal 20 al 23 settembre in Piazza del Popolo, nel villaggio del Run Fes.

Un evento internazionale che propone un cambio di visualizzazione di cinema e TV attraverso l’interpretazione della nuova tecnologia. Un’esperienza unica nel suo genere, come ha spiegato il presidente e organizzatore del Festival Maurizio Ninfa:

L’idea nasce dai tempi e dall’uso ormai imperante del nuovo modo di comunicare in rete. Questo rappresenterà un punto di partenza, che rivoluzionerà le produzioni in ambito pubblicitario e cinematografico. Infatti, il nostro obiettivo è puntare sulla ricerca e sull'innovazione dei nuovi sistemi.

HDUfficio Stampa

Il progetto, ideato da Salvatore Marino, direttore artistico del festival, propone infatti il primo concorso internazionale che raccoglie video realizzati in verticale con gli smartphone.

Tutti rigorosamente girati con un cellulare con una camera ruotata di 90 gradi o con qualunque altro dispositivo, come sottolinea Marino; è il formato di ripresa più diffuso da smartphone, tanto da ricoprire il 70% dei filmati caricati in rete. E sono i video più cliccati.

Il concorso

Ufficio Stampa

Il concorso è aperto a chiunque voglia raccontare una breve storia (la durata massima dei cortometraggi è di 10 minuti), su qualunque tema e in qualsiasi stile, ma rigorosamente con l'inquadratura verticale, ovvero nel tipico formato dello smartphone. L’innovativo linguaggio che VerticalMovie valorizza come modalità espressiva e nuova forma visiva con il fine di scoprire quei nuovi talenti nell’ambito della sceneggiatura, della regia e della fotografia. 

Le sezioni in concorso

Ufficio Stampa

Sono otto le sezioni in concorso. Fra queste la VerticalWoman, dedicata alle donne come autrici, registe e come tema, ma anche la Vertical 2k, rivolta ai post millennials, nati dall'anno 2000 in poi, la fascia d'età che ha il legame più intenso e a volte rischioso con lo smartphone e il web. E ancora la VerticalHome per chi cerca casa, la VerticalTrain, dedicata ai viaggi in treno e la VerticalSport a tema sportivo.

La giuria

HDUfficio Stampa

A valutare le opere in concorso una giuria di esperti dell'audiovisivo che valuterà e premierà le mini opere prime in concorso in base non solo all'originalità dei contenuti e alla qualità tecnica, ma anche alla verticalità.

Presieduta da Marco Giusti, autore e critico televisivo e cinematografico, tra i giurati il regista, produttore e sceneggiatore Edoardo De Angelis, l’autore e regista Federico Moccia, il regista e sceneggiatore Stefano Reali, il compositore Fabio Frizzi, l’insegnante di dizione e recitazione Fioretta Mari e gli attori Antonio Tallura e Daniela Poggi.


A votare i cortometraggi in concorso anche una giuria composta dal popolo del web che sta già votando il video preferito iscrivendosi al sito www.verticalmovie.it

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.