Stai leggendo: Dal KitKat al melone al gelato al pop corn fino alle foglie fritte: i dessert giapponesi più folli

Letto: {{progress}}

Dal KitKat al melone al gelato al pop corn fino alle foglie fritte: i dessert giapponesi più folli

Colorati, sorprendenti e dalle forme spesso incredibili, ecco alcuni dei dessert più folli che si possono provare in Giappone.

Il dolce giapponese raindrop cake istock

54 condivisioni 0 commenti

La cultura giapponese è tradizionalmente attenta alla forma, ma anche ossessionata dall’idea del trend forse più che ogni altra, e ciò è evidente anche nel mondo del cibo, non ultimi i dessert.

Così, il paese del Sol Levante è diventato il mercato preferito di alcuni brand conosciuti in tutto il mondo per lanciare - talvolta solo temporaneamente - alcuni gusti davvero particolari di snack di fama globale. Ecco dunque che se tutto il mondo si innamora della versione più sofisticata del tè verde, ovvero il matcha, subito la multinazionale del gelato Häagen-Dazs oppure Nestlé lanciano rispettivamente uno stecco ed il KitKat dal delicato colore verde.

Nell’immaginario collettivo, poi, il Giappone è una sintesi di tradizione ed innovazione nonché patria del concetto di “kawaii”, ovvero tutto ciò che è carino, adorabile. Nel mondo dei dessert tutto questo significa sperimentare e tirar fuori opere d’arte astratte come le “raindrop cakes” (dolci gelatinosi che sembrano gocce d’acqua) o creare dolcetti che sono piccole sculture dalle forme tenere e delicate ma anche riscoprire il piacere di snack antichi e semplici, come una foglia di acero fritta.

Vediamo allora alcuni dei dessert giapponesi più assurdi e sorprendenti.

I macarons-gelato

Questa estate alcuni supermercati nipponici (7 Eleven) hanno cominciato a vendere la versione “gelato” dei macarons, popolare dolce francese che colora le vetrine di tante pasticcerie nel mondo. Considerando l’amore che in Giappone c’è per le forme ed i colori, anche questi dessert sono caratterizzati da palette invitanti, con sfumature tono su tono che richiamano il gusto di ciascuna variante: il ripieno di gelato infatti può essere al gusto di menta e cioccolato oppure frutti di bosco.

Raindrop cakes: le gelatine d’acqua 

Queste gelatine conosciute come raindrop cakes sono uno due trend culinari più virali degli ultimi tempi, e ovviamente in Giappone non hanno esitato a farne una versione ancora più spettacolare. Mentre infatti il mondo si interessava ai mondiali di calcio, il Giappone celebrava un traguardo atteso, ovvero l’arrivo nell’orbita di un’asteroide (162173 Ryugu) di una sonda spaziale lanciata quattro anni fa, Hayabusa2. In occasione del successo della prima fase della missione, in attesa che arrivino i dati collezionati dalla sonda, è stato creato un dolce molto scenografico, venduto dalla catena di negozi Lawson, che assomiglia a un pezzo di spazio punteggiato di stelle.

raindrop cakeHDistock

Si chiama Butterfly Beauty Pururun Water Gelatin e ha un gusto di limone e tè alle erbe. La superficie a forma di cupola è cosparsa di polvere dorata e la gelatina ha un colore gradiente che dà l’impressione di profondità. Il dolce è il frutto di un suggerimento di un fan in un contest lanciato la Lawson la scorsa primavera.

Cubi solidi di acqua

Torniamo nel mondo delle gelatine (ce ne sono tantissime) e scopriamo i parenti delle raindrop cakes, ovvero questi dolci, simili allo Yokan, ovvero un dessert tradizionale fatto di agar agar, zucchero e pasta di fagioli rossi. Queste versioni vendute da Lawson non usano la pasta di fagioli rossi, ma si ispirano all’idea dei dolcetti del tè giapponesi, Wagashi, che in genere replicano la forma di frutta, fiori animali in maniera molto realistica. In questo caso, la “dolce scultura” richiama sezioni levigate di cristalli colorati, che costano solo 2.30 euro l’uno.

Popcorn gelati

Se passate per Tokyo, assicuratevi di andare da Sweet XO Good Grief a Harajuku, Shibuya. Questo negozio infatti ha avuto l’originale idea di fare dei popcorn un dessert gelato, disponibile in 30 gusti diversi, per un prezzo che varia da circa 4 a circa 8 euro. Pare che “Frozen Mountain” sia la miglior scelta, con gelato alla vaniglia e popcorn caramellati, conditi da una salsa di cioccolato e caramello. Il negozio poi si trova nel mezzo di Takeshita Street, conosciuta come “patria del kawaii”, quindi anche di Instagram.

KitKat dai gusti esotici

DI recente in Italia è stato introdotto il KitKat al Tè Matcha o quello al Ruby Chocolate, ma in Giappone i gusti del famoso snack sono ben più esotici: come quello agli agrumi con salsa piccante, quello al melone Yubari King (che pare sia il più caro al mondo), quello alla zucca e molti altri. Ci sono - o ci sono state - combinazioni di gusti davvero infinite, e visto che si trovano quasi solo in Giappone, i KitKat sono diventati un souvenir nipponico classico, per la gioia degli amici golosi a casa.

Le caramelle Konpeitō

#konpeito

A post shared by ぐうねむzZ星野シテン (@guunemu) on

I konpeitō sono caramelle colorate con una storia regale. Furono introdotte dai mercanti portoghesi nel XVI secolo, e poiché per confezionarli c’era bisogno di molto zucchero, erano considerati una prelibatezza per pochi, tanto che - in grandi quantità - erano anche un mezzo per corrompere funzionari pubblici.

Al giorno d’oggi sono molto economici, e nonostante sappiano praticamente solo di zucchero, la famiglia imperiale giapponese li distribuisce ancora ai propri ospiti come un regalo di ringraziamento.

Dolcetti Usagi Manju 

Gli Usagi Manju sono dei dolcetti di farina di riso, simili al mochi, molto economici e particolarmente versatili: per questo sono uno snack popolare in Giappone da almeno 7 secoli. Questi a forma di coniglietto sono i più famosi e compaiono spesso nella cultura popolare. Di solito si mangiano in autunno, durante la cerimonia in onore della luna (conosciute come Tsukimi,Otsukimi o Jugoya), oppure durante i matsuri.

Gusti improbabili di Häagen-Dazs

2018年上半期(1月~6月)に発売のハーゲンダッツカップタイプをまとめてみました✨⠀ 今年は何種類食べましたか❓ ⠀ 🔶発売日:2018/1⠀ 💓『ハーゲンダッツ ミニカップ バニラ ハートパッケージ 』⠀ ⠀ 🔶発売日:2018/2/6⠀ 🍓『ハーゲンダッツ ミニカップ ストロベリーホワイトチョコレート』⠀ ⠀ 🔶発売日:22018/2/27⠀ 🌸『ハーゲンダッツ 華もち 桜あん』⠀ ⠀ 🔶発売日:2018/2/27⠀ 🌸『ハーゲンダッツ 華もち 栗あずき』⠀ ⠀ 🔶発売日:2018/4/10⠀ 🍌『ハーゲンダッツ ミニカップ キャラメルバナナ』⠀ ⠀ 🔶発売日:2018/4/24⠀ 🧀『ハーゲンダッツ ミニカップ ダブルチーズケーキ』⠀ ⠀ 🔶発売日:2018/5/8⠀ 🍮『ハーゲンダッツ ミニカップ マンゴープリン~ココナッツミルク仕立て~』⠀ ⠀ 🔶発売日:2018/5/22⠀ ☕『ハーゲンダッツ ミニカップ 香る珈琲バニラ』⠀ ⠀ 🔶発売日:2018/6/26⠀ 🍊『ハーゲンダッツ ミニカップ 甘夏』⠀ ⠀ 発売日:2018/6/26⠀ ☕『ハーゲンダッツ マイスイート 春摘み紅茶香る 白桃のタルト』⠀ ⠀ #ハーゲンダッツ #haagendaz #もぐナビ

A post shared by もぐナビ (@mognavi.jp) on

Esattamente come i KitKat, anche la multinazionale americana del gelato ha lanciato tanti gusti insoliti in Giappone, spesso in edizioni limitate, che combinavano elementi tipici della cucina nipponica, come i fagioli azuki, la patata viola ed il tè matcha. Un anno fa ad esempio è arrivato sul mercato un gelato a base di hojicha, una varietà di tè verde che viene arrostito, spesso usando le ultime foglie del raccolto, il che conferisce un sapore tostato molto deciso.

Fagottini di crema a forma di riccio

A circa mezz’ora a sud del centro di Tokyo c’è la città di Yokohama, famosa per la sua enorme ruota panoramica e i parchi che offrono splendidi panorami. Ma i foodies sanno anche che nella Chinatown locale (una delle più grandi in Giappone) si possono trovare dei fagottini fritti a forma di riccio. Li vende un locale dim sum che si chiama Yoseigo, aperto nel 1946. Sono dolcetti ripieni di crema pasticcera ed hanno piccoli aculei di pastella… come si può resistere?

Foglie d’acero fritte

Quando si parla di aceri, il Giappone non ha nulla da invidiare al Canada e anche se il paese asiatico non è famoso per lo sciroppo, ha comunque trovato un modo di sfruttare questi bellissimi alberi per trarne una golosità: le foglie passate in una tempura dolcissima e fritte.

È una specialità che si trova soprattutto nella zona di Osaka, e pare che i veri professionisti siano nella zona di Minoh nella parte nord della città: questi maestri tengono le foglie di acero coperte di sale e chiuse in botti per anni, anche se non tutte le ricette prevedono questa lunga procedura. Si può provare anche a casa, con foglie di acero pulite ed essiccate, intinte in una tempura ad alta dose di zucchero e poi fritte in abbondante olio vegetale (chi vuole può anche condirle con sciroppo d’acero).

Quale di questi dolci vorreste provare per primo?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO