Stai leggendo: Estati della nostra infanzia: la TV che amavamo a fine anni '90

Letto: {{progress}}

Estati della nostra infanzia: la TV che amavamo a fine anni '90

Estate: andiamo a riscoprire insieme alcuni tra i programmi TV che hanno accompagnato questa magnifica stagione, durante gli anni della nostra infanzia o della nostra adolescenza. Siete pronti a viaggiare nel tempo?

10 condivisioni 0 commenti

Estate: c'era forse un momento più atteso o più amato quando eravamo bambini o adolescenti? La fine della scuola, l'inizio delle vacanze, la libertà di non doversi svegliare presto la mattina e di poter giocare o uscire con gli amici - senza orari e senza compiti - per ben 3 mesi. Tre lunghissimi mesi.

Altro che Facebook, Instagram o Twitter. Erano tempi in cui le vacanze le documentavamo sui rullini o sulle macchinette fotografiche usa e getta. Tempi in cui, per telefonare ad un amico bastava munirsi di un gettone o - per i più avanguardisti - di una scheda telefonica. Anni in cui, quando volevamo ascoltare l'ultimo tormentone musicale, accendevamo la radio o infilavamo una moneta nel jukebox. E per scoprire le ultime avventure dei vip sfogliavamo le riviste di nonna o di mamma, immancabili sotto l'ombrellone. 

E poi c'era lei, ovviamente. La televisione. Che anche in estate non smetteva mai di farci compagnia, con un palinsesto perfetto per cullarci nei lunghi pomeriggi afosi trascorsi a casa dopo la fine della scuola, a sognare il mare e le vacanze. Oppure durante quell'oretta post-pranzo dopo una mattinata in spiaggia, quando ci si piazzava sul divano con un occhio semi-chiuso e l'altro incollato allo schermo. O magari in certe mattinate di fine agosto, quando facevamo finta di fare i compiti per le vacanze, e invece scivolavamo di soppiatto in salotto, a premere il telecomando. 

Ed oggi, in questa calda giornata, abbiamo deciso di fare un breve viaggio nel tempo per andare a riscoprire insieme 5 programmi televisivi che hanno accompagnato le estati della nostra infanzia o adolescenza. Siete pronti?

1) Il Festivalbar

Potevamo non partire con lui? Se siete dei veri nostalgici degli anni '90, vi basterà pronunciarne il nome per sentire una morsa allo stomaco di malinconia. Un nome che - a cavallo tra la fine del secolo scorso e l'inizio del nuovo millennio - ha fatto inesorabilmente rima con la parola estate.

Il Festivalbar: per più di 20 anni (anche se la prima edizione risale al lontano 1964) non c'è stato tormentone italiano o internazionale, pop, dance, latino o rock, che non sia passato sul palco di una delle kermesse più amate dai giovani di diverse generazioni.

Un palcoscenico sul quale si sono alternati i volti più amati di quegli anni. Da Amadeus a Fiorello, da Federica Panicucci ad Alessia Marcuzzi, dalla regina della italo dance Corona a Michelle Hunziker, da Daniele Bossari a Ilary Blasi.

Quando nel 2008 fu annunciato che l'edizione prevista non si sarebbe tenuta, molti di noi capirono che non si trattava di un evento qualunque. Quella era la fine di un'epoca, di un mondo, di una stagione durante la quale per ascoltare la tua pop star preferita dovevi restare realmente attaccato al televisore per ore ed ore, con il cuore in gola, in attesa che andasse in onda la sua esibizione o il suo videoclip. Come ben sappiamo, negli anni a venire, per fare tutto questo sarebbe bastato un dispositivo e una buona connessione.

2) Settimo Cielo - 7th Heaven

Passiamo ora ad una serie TV andata in onda per dieci anni e 11 stagioni a partire dal 1996, e che qui in Italia veniva puntualmente trasmessa in estate. Vi ricordate la numerosa famiglia Camden? C'era il papà reverendo con la saggia moglie Annie e una cascata di figli, ognuno dei quali, più o meno a fasi alterne, si ficcava in qualche guaio che a fine puntata si risolveva con una ramanzina o una giudiziosa presa di coscienza. 

Settimo Cielo ha il merito di aver lanciato una delle attrici cult del periodo, stiamo parlando di Jessica Biel, attuale moglie di Justin Timberlake, che per qualche stagione ha vestito i panni della maggiore di casa Camden, Mary. Le spettatrici più "attente" forse avranno presente anche il fratello Matt, aka Barry Watson, bello, tenebroso quanto basta, ma alla fine dei conti sempre affidabile. E con uno stile decisamente nineties.

3) MTV On the Beach

Chi è nato, cresciuto, maturato o invecchiato negli anni '90, non può non ricordare con una punta di magone una delle emittenti più amate del periodo, una vera novità che, appena approdata in Italia, ci ha catapultati nel cuore dell'Europa più cool.

Stiamo parlando ovviamente di MTV. Non era certo l'unico canale musicale, ma forse - agli occhi di un bambino o di un adolescente - il più affascinante. Merito di un palinsesto decisamente azzeccato, sempre in linea con i tempi e con le ultime tendenze. E, ovviamente, dei padroni di casa, i Vj's, che durante le estati si trasferivano nelle spiagge più alla moda del pianeta.

MTV On the Beach è andato in onda dal 1998 al 2004. Messico, Italia, Ibiza: tutti i Vj's, da Marco Maccarini a Daniele Bossari, dalle Kris&Kris, a Valeria Bilello, si sono susseguiti alla conduzione, allietando i nostri pomeriggi dalle località mozzafiato, con interviste sul bagnasciuga, giochi e news dal mondo del pop.

Li abbiamo seguiti, amati e anche un po' invidiati. Ma sicuramente ci hanno aperto una finestra sul mondo, in tempi in cui viaggiare e spostarsi poteva essere - per un giovane - ancora piuttosto complicato.

4) Giochi senza frontiere

Giochi senza frontiere è un programma che è andato in onda in tutta Europa per circa 30 anni, riscuotendo un successo incredibile. Si trattava di una sorta di olimpiadi tra nazioni che - rappresentate in ogni puntata da una diversa città - si sfidavano in alcune prove divertenti e bizzarre. Lo scopo era ovviamente quello di avvicinare i diversi paesi di un'Europa allora ancora molto eterogenea. 

Come già detto, lo show ha goduto di una straordinaria popolarità tra grandi e soprattutto piccini, affascinati e divertiti dalle curiose e strampalate prove che hanno accompagnato le serate estive di tanti anni. Vi invitiamo a riascoltare la sigla e a tirare fuori un kleenex. 

5) Dawson's Creek

Non potevamo non nominarlo. Ce ne sono state molte di serie TV che andavano in replica d'estate tra la fine degli anni '90 e i primi 2000, ma ci prendiamo la responsabilità  di affermare che Dawson's Creek è stata, senza ombra di dubbio, una delle più amate.

E poco importa se la stagioni passate le avevamo già seguite con attenzione durante l'inverno: alzi la mano chi, quando partiva l'arouanauai nel primo pomeriggio, non rimaneva incollato davanti alla TV a rivedersi l'episodio del primo bacio tra Pacey e Joey o quello della scoperta, da parte di Dawson, della relazione tra i suoi migliori amici.

Insomma, Dawsons' Creek ci piaceva d'inverno, ma forse d'estate un po' di più. Perché è questa, per eccellenza, la stagione delle prime cotte adolescenziali

E voi cosa ne pensate? Quali erano i vostri programmi TV estivi preferiti? Ce n'è qualcuno che vi piacerebbe rivedere?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.