Stai leggendo: Ryan Reynolds: le esilaranti email in cui scherza sul divorzio da Blake Lively

Letto: {{progress}}

Ryan Reynolds: le esilaranti email in cui scherza sul divorzio da Blake Lively

Ryan Reynolds ha impostato una risposta automatica a chiunque scriva ad un suo indirizzo email che è a dir poco esilarante, in cui scherza sul divorzio dalla moglie Blake Lively. Ma anche lei ha raccontato un aneddoto piuttosto divertente in TV.

Ryan reynolds e Blake Lively Getty Images

4 condivisioni 0 commenti

Forse non tutti sanno che Ryan Reynolds non è solo un attore di Hollywood, ma anche un imprenditore, ed in entrambe il suo irresistibile umorismo è ciò che garantisce il successo: pensate a Deadpool, all’uso fantastico che fa dei social (insieme alla moglie Blake Lively, di cui vi diremo dopo) e al modo geniale che ha trovato per promuovere The Aviation Gin, un brand di gin di cui è proprietario.

Ad agosto, infatti, Ryan Reynolds aveva condiviso l’indirizzo email della sua compagnia di gin a milioni di spettatori in tutto il mondo, durante un’apparizione allo show di Jimmy Fallon. Da quel momento, la casella di posta di Aviation Gin è stata talmente intasata di messaggi da aver mandato in tilt il server. Di sicuro perché i fan speravano di richiamare l’attenzione del divo, penserete. E invece no (o meglio, non solo): l’attore ha infatti cominciato a impostare delle risposte automatiche per giustificare la sua impossibilità di rispondere, comunicando i suoi continui impegni (le cosiddette risposte fuori ufficio).

Chiunque abbia scritto in queste settimane a Ryan@AviationGin.com si è ritrovato risposte esilaranti, come quella della settimana in corso, in cui “per sbaglio” da quell’indirizzo viene comunicato il calendario di impegni personali dell’attore, che con l’occasione promuove anche l’ultimo film della moglie, A Simple Favor. È un tripudio di humor autoreferenziale in pieno stile Reynolds.

Allegato al messaggio “Bruce guarda qua sotto, sono sommerso di lavoro. Non c’è modo in cui possa infilare qualche altro impegno nell’agenda di questa settimana” arriva uno screenshot dell’agenda, che vi riportiamo per intero (fate attenzione alla quantità di tempo dedicata alle varie attività). Vediamo così come Reynolds si preoccupi dei nomi apparente sgrammaticati di una particolare squadra di hockey, quanto tenga ai suoi capelli e quanto ami il film Paddington 2, al punto da sacrificare tempo con la moglie.

LUNEDÌ

  • 9.00-19-00 Palestra, abbronzatura, bucato
  • 20.00 Evento al MoMA per A Simple Favor (NIENTE BATTUTE SUL DIVORZIO!!!)
  • 21.00 Sgusciare via dalla proiezione al MoMa per riorganizzarti. Non puoi essere al centro dell’attenzione. Questo è il suo momento. Datti una regolata, st****

MARTEDÌ

  • 8.00 Registrazione del Today Show! Parlare di Aviation Gin con Willie Geist
  • 14.00 Scoprire perché li chiamano Toronto Maple Leafs invece di Leaves. Non ha senso.

MERCOLEDÌ

  • 10.00 Risolvere il problema della pace mondiale con un brainstorming
  • 11.00 Salvare l’ambiente
  • 12.00 Mangiare un lunchable [un pranzo confezionato per bambini]
  • 13.00 - 19.00 Trovare un nuovo taglio di capelli

GIOVEDÌ - GIORNATA DA GENITORE!

  • 7.00 Andare a prendere i bambini dalle cucce per celebrità
  • 18.00 L’autista riporta i bambini
  • 23.00 Blake è ospite di Jimmy Fallon

VENERDÌ - ESCE A SIMPLE FAVOR!

  • 10.00 Riunione del CdA di Aviation Gin (Importante: impara la differenza tra entrata e profitto PRIMA della riunione)
  • 24.00 Skype con la famiglia segreta in Danimarca

SABATO

  • 10.00 Piangere di fronte a uno sconosciuto
  • 13.00 Guardare Paddington 2 per la 100ma volta
  • 19.00 Serata romantica
  • 19.10 Guarda Paddington 2… da solo.

DOMENICA

  • 10.00 Trascorrere la giornata cercando ruoli che prevedano un personaggio maschile dominante.

Reynolds ha anche risposto ad un’utente di Twitter che diceva di aver mandato un’email all’indirizzio di Aviation Gin, e le ha detto: “ La risposta per email da ryan@aviationgin.com” dovrebbe essere una risposta fuori ufficio. La prego di ignorarla”; a qualcun altro ha risposto “Sono cose private”.

Sebbene la maggior parte del calendario diffuso da Reynolds sia inventato, alcuni impegni sono veri. La moglie infatti è realmente apparsa da Jimmy Fallon, e tra l’altro ha raccontato un aneddoto molto divertente, legato proprio alla fama che lei e il marito hanno di presenze famose su Twitter per la loro ironia.

Alla premiere di A Simple Favor, il thriller di Paul Feig in cui Blake Lively recita con Anna Kendrick e la star di Crazy & Rich Henry Golding, l’attrice ha indossato un altro dei completi maschili da cui è ossessionata in questi giorni (colpa delle scelte stilistiche del regista Feig): pantaloni e giacca di velluto con sotto una maglia assolutamente trasparente che ha fatto molto parlare di sé.

Blake ha raccontato al presentatore che quando aveva scelto l’outfit non immaginava che, essendo da uomo, avesse un top del genere, dunque si è trovata a chiedere nastro adesivo prima di andare sul red carpet per incollare la giacca ai lati del busto e mostrare solo un po’ di seno, ed ha dovuto evitare di allargare le braccia ed abbracciare la gente per tutta la serata. Pensava di essersela cavata ma poi al photocall ha sentito un fotografo gridare quanto fossero magnifiche le sue “Tits” (“tette”), lasciandola basita. Anche una fotografa di fianco al primo ha assentito, “in effetti, sono proprio forti”. È stato solo dopo un po’ che ha capito che stavano pronunciando la parola “tweets”, che suona uguale!

In effetti, i tweet (e tutta la presenza social) dei coniugi Reynolds è una delle cose migliori di internet.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.