Stai leggendo: Photo Ark: la tartaruga dal guscio molle gigante dello Yangtze

Letto: {{progress}}

Photo Ark: la tartaruga dal guscio molle gigante dello Yangtze

Photo Ark, la mostra del fotografo di National Geographic Joel Sartore, è a City Life Shopping District di Milano fino al 16 settembre. Qui potrete ammirare anche gli splendidi scatti di questo meraviglioso esemplare di tartaruga dal guscio molle gigante.

29 condivisioni 0 commenti

Photo Ark, l'affascinante esposizione fotografica di Joel Sartore è a City Life Shopping District di Milano ancora per poco. Avrete infatti tempo fino al 16 settembre per visitare gratuitamente quest'incredibile mostra, nata dall'idea di Sartore di creare un enorme archivio fotografico delle specie animali in via d'estinzione, ospitate nelle riserve e nei centri di conservazione. 

Gli scatti di Joel Sartore, frutto di un lavoro lungo dieci anni che l'ha condotto in ogni parte del globo, sono straordinariamente potenti. Osservandoli è facile rendersi conto della straordinaria ricchezza e varietà del mondo animale e di quanto sia importante adoperarsi per salvaguardare la biodiversità del nostro pianeta. Perché una cosa è certa: siamo tutti responsabili del meraviglioso posto in cui viviamo.

Photo Ark: la tartaruga dal guscio molle gigante dello Yangtze 

Tra i ritratti esposti all'interno della mostra, ci sono anche alcuni splendidi scatti di un esemplare di tartaruga dal guscio molle gigante dello Yangtze, una delle specie più minacciate dell'intero pianeta.

Conosciute anche come tartarughe del Fiume Rosso, sono tra le tartarughe d’acqua dolce più grandi al mondo. Lunghe circa 90 cm, possono arrivare a pesare 90 kg e sono in grado di sopravvivere anche un secolo. Un esemplare scoperto in Vietnam pesava addirittura più di 200 kg.

Le tartarughe dal guscio molle si nutrono di pesci, chiocciole, giacinti d'acqua, granchi, rane e foglie. Generalmente i maschi sono più piccoli delle femmine, le quali possono deporre dalle 40 alle 100 uova alla volta, che si accoppino o meno. Perciò, per ottenere dei piccoli, il maschio deve fertilizzare le uova. 

La tartaruga dal guscio molle gigante dello Yangtze a Photo ArkHDJoel Sartore, Photo Ark

Un tempo abbondavano in Cina e in Vietnam, ma i pochi esemplari rimasti oggi sopravvivono solo grazie all'uomo. Le cause dell'estinzione di questa affascinante specie sono da attribuire alla distruzione del loro habitat, alla caccia e all'uso di carapace ed ossa in medicina. 

Attualmente sono presenti all'interno dello zoo cinese di Suzhou due esemplari, un maschio e una femmina. Un terzo - di cui non è possibile determinarne il sesso con certezza - vive nel lago di Dong Mo, in Vietnam, mentre una quarta tartaruga, quasi centenaria, è morta due anni fa in Vietnam, in cattività.

La sistematica costruzione di dighe nella parte Sud-occidentale della Cina sta mettendo gravemente a rischio l'ecosistema dell'intera area e i ricercatori della Wildlife  Conservation Society si stanno adoperando per tentare di ripristinare la specie. Queste tartarughe sono infatti degli indicatori della salute ambientale. Se riescono a sopravvivere, vuol dire che il nostro sistema ecologico sta abbastanza bene. In caso contrario, significherebbe che le sue condizioni sono oltremodo gravi.

La tartaruga dal guscio molle gigante dello Yangtze nella mostra Photo ArkHDJoel Sartore, Photo Ark

Per conoscere meglio questi animali unici ed osservare tante altre specie, non perdetevi Photo Ark.

Vi aspettiamo fino al 16 settembre, dalle 9:00 alle 21.00, presso Piazza Tre Torri, CityLife Shopping District, Milano.

Non mancate!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO