Stai leggendo: A Star Is Born: l'intesa 'immediata' tra Lady Gaga e Bradley Cooper

Letto: {{progress}}

A Star Is Born: l'intesa 'immediata' tra Lady Gaga e Bradley Cooper

Il regista e protagonista di A Star Is Born e la sua co-star Lady Gaga hanno rivelato come è stato lavorare insieme all'atteso remake, durante le cui riprese la cantante ha anche subito un grave lutto.

Una scena di A Star Is Born con  Lady Gaga e Bradley Cooper Warner Bros

6 condivisioni 0 commenti

Da ciò che si è visto sinora, pare che Bradley Cooper e Lady Gaga stiano per diventare una delle coppie più amate del grande schermo: i due recitano - e cantano! - insieme nel debutto alla regia di Cooper, ovvero il remake di A Star Is Born.

Entrambe le star sono sulla copertina di un numero importante della rivista Entertainment Weekly, quello dedicato ai film più attesi dell’autunno, e nell’intervista all’interno hanno raccontato come sia stato lavorare insieme. Cooper, che interpreta la rockstar Jackson Maine, e Gaga, che recita il ruolo di Ally, la ragazza piena di talento che lui scopre, dicono di aver avuto fin da subito un’intesa immediata, tanto che hanno deciso di lavorare insieme subito dopo essersi incontrati per la prima volta.

Ci siamo seduti al piano a casa mia e l’ho sentito cantare e ricordo che ho smesso di suonare.

Ricorda Lady Gaga. “Ho detto ‘Oh Mio Dio, Bradley, sai cantare davvero!’, e siamo andati avanti. Prima che ce ne rendessimo conto, stavamo armonizzando. E lui ci ha filmati. Abbiamo un video della prima volta che abbiamo cantato insieme”. Cooper è intervenuto con una battuta: “È nel mio telefono. Quando lo riguardo mi dico ‘Oddio, come ha fatto ad accettare? Non sono mica tanto bravo’”.

Prima di rendermene conto, gli stavo preparando spaghetti e polpette. Sembrava giusto.

Ha continuato la popstar: “Volevo fare qualsiasi cosa necessaria per mostrare allo studio e a lui che ero la persona giusta per la parte”. Ma, stando a Cooper, non ne aveva bisogno, perché hanno subito capito entrambi che volevano fare questo film insieme: “Una stretta di mano, e poi era un ‘Ok, si comincia’, ed abbiamo iniziato una lunga avventura”.

Lei sa tutto di me, tutto. Non c’è una sola cosa di me che non conosca, e credo di poter dire lo stesso per me.

Il neo regista ha svelato come tanti colleghi gli avessero consigliato di lasciar perdere questo progetto, ma lui, pur sapendo che un fallimento avrebbe potuto costargli tutto, non ha voluto desistere.

Eppure non potevo negare quello che sentivo nel profondo, cioè che questo era il mio film. Ha accesso qualcosa in me.

Bradley Cooper & Lady Gaga in #AStarIsBorn

A post shared by A Star Is Born (@starisbornmovie) on

Si tratta della quarta volta che la storia di È nata una stella arriva al cinema, e quella precedente è stata con Barbra Streisand, che si aggiudicò un Oscar per la miglior canzone, Evergreen - e che tra l’altro ha fatto visita al set di Cooper: “Ci ha dato una benedizione. Tutti erano così emozionati che fosse lì. Ci guardavamo e ci dicevamo: ‘Wow, come facciamo ad essere qui, adesso?’”.

Anche per Lady Gaga ci sono stati molti momenti indimenticabili durante la produzione del film, ma uno di questi è stato particolamente doloroso, ed ha coinciso con il giorno in cui è stata girata una scena molto commovente, in cui Ally canta una ballad allo Shrine di Los Angeles. “La mia cara, carissima amica Sonja era morta per colpa del cancro quel giorno. Dovevamo iniziare a girare in mezzora, ed io sono andata via dal set perché il marito mi ha chiamato e potevo sentirla in sottofondo, sono entrata in macchina ed ho guidato. L’ho persa per soli 15 minuti ed è morta. Mi sono stesa letteralmente accanto a lei, con il marito, il loro cane ed il figlio…”. La diva è poi tornata sul set ed ha cantato la canzone.

Lui mi diceva ‘Non devi rifarlo. Va bene così’. Ma tutto quello che volevo fare era cantare. non dimenticherà mai quel giorno. Era una scena davvero speciale, e ricorderò quel momento per sempre.

A Star Is Born uscirà al cinema l’11 ottobre, ma sarà presentato in anteprima mondiale durante il Festival di Venezia.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.