Stai leggendo: Venezia 75, Natalie Portman pop star nel film Vox Lux

Letto: {{progress}}

Venezia 75, Natalie Portman pop star nel film Vox Lux

È stato presentato in concorso a Venezia 75 Vox Lux, il nuovo film di Brady Corbet, con protagonista Natalie Portman in versione pop-star.

Natalie Portman a Venezia 75 Getty Images

2 condivisioni 0 commenti

La musica continua ad essere grande protagonista di Venezia 75. È stato infatti presentato, in concorso, Vox Lux di Brady Corbet con protagonista Natalie Portman nei panni di una pop-star americana dall'animo dark.

La storia di Celeste viene raccontata da una voce fuori campo (di Willem Dafoe), che va indietro nel tempo fino alla sua adolescenza, quando un evento drammatico e traumatico ha sconvolto e cambiato radicalmente la sua vita.

Nel 1999, quando aveva 14 anni, si è infatti salvata per miracolo dal colpo di pistola sparato da un suo compagno di scuola che ha invece assassinato brutalmente insegnante e compagni. Sopravvissuta alla tragedia, scrive insieme alla sorella Eleanor una canzone in cui cerca di esprimere tutto quello che ha dentro.

Natalie Portman nel film Vox Luxufficio stampa Biennale

Durante una commemorazione delle vittime la canta davanti alle telecamere, viene notata da un manager (interpretato da Jude Law) e inizia la sua scalata verso il successo, fatta di luci ed ombre.

Poi si va avanti nel tempo, nel 2017: Celeste ha 31 anni, è una pop-star di grande successo, ma piena di contraddizioni, vizi, dipendenze e isterie. Ha una figlia, avuta quando era adolescente. di cui si occupa principalmente Eleonor per via del suo debole senso materno.

Poco prima di un concerto importante, organizzato per lanciare il suo nuovo album, arriva la notizia che in Croazia un gruppo di terroristi ha sparato all'impazzata su una spiaggia indossando delle maschere che richiamavano quelle di un suo video. E i demoni del passato sembrano per un attimo tornare.

Un personaggio un po' diverso dal solito per Natalie Portman:

Mi è piaciuto tantissimo farlo, perché è complicato. E poi chi non vorrebbe, almeno una volta nella vita, entrare nei panni di una pop-star!

Il cast del film Vox Lux a Venezia 75HDGetty Images

A chi le chiede se il mondo dello star-system musicale è simile a quello del cinema risponde:

Io credo ci sia una grande differenza. Come vediamo nel film, intorno alla pop-star si può formare intorno un sistema di corruzione in cui la vita e il mercato si fondono in maniera pericolosa. Chi fa musica ed è sempre in viaggio può cadere più facilmente nel tranello rispetto a noi attori che ci muoviamo solo per lavorare a determinati progetti.

Brady Corbet racconta di non avere avuto nessuna pop-star in particolare in mente, mentre scriveva e dirigeva il film, anche se è stata per lui fondamentale la collaborazione con un'artista del calibro di Sia, che ha firmato la colonna sonora.

Poi spiega di essere cresciuto in Colorado e di avere quindi vissuto da vicino il massacro della Columbine High School, avvenuta proprio nel 1999. Però ha preferito non fare riferimento specifico a quella tragedia.

Il regista tiene inoltre a precisare:

Non avevo alcuna intenzione di essere didattico o pedagogico, ma raccontare una storia piena di riferimenti alla storia recente su cui riflettere insieme. Si dice che il ventesimo secolo è stato segnato dal male e che il ventunesimo potrebbe vederlo manifestarsi ancora di più.

Raffey Cassidy, Stacy Martin e Natalie Portman al photocall di  Venezia 75HDGetty Images

Nel cast troviamo anche Raffey Cassidy, nei panni della giovane Celeste ma anche in quelli della figlia:

Quando ho letto lo script mi sono subito entusiasmata all'idea di fare ben due personaggi, tra l'altro così diversi. È stato bello stare su questo set e lavorare tutti insieme.

Le fa eco Stacy Martin, che interpreta Eleonor:

Io non ho una famiglia, quindi ho dovuto scoprire proprio lavorando a questo film cosa può significare prendersi cura di una sorella, fare una scelta così pura.

E Natalie Portman ci tiene a difendere la sua Celeste:

Solitamente non mi piace giudicare i personaggi che interpreto, però lei non credo sia un mostro.

Chissà cosa ne penserà il pubblico, quando Vox Lux arriverà nelle sale (al momento non si sa ancora quando).

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.