Stai leggendo: Jamie Dornan: 'Aver perso mia madre a 16 anni mi ha segnato profondamente'

Letto: {{progress}}

Jamie Dornan: 'Aver perso mia madre a 16 anni mi ha segnato profondamente'

L'attore irlandese è patrono di un'associazione che mira a sensibilizzare riguardo il tumore al pancreas, la terribile malattia che ha causato la morte della madre quando lui aveva 16 anni.

Jamie Dornan Getty Images

4 condivisioni 0 commenti

Sono passati 20 anni, ma la morte di una mamma in giovane età è un evento che lascia un segno per il resto della vita: questo il pensiero di Jamie Dornan nel parlare della tragica perdita.

La star di Cinquanta sfumature di grigio ha parlato apertamente del dolore causato dalla morte della madre Lorna per cancro al pancreas, quando lui aveva solo 16 anni, durante un evento a Belfast in supporto dell’organizzazione benefica NIPanC, che aiuta le persone colpite da questa terribile malattia.

Durante il pranzo di beneficenza al Mater Hospital della capitale, Dornan ha dichiarato: “Quella perdita ha un effetto permanente ed in continua evoluzione su di me, e non lo augurerei a nessuno”.

Sento che ogni giorno mostra le sue conseguenze su di me in modi che a volte capisco, altre volte non ne sono consapevole.

Ed ha continuato: “Ma non sono solo in questo dolore, sono molti coloro che hanno perso le persone più care in giovane età”. La diagnosi di cancro al pancreas della madre giunse quando lui aveva 14 anni, e lui ne aveva appena compiuti sedici quando la donna è venuta a mancare. “Qualsiasi ragazzino a quell’età è ingenuo, io sentivo di essere particolarmente giovane ed ingenuo all’epoca”.

Ero un po’ indietro rispetto ai miei amici durante la crescita. Ma sono dovuto crescere in fretta dopo quel momento.

Dornan era accompagnato all’evento dalla sorella Jess. L’attore è diventato un patrono dell’organizzazione benefica che opera nell’Irlanda del Nord, che è stata costruita con l’aiuto della Pancreatic Cancer Action e del Pancreatic Cancer Research Fund ed aiuta anche i familiari delle vittime della malattia. Di questa realtà Jamie Dornan dice: “Non credo che esistesse nulla del genere, a questo livello (quando mia madre era malata)

Sarebbe stato fantastico poter parlare con altre persone che stavano vivendo la stessa orrenda situazione in cui ci siamo ritrovati.

Ed ha aggiunto: “Mi sento onorato di poter contribuire a gettare una luce su questa malattia e sono piuttosto determinato nel cercare di aiutare in qualsiasi modo possibile a cambiare le statistiche di questo male che sono ancora parecchio terribili, e non credo che ci sia stato un serio miglioramento in 40 anni”.

Facciamo il possibile per cercare di sensibilizzare ed aiutare a diagnosticare [il cancro al pancreas] con anticipo, ed essere più consapevoli dei sintomi in quel piccolo spazio di tempo, per riuscirci.

Anche in Italia esiste un’associazione simile: si tratta di Nastro Viola (che ha anche una pagina Facebook), creata proprio da cinque persone diverse che hanno perso qualcuno di caro per colpa del terribile tumore al pancreas.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.