Stai leggendo: Primo giorno di scuola: le esilaranti reazioni sui social al #BackToSchool

Letto: {{progress}}

Primo giorno di scuola: le esilaranti reazioni sui social al #BackToSchool

In quasi tutta Italia (anche se per alcune regioni se ne parlerà la prossima settimana) è arrivato il primo giorno di scuola. Vediamo come l'hanno affrontato i genitori VIP sui social e quanto è importante questo momento per la crescita dei piccoli.

Back To School Pixabay

1 condivisione 0 commenti

In tutta Italia bambini e ragazzi si stanno sedendo per la prima volta (o magari per la seconda o la decima) sui banchi di scuola. Il temutissimo primo giorno è arrivato, dunque, in quasi tutta la penisola.

Vediamo come si stanno preparando mamme, papà e figli a questo importante momento di crescita...

Il #BackToSchool sui social

In questi giorni, dunque, è un tripudio di foto con zainetti nuovi, di foto di schiena con bimbi che trainano cartelle già pesantissime, di post orgogliosi e al tempo stesso lacrimevoli per accompagnare i pargoli in questa nuova avventura. O comunque, verso un'avventura che si rinnova anno dopo anno. Di seguito una carrellata di #BackToSchool VIP su Instagram e Facebook:

Iniziamo con le primissime volte a scuola delle mamme e dei papà, alias il famigerato "inserimento" alle materne ed elementari.

View this post on Instagram

Prima elementare! 🍌 Forza Nina❤

A post shared by Alessandro Cattelan (@alecattelan) on

Ma anche quando i figli crescono, l'emozione di un genitore nell'affrontare questo piccolo grande distacco non cambia. Ecco alcuni esempi...

View this post on Instagram

No crezcas más• 🌈🌈🌈 #tu #l’essenziale

A post shared by BELEN (@belenrodriguezreal) on

View this post on Instagram

FIGLI. Bisogna baciarli solo quando dormono. Una frase di altri tempi che la dice lunga sull'educazione dei nostri genitori e soprattutto sul rapporto che instauravano le generazioni passate con i figli. Non fare trasparire troppo le emozioni, essere sempre severi e poche coccole. La mia educazione "teutonica" è stata cosí, con genitori spesso assenti per lavoro e la fortuna di essere stata cresciuta da una nonna, che pur sempre teutonica era !❤️ Con le mie figlie ho cercato di fare l'esatto opposto; di esserci sempre, di crescerle io e di dare loro tutto quello che non avevo avuto.... Certo, come potevo. Non so se ci sono riuscita, perché alla fine, quando non ricevi dai tuoi genitori, non dai ai tuoi figli quello che loro si aspettano. O dai quello che puoi pensando che sia il massimo, ma poi ti accorgi che per loro non è così. Il mestiere del genitore è quello più difficile...Sbagli sempre qualcosa. Nella fotografia Laura dorme tranquilla sul divano di casa... Almeno fino a qualche giorno fa, visto che adesso è in Inghilterra per studio. Anche se ci vedevamo poco durante il giorno, sapere che c'era era importante per me; Laura con le sue continue dimenticanze, con la sveglia che suona e non si alza, con la sua stanzetta sempre all'aria. Ma ora che è lontana ho un grande vuoto dentro, e quando torno a casa, guardo sempre il divano, sperando di trovarla ancora li che dorme, con i suoi occhiali riposti e il cellulare vicino a lei. Vorrei darle un bacio mentre ancora dorme....e aspettare che si svegli per dargliene un altro. " " #figli #lontananza #educazione #famiglia #amore #mamma #mylove #myfamily #felicità @laura_nania_ #soniaperonaci #tristezza

A post shared by Giallozafferano Founder (@soniaperonaci) on

Per fortuna c'è anche chi riesce a prenderla per il verso giusto, proponendo questi video divertenti che - in questi giorni - diventano viral all'istante!

Eccone un esempio davvero esilarante: 

Primo giorno di scuola: un'occasione di crescita

Dunque mamme e papà VIP - proprio come tutte le mamme e i papà del mondo - si sono trovati a dover gestire questo passo importante nella vita dei loro figli. La scuola deve, infatti, rivestire un ruolo educativo importantissimo (se non fondamentale) nella società.

Primo giorno di scuolaHDCrosscast

Eppure quando i bambini "escono di casa" per la prima volta, andando a confrontarsi con un differente metodo educativo e con nuovissimi stimoli relazionali è sempre un duro colpo per i genitori. La felicità per ritrovare ore di libertà dall'essere "mamma" o "papà" si va inevitabilmente a scontrare con la consapevolezza che i bambini stanno diventando grandi e - lentamente ma inesorabilmente - si allontaneranno semre più dall'ala protettiva dei genitori.

Il miglior consiglio (per i genitori) per affrontare il primo giorno di scuola è solo uno: farlo con il sorriso. Un approccio tranquillo al distacco è il modo più facile per facilitarlo. Occorre infatti dare ai bambini la sensazione di essere in grado di gestire questa novità: andrà a scuola, si divertirà e poi tornerà a casa dove mamma e papà saranno sempre lì ad aspettarlo.

Rientro a scuola regione per regione

Eppure se molti bambino sono già zaino in spalla, per altri c'è ancora qualche giorno di libertà. Infatti viste anche le tante vacanze e i ponti previsti per quest'anno scolastico (basti pensare al mega-ponte previsto tra le festività di Pasqua che quest'anno cade il 21 aprile, la festa della Liberazione del 25 aprile e il 1 maggio) alcune regioni hanno preferito anticipare il ritorno sui banchi di scuola mentre altre si sono attenute al calendario.

Ecco di seguito alcune date:

I ragazzi della Provincia di Bolzano sono stati i primi a ricominciare l'anno scolastico il 5 settembre, seguiti da Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Basilicata il 10 settembre.

Oggi - 12 settembre - è stato il turno di Trentino Alto Adige, Umbria, Lombardia, Campania, Veneto, Valle d'Aosta e Sicilia. Domani 13 settembre torneranno a scuola bambini e ragazzi del Molise.

In Toscana, Liguria, Calabria, nelle Marche, nel Lazio, Sardegna ed Emilia Romagna il primo giorno di scuola sarà lunedì 17 settembre.

Ancora qualche giorno di libertà per i fortunatissimi pugliesi che possono approfittare fino al 20 settembre di queste temperature estive per gli ultimi bagni al mare.

Rientro a scuolaHDCrosscast

Insomma, anche se non proprio oggi è stato il primo giorno di scuola, cerchiamo di ricordare questa esperienza come un traguardo importante per i piccoli che iniziano questo cammino. E anche se Pirandello sentenziava che "gli esami non finiscono mai", sfido chiunque a non provare un po' di nostalgia ripensando alle amicizie e alle esperienze fatte tra i banchi di scuola.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.