Stai leggendo: I brand ecologici da sostenere per essere green, chic e aiutare il pianeta

Letto: {{progress}}

I brand ecologici da sostenere per essere green, chic e aiutare il pianeta

Vestirsi alla moda e rispettare l'ambiente non è una contraddizione. Ecco alcuni marchi da tenere d'occhio per essere trendy e allo stesso tempo green.

Abiti in moda ecologica iStock

2 condivisioni 0 commenti

L’ecosostenibilità non è più un’opzione nello scenario della moda contemporanea. Rispettare l’ambiente, gli animali ed essere green è una prerogativa di sempre più marchi nel mondo del fashion system.

La ragione sarebbe culturale, un cambio di mentalità e di valori: secondo Business of Fashion, il 66% dei millennial di tutto il mondo è disposto a spendere di più per marchi sostenibili e il numero di brand disposti a rinunciare a sfruttare l’ambiente e gli animali per proporre materie prime ecosostenibili e tecniche cruelty free è disposto a salire ancora nel 2018.

Negli ultimi tempi numerosi marchi di alta moda si sono convertiti all’ecosostenibilità, da Gucci a Michael Kors, ma tra i pionieri del fashion green si annovera sicuramente Stella McCartney, che nel 2001, tra lo scetticismo generale, ha deciso di orientare il proprio business lontano da pelle e pellicce.

Ma i grandi brand non sono gli unici ad aver attuato questa “rivoluzione verde” nel mondo della moda. Oltre ai più famosi, anche tante altre linee secondarie hanno deciso di adottare una politica ambientale attenta e consapevole. Ecco qualche esempio di brand chic & green.

Allbirds

Allbirds si occupa di sneaker in linea con il rispetto dell’ambiente, utilizzando materiali non dannosi e riciclati. Un esempio? Le infradito le cui suole sono realizzate in canna da zucchero. Altri elementi sono stati prodotti con la schiuma di plastica EVA, spesso utilizzato nella realizzazione di calzature. Il marchio è davvero giovane e sorprendente e persino Leonardo DiCaprio ha deciso di investirci.

Infradito Allbirds gialleAllbirds
Infradito ecosostenibili

Amur

Questo marchio newyorchese rispetta l’ambiente senza sacrificare lo stile. Amur ha deciso di utilizzare, per la propria produzione, fibre organiche e naturali, come canapa e lino, senza dimenticare fibre riciclate in poliestere.

Amur scardina tutti i luoghi comuni sui vestiti ecosostenibili, che spesso ci immaginiamo di colori neutri e senza lavorazioni particolati: i disegni del brand sono vivaci e i colori sgargianti. Questo prova che il rispetto dell’ambiente non può e non deve essere legato a una diminuzione della qualità.

Abito rosa a due tonalità firmato AmurAmur
Uno dei raffinati abiti Amur

Arela

Si tratta di un marchio scandinavo, lanciato nel 2006, che produce outfit in cashmere e cotone ecosostenibili. Arela si occupa anche della produzione di capi grazie al riciclo di indumenti usati e riutilizza gli imballaggi per la spedizione della merce acquistata online.

Caftano bianco in cotoneArela
Un caftano in delicato cotone

Bleusalt

Marchio californiano, realizza outfit dallo stile caratteristico della costa occidentale senza maltrattare l’ambiente e utilizzando materiali provenienti dai faggeti austriaci. Bleausalt produce outfit athleisure ed è sostenuto da diversi vip e celebrity. Esiste una capsule intitolata a Patrick Dempsey, il Derek di Grey’s Anatomy, e un paio di pantaloni sportivi dedicati a Cindy Crawford e chiamati come lei.

Cindy Pants ispirati a Cindy CrawfordBleusalt
I Cindy Pants sono stati creati in onore di Cindy Crawford

Brother Vellies

Very busy matchmaking.

A post shared by Brother Vellies (@brothervellies) on

Il brand realizza borse vistosamente pelose e ciabatte e pantofole, è stato fondato da Aurora James e rispetta i criteri di ecosostenibilità. I prodotti di Brother Vellies sono realizzati a mano in Sud Africa, Etiopia, Kenya e Marocco e aderiscono alle regole della “moda slow”, pensata partendo dalle fattorie fino al tavolo di lavorazione inquinando il meno possibile. I prezzi sono piuttosto alti, ma vanno a sostenere una comunità che rispetta gli standard ecologici e aiuta il pianeta.

Borsa di pelliccia rosa Brother VelliesBrother Vellies
Un batuffolo di pelliccia ecologica da portare a mano

Everlane

Easy, breezy, Japanese GoWeave. Summer, here we come. Link in bio.

A post shared by Everlane (@everlane) on

Everlane è un brand che ha deciso di adottare un approccio trasparente con i propri consumatori per quanto riguarda il processo di produzione e sviluppo. Sul web ci si può collegare alle fabbriche in tutto il mondo e farsi un’idea su come vengono prodotti i suoi capi. Lo stile essenziale e minimal unito al messaggio ecofriendly del brand ne aumentano l’appeal. 

Abito in cotone ecosostenibileEverlane
Abito giallo in cotone ecosostenibile

Matt e Nan

Matt e Nan, brand di borse di Montreal fondato nel 1995, fin dai lontani anni ’90 si è impegnato a non uccidere animali per la produzione dei propri brand. I propri design, le rifiniture e le texture dei materiali non hanno nulla da invidiare alla pelle, ma nel corso della propria storia questo marchio ha utilizzato vari e diversi materiali riciclati, come la gomma o il cartone, e dal 2007 ha scelto di sperimentare bottiglie di plastica riciclate per rivestire i propri oggetti.

Borsa color amaranto realizzata con materiale ecosostenibileHDMatt & Nan
Una splendida borsa vegana

Mirabelle

È un marchio di gioielli fatti a mano certificato niente poco di meno che dalla duchessa di Cambridge, Kate Middleton, che ha indossato spesso gli orecchini Mirabelle. Veronique Henry, fondatrice del brand, utilizza solo materiali del commercio equo e solidale, come argento o materiali placcati in oro. I prezzi sono piuttosto contenuti (si arriva fino a 200 dollari per una collana), tanto da garantire uno shopping sotto il segno dell’eleganza e del low cost senza troppi sensi di colpa.

Orecchini in perla naturale marchio ecosostenibileMirabelle
Gli splendidi orecchini in perla naturale

Nisolo

Nisolo è un marchio di scarpe realizzate secondo i criteri ecosostenibili, con una pelle che proviene da una conceria impegnata nel trattamento etico degli animali. Il brand collabora anche con centri di produzione equo solidali in Perù e Messico e, allo stesso tempo, sostiene i piccoli artigiani indipendenti appaltando alcuni lavori. Anche i prezzi sono friendly e vanno dai 70 ai 250 dollari. 

Scarpe Oxford di NisoloNisolo
Delizioso modello Oxford

H&M Conscious

Anche H&M, il colosso fast fashion, ha aderito alla politica green lanciando un sottomarchio che mira a valorizzare e rispettare l’ambiente: gli elementi della collezione attuale del 2018 sono realizzati in cotone organico e poliestere riciclato, ma senza variare il prezzo conveniente che i consumatori di tutto il mondo apprezzano da sempre in questo brand. La prossima volta che passate da H&M, non dimenticatevi di dare un’occhiata a questa sezione.

T-shirt Friends bianca ed ecosostenibileH&M Conscious
La mitica t-shirt di Friends è realizzata in materiale ecosostenibile

Che ne pensate? Quale tra questi brand vi ha colpito di più?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.