Stai leggendo: Eiaculazione precoce, il 20% degli uomini ne soffre: ecco i rimedi

Letto: {{progress}}

Eiaculazione precoce, il 20% degli uomini ne soffre: ecco i rimedi

L'eiaculazione precoce è una disfunzione sessuale molto comune, tuttavia spesso diventa fonte di imbarazzo e di frustrazione all'interno della coppia. Cerchiamo di capire di cosa si tratta e come affrontare questo disturbo.

1 condivisione 0 commenti

L'eiaculazione precoce è una delle disfunzioni sessuali maschili più presenti nel mondo adolescenziale ed adulto. Tuttavia, sebbene il 20% degli uomini ne soffra, solamente il 5% di questi si rivolge ad un andrologo.

Infatti, pur essendo un disturbo molto comune, difficilmente gli uomini ne parlano o ammettono di esserne affetti. Eppure, in certi casi, l'eiaculazione precoce non andrebbe affatto presa sottogamba. Ma facciamo un passo indietro e capiamo esattamente di cosa si tratta.

Che cos'è l'eiaculazione precoce

Partiamo dunque dalle basi: l'orgasmo maschile è accompagnato dall'emissione di sperma, ovvero l'eiaculazione. Che però, più spesso di quanto si pensi, arriva prima del previsto, con un certo sgomento da parte dei partecipanti all'atto sessuale. Si può dunque parlare di eiaculazione precoce quando questa avviene prima che l'uomo lo desideri, talvolta anche prima che il pene si sia introdotto nella vagina. 

L'eiaculazione precoce può essere molto frequente durante le prime esperienze sessuali. Se invece dovesse insorgere in un momento particolare della vita, potrebbe essere una spia importante di una patologia, come ad esempio un'infiammazione alla prostata. Non esitate dunque a rivolgervi ad uno specialista.

Come ottenere un buon controllo

Da alcune ricerche è emerso che, tra tutti gli europei, gli italiani sono i più attenti al problema. Essendo dunque una questione particolarmente sentita, che spesso provoca imbarazzo e insoddisfazione all'interno del rapporto di coppia, vi consigliamo degli esercizi di tipo preventivo, che vi aiuteranno sicuramente ad imparare ad avere un buon controllo dell'eiaculazione. 

Gli esercizi del piano perineale di Kegel consistono nel compiere alcuni movimenti del pavimento pelvico, utilizzando tutti quei muscoli che normalmente non vengono adoperati, se non per interrompere il getto di urina. Si tratta di contrarre ritmicamente il piano perineale, aiutandosi anche con la respirazione.

Questi esercizi possono essere fatti in qualunque momento della giornata, ma nell'atto pratico andranno eseguiti proprio quando starà per arrivare l'eiaculazione. Non vi stiamo dicendo che saranno risolutivi, ma imparare a controllare l'eiaculazione è senza dubbio utile.

Come affrontare il momento con il partner

Come abbiamo già accennato, l'eiaculazione precoce è un disturbo comunissimo, ma non per questo deve essere sottovalutato. Può essere infatti dovuta ad un complesso insieme di fattori emotivi e fisici e, per tale ragione, è sempre bene individuarne la causa. Che potrebbe rivelarsi banale - come un periodo particolarmente stressante - ma anche più delicata. Ecco perché è importante rivolgersi ad un andrologo che valuterà approfonditamente la cosa.

Molto spesso l'eiaculazione precoce è motivo di frustrazione e di vergogna all'interno del rapporto di coppia. Sminuire la cosa, cercare di nasconderla o fare finta di niente, rischia di essere piuttosto controproducente. Il dialogo con il proprio partner è sempre l'arma migliore.

Ritratto di coppiaHDunsplash @pabloheimplatz

Al di là di tutto ciò, seguire uno stile di vita sano contribuirà a fare la differenza. Praticare sport, avere un'alimentazione corretta, dormire un determinato numero di ore a notte ed evitare alcol, nicotina ed un eccessivo consumo di caffeina, potrà concorrere ad una risoluzione del problema.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.