Stai leggendo: Nature urbane 2018: l'hotel location di Suspiria e gli altri tesori architettonici di Varese

Letto: {{progress}}

Nature urbane 2018: l'hotel location di Suspiria e gli altri tesori architettonici di Varese

Nature urbane significa è sinonimo di residenza storiche aperte in esclusiva, letture e concerti nei parchi. Ecco il programma con gli eventi da non perdere nella Città Giardino.

Nature Urbane istock

3 condivisioni 0 commenti

Dieci giorni, quattrocento visite, 23 residenze storiche private aperte al pubblico. E ancora: sedici itinerari, venti appuntamenti pensati esclusivamente per il pubblico dei più giovani e un picnic grande, anzi grandissimo. Questi sono solo alcuni dei numeri che caratterizzeranno la seconda edizione di NATURE URBANE, il festival dedicato al paesaggio e ai tesori di Varese. E sempre rimanendo in tema di numeri, vi diciamo che la grande festa avrà inizio il 20 settembre.

Che cos’è Nature Urbane

Per spiegare che cos’è il festival Nature Urbane basterebbe citare le parole del sindaco di Varese Galimberti:

Eccoci alla seconda edizione di NATURE URBANE […] NATURE URBANE è una grande vetrina che ha l’obiettivo di far conoscere Varese e invogliare turisti e famiglie a venire a visitare la città non solo nei giorni del festival ma tutto l’anno.

Con le ventimila presenze della prima edizione, NATURE URBANE promette quindi di mettere davvero in risalto la grande ricchezza del territorio di Varese, anche grazie alla collaborazione dei proprietari e degli amministratori delle ville private che apriranno le loro porte al pubblico.

La grande festa durerà dieci giorni e metterà davvero al centro il territorio, ma non solo: protagonisti saranno anche l’arte, l’architettura, i prodotti tipici e il cibo, la letteratura e la natura. Tutti fiori all’occhiello della città che NATURE URBANE vuole promuovere.

L’edizione 2018 di Nature Urbane

L’edizione 2018 di NATURE URBANE si preannuncia ricca di emozioni, novità e proposte per il pubblico, non a caso lo slogan della manifestazione quest’anno sarà: Varese, un giardino di emozioni. Sia questo titolo sia l’intento della manifestazione è fortemente legato all’appellativo con cui Varese è nota ai più, ossia “città giardino”: fra parchi, giardini di ville storiche, sentieri e splendidi panorami non si può certo dire che il verde non sia protagonista del fascino che caratterizza la città! Quindi via libera a passeggiate in gruppo, reading e concerti all’aperto e visite guidate ai più bei parchi cittadini!

Per celebrare anche i frutti di tanta natura, verrà dato anche ampio spazio al tema dell’enogastronomia di qualità: Culture e colture, questo il nome del ciclo di eventi incentrati sul tema, promette di essere un viaggio alla scoperta dei prodotti tipici e tradizionali di qualità e dell’imprenditorialità varesina del settore.

Villa Mirabello a VareseHDistock

Ampio spazio sarà dato anche alle conferenze, come sempre molteplici e con oratori di grande esperienza: ci sarà João Ferreira Nunes, architetto paesaggista, Emanuele Biggi, fotografo, attualmente unico membro italiano della International League of Conservation Photographers parlerà del tema la Natura che non ti aspetti.

E poi ancora l’archistar Michele De Lucchi tratterà il legame tra paesaggio e architettura, mentre con Barbara Mazzolai, Direttrice del Centro di Micro-Biorobotica dell'Istituto Italiano di Tecnologia, si parlerà di come la natura ispira la robotica. Ma gli interventi di esperti del settore che portano la loro conoscenza a servizio del territorio sono davvero tantissimi, per questo vi rimandiamo al sito di NATURE URBANE, dove troverete l’elenco completo degli interventi previsti.

A completare e arricchire l’offerta ci sarà il Fuorifestival con spettacoli teatrali, concerti, incontri e iniziative per i più piccoli.

Le ville visitabili per la prima volta

Villa Panza a VareseHDistock

Vista la grande visibilità e il grande afflusso di pubblico della prima edizione, altre ville si sono aggiunte alla già ricca proposta dell’edizione 2017. Attraverso visite guidate tematiche potrete scoprire la ricchezza dei loro giardini e dei maestosi parchi che le circondano, apprezzarne la bellezza artistica e scoprirne il passato. Per partecipare alle visite è richiesta la prenotazione obbligatoria sul sito della manifestazione, dove potrete trovare l’elenco completo delle ville visitabili e degli orari.

Ecco la lista delle ville aperte per la prima volta per questa edizione:

  • Cascina Gaggiano, Centro città, via Timavo n. 21/23
  • Villa Brusotti, Sant’Ambrogio, via Robarello n. 30
  • Villa Carabelli Gervasini, Brunella, via Cernuschi n. 20
  • Villa Concordia, Centro città, via Solferino n. 6
  • Villa Craven De Seyssel D'Aix, Centro città, via S. Sanvito n. 27
  • Villa Esengrini Montalbano, Bosto, via degli Alpini n. 5
  • Villa Giardino Orchidea, Masnago, via dei Campigli n. 1
  • Villa Molina, Belforte, via Brunico n. 31
  • Villa Moretti, Velate, via Piatti n. 10

Il Grand Hotel Liberty: una visita sul set di Suspiria

Grazie all’uscita narrante dal titolo “LA BELLE EPOQUE AL PALACE HOTEL E AL KURSAAL” potrete poi scoprire il fascino di questo hotel ormai chiuso, che è però diventato la location del remake di Suspiria, capolavoro di Dario Argento omaggiato nell’omonimo film di Luca Guadagnino presentato al Festival di Venezia. Un’occasione per rivivere i fasti, i divertimenti e la spensieratezza della Belle Epoque.

Insomma, sia che amiate l’arte, il cibo o la natura, quest’edizione di NATURE URBANE promette di deludervi!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.