Stai leggendo: La ragazza dei tulipani: attori da Oscar per una commedia deludente

Letto: {{progress}}

La ragazza dei tulipani: attori da Oscar per una commedia deludente

La ragazza dei tulipani con Alicia Vikander, Christoph Waltz e Judi Dench è un manierato racconto storico che non convince.

0 condivisioni 0 commenti

Una commedia degli equivoci dal finale malinconico: è questa la cifra stilistica e narrativa di La ragazza dei tulipani, racconto in costume diretto da Justin Chadwick (L'altra donna del re). In un’operosa e grigia Amsterdam della prima metà del XVII secolo, le ragazze indigenti o finiscono in convento oppure, per mantenere la famiglia di origine, sposano ricchi e anziani mariti a cui dare un erede in cambio di una cospicua dote.

Per la bella e silenziosa Sophia (Alicia Vikander, La luce sugli oceani) la fortuna mette sul tavolo un ricco mercante, Cornelis (Christoph Waltz, Django Unchained) vedovo avanti con l’età che ha perso la moglie e il figlio per un difficile parto e che la sceglie in modo scientifico per riprovare le gioie della paternità. La loro vita scorre tranquilla fino a quando nel cuore di Sophia irrompe l’amore, quello passionale, assoluto e carnale, per il talentuoso e spiantato pittore Jan Van Loos (Dane DeHann, Valerian e la città dei mille pianeti) che è stato incaricato di fare il ritratto ai due coniugi.

Il sospirato erede tarda ad arrivare mentre, ironia della sorte Maria (Holliday Grainger, Patrick Melrose) la sua cameriera attende un figlio del pescivendolo che, per un equivoco, la crede infedele e la lascia. Sophia, temendo di essere ripudiata dal marito e di perdere i suoi privilegi, fa un patto scellerato con la ragazza: fingerà anche lei di essere incinta e si occuperà del nascituro come se fosse effettivamente suo. Ma è l’amore a scompaginare i piani di tutti, così come le azioni degli uomini, che nulla possono contro il loro stesso ineluttabile destino.

Christoph Waltz e Alicia Vikander protagonisti di La ragazza dei tulipani HDStudio Sottocorno

Se La ragazza dei tulipani vi ricorda la trama di Shakespeare in Love, non vi sbagliate: la sceneggiatura è di Tom Stoppard, autore di rango (L’impero del sole, Anna Karenina) che proprio con la romantica commedia del Bardo innamorato nel 1998 ha vinto l’Oscar, così come i protagonisti Vikander e Waltz. Viste le premesse, aspettarsi la medesima vena brillante e i guizzi dialettici è d’obbligo ma, oltre la sontuosa fotografia, ambientazione e costumi di rara e felice aderenza storica, questo film non riesce a sbocciare e andare oltre a una esangue e datata rappresentazione teatrale.

Probabilmente paga lo scotto dei notevoli ritardi produttivi e organizzativi ma tutte le armi al suo arco, dal valore salvifico dell'arte alla luminosa sensualità della giovinezza, dagli intrighi della commedia classica a Judi Dench nei panni di una madre badessa saggia e risoluta che coltiva in segreto bulbi di tulipani, preziosi più dell’oro e forieri di bellezza e sventura, vengono utilizzati in modo convenzionale tanto da far rimpiangere La ragazza con l’orecchino di perla, feuilleton di facile presa e poca sostanza.

Alicia Vikander è la bella Sophie in La ragazza dei tulipani HDGetty Images

Alicia Vikander e Christoph Waltz recitano con perizia e mestiere ma senza metterci l’anima, scivolando in una performance meccanica e sbiadita. Unica nota di colore, l’esuberante presenza di Zach Galifianakis (Una notte da leoni) nei panni di uno stolto e gaudente compagno d’avventure del pittore Jan che, in modo rocambolesco, sarà suo malgrado l’ignaro ago della bilancia che spazzerà via le vane speranze, facendo i conto con una più cruda quanto giusta realtà.

Zach Galifianakis al Festival di Venezia HDGetty Images

La ragazza dei tulipani sarà nelle sale cinematografiche dal 6 settembre 2018.

Voto6/10

Nonostante un cast eccellente, uno sceneggiatore da Oscar e una magnifica messa in scena, il film non convince e raggiunge appena la sufficienza.

Silvia Levanti

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.