Stai leggendo: Addio Claire Wineland, l'influencer che aveva una storia da raccontare

Letto: {{progress}}

Addio Claire Wineland, l'influencer che aveva una storia da raccontare

Se n'è andata a 21 anni lasciandoci una grande lezione di vita.

ragazza free images

6 condivisioni 0 commenti

Si è spenta a 21 anni, Claire Wineland. L'influencer che aveva deciso di utilizzare i social network (tutti, compreso youtube) per raccontare giorno per giorno la sua lotta alla fibrosi cistica se n'è andata il 2 settembre, a causa delle complicazioni a seguito del doppio trapianto di polmone. La sua scomparsa è stata annunciata da un post su Facebook pubblicato dalla pagina della sua fondazione, Claire's Place Foundation, Inc.

View this post on Instagram

The way sick people are captured in media completely ruined any ounce of self confidence i had growing up. I learned to deeply hate having my picture taken by professionals because there was always a need to make me look childlike and innocent- lacking in anything sexual or appealing. I was convinced I looked like an ugly sickly five year old for the first two years of high school and that that was why guys never seemed to be interested in me in “that” way. It took having a fair amount of relationships and casual sex before I realized that I wasn’t the empty smiling shell of a girl I saw reflected back in pictures. It’s so much easier to believe that sick people are cherubs- held in perpetual youth and innocence- who simply don’t understand the truth of their condition because they are living up in the clouds. Seeing people who are sick as anything more complex and intelligent than that would mean we couldn’t use them as these false beacons of hope. I’ve struggled more with guys, depression drugs, family and career than I ever have with my illness. I’m not an innocent and I’m not a child. I’m not “dying before I have had a chance to live” and what I choose to talk about with the world is not just empty positive falsehoods. Sick people deserve to be seen as more than hollow shells just waiting for their lives to begin. As always thank you to @larissaperoux For taking he most bomb ass pictures of me that will ever be taken.

A post shared by Claire Wineland (@claire.wineland) on

Claire era impegnata in una battaglia così grande, per i suoi vent'anni. L'affrontava con coraggio, sorridendo come nelle fotografie che caricava su Instagram. Immagini cui non ha mai nascosto i segni della malattia, ma nelle quali non rinunciava nemmeno a essere sé stessa, a vedersi bella e sensuale. Perché, come scriveva: "Le persone malate meritano di essere viste come qualcosa di più di semplici conchiglie vuote che aspettano che la loro vita cominci". D'altronde, "non possiamo continuare a insegnare alle persone malate che devono essere in salute prima di poter vivere la propria vita". 

Claire Wineland, i messaggi di addio

Su Twitter, gli utenti salutano per l'ultima volta una donna che ha ispirato tantissime persone. "Uno degli esseri umani più belli e d'esempio che abbiano mai camminato su questa terra. Se non sai chi è stata Claire Wineland, devi guardare ogni video su di lei. Sarai felice di averlo fatto", è il messaggio che le dedica il comico e famoso youtuber statunitense Shane Dawson. 

Anche l'attore Joe Manganiello ha voluto salutarla: "Riposa in pace, Claire. Eri un vero angelo di vita". "Ho seguito il suo viaggio per un po' e credevo sarebbe vissuta per sempre. Un bellissimo raggio di sole ispiratore", è il tweet dell'artista folk britannica Portia Conn. Tutti la ringraziano per l'insegnamento più importante: Claire non ha lasciato che fosse la malattia a definirla e a raccontarla. È stata lei a farlo.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.