Stai leggendo: Nella provincia di Brescia è nato un coniglio rosa

Letto: {{progress}}

Nella provincia di Brescia è nato un coniglio rosa

Nella provincia di Brescia, a Manerbio, è nato un coniglio completamente rosa. E non è stato tinto artificialmente, ma c’è una spiegazione scientifica.

Coniglio rosa Giornale di Brescia

62 condivisioni 0 commenti

Nella provincia bresciana, precisamente a Manerbio, è nato un coniglio completamente rosa. Non siamo finiti nel video di Pink degli Aerosmith, e nessuno ha pensato di prendere una bomboletta spray ed eseguire l’orrenda operazione di tingerlo artificialmente.

Il coniglio rosa è nato davvero così, la notizia è stata riportata dal Giornale di Brescia e c’è una spiegazione scientifica. Il colore dei conigli dipende dall’incrocio tra i loro pigmenti, che – come con i lineamenti delle persone umane – possono trovare una varietà infinita di combinazioni. Il gene D determina l’esatto colore che assumerà l’animale e, a causa proprio di una formula alternativa di questo gene, il coniglio è nato rosa.

Il coniglio sui generis appartiene a Giacomo Bertolozzi, fratello del poeta dialettale Memo, ed è nato insieme a due fratelli che risultano regolarmente bianchi (uno di loro, però, ha una zampa rosa). E ora gira libero e felice nel giardino di Bertolozzi, inconsapevole del fatto che, a pochi giorni di vita, è uno dei conigli più fotografati e ammirati.

Che ne pensate? Il famoso detto “segui il coniglio bianco” diventerà “segui il coniglio rosa”? 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.