Stai leggendo: Pilates, benefici al corpo e all'autostima

Letto: {{progress}}

Pilates, benefici al corpo e all'autostima

Come è nato il Pilates? Perché Praticarlo? Quali sono le regole base? Come può aiutare a conquistare una forma fisica invidiabile? Ecco i segreti della disciplina più amata nelle palestre.

Sessione di pilates iStock

41 condivisioni 0 commenti

Il Pilates piace proprio a tutti. Sono tante le donne che traggono beneficio da questa disciplina, ma anche molti uomini si sono avvicinati al Pilates per risolvere problemi alla schiena o alle articolazioni, per rilassarsi facendo movimento oppure per semplice curiosità.

Rispetto ad altre discipline del fitness, il Pilates è relativamente giovane. Il tedesco Joseph Pilates ha perfezionato questo metodo di allenamento durante e dopo la Prima Guerra Mondiale, ma per decenni il Pilates è stato praticato solo da una ristretta élite e solo negli ultimi quindici anni è entrato a far parte del mainstream del fitness imponendosi come una delle attività più praticate. Ma quale è il segreto dell'efficacia del Pilates, come è nato e quali sono i suoi benefici a fronte di una pratica regolare?

Pilates: principi su cui si basa il metodo

Il nastro durante una lezione di pilatesHDUnsplash

Innamorato dell'ideale classico di equilibrio tra corpo, mente e spirito, Joseph Pilates ha sviluppato una serie di esercizi basati su questo concetto. Non è stato, però, il solerte amante del benessere a dare forma sistematica ai principi alla base del suo metodo, ci hanno pensato gli istruttori che, basandosi sul suo esempio, hanno teorizzato i principi su cui si basa il Pilates. Principi validi tutt'oggi sia che si lavori a corpo libero sia che si utilizzino i macchinari specifici per questa disciplina.

Centro: nel Pilates il focus dell'attività fisica è il centro del corpo, area da cui si produce l'energia sita tra la parte bassa delle costole e il pube. A livello energetico, l'energia sprigionata per compiere correttamente gli esercizi di Pilates deriva dal centro.

Concentrazione: solo usando la massima attenzione durante l'esecuzione degli esercizi, si otterrà il massimo risultato da ogni movimento.

Controllo: ogni esercizio di Pilates richiede il completo controllo, ogni movimento è consapevole, deliberato e controllato dalla mente.

Precisione: nel Pilates, la consapevolezza è alla base di ogni movimento. Esiste un appropriato allineamento e un'appropriata traiettoria relativa a tutte le parti del corpo.

Respiro: essenziale in ogni esercizio. i polmoni hanno il compito di pompare aria dentro e fuori il nostro corpo durante l'esecuzione degli esercizi che devono essere coordinati col respiro in quanto parte integrante della disciplina.

Fluidità: gli esercizi di Pilates devono essere eseguiti in maniera fluida. Eleganza, grazia e facilità sono gli obiettivi da raggiungere. L'energia sprigionata connette tutte le parti del corpo e fluisce attraverso il corpo in modo uniforme.

I benefici al fisico e allo spirito

Un esercizio di pilatesHDiStock

La crescente popolarità del Pilates dipende dalla natura dell'allenamento. Il Pilates è una ginnastica dolce, perciò può essere praticata anche da chi non è allenato a sostenere sforzi cardiovascolari. Al tempo stesso la completezza che ne caratterizza gli esercizi, che coinvolgono tutte le fasce muscolari, lo rende un'attività altamente efficace.

A beneficiare della pratica regolare del Pilates è prima di tutto la fascia addominale, visto che la disciplina lavora principalmente sul mantenimento del core durante l'esecuzione degli esercizi. La conseguenza più importante della pratica del Pilates è, però, l'eliminazione del mal di schiena. Stabilizzando l'area pelvica-lombare attraverso la contrazione, si allevia lo stress sull'area lombare. Il Pilates ha, inoltre, un impatto minimo sulle articolazioni, rendendo la pratica consigliata a chi ha subito infortuni.

Nessun trauma a livello fisico, ma a lavorare durante la pratica del Pilates, oltre il corpo, è anche la mente. A chi pratica questa attività è richiesto di concentrarsi sul proprio respiro, sul proprio corpo e su come correlarli. Il che richiede grande concentrazione e aiuta a sgombrare la mente dai problemi del quotidiano.

Una sessione di pilatesHDiStock

Chi pratica regolarmente Pilates vede migliorare le proprie prestazioni sportive perché si rende conto che tutti i muscoli sono collegati al core, inoltre, grazie al rafforzamento del pavimento pelvico anche le prestazioni sessuali migliorano e, in caso di gravidanza, il parto si rivela molto più semplice rispetto alle gestanti che non praticano attività fisica.

E chi teme di non esser sufficientemente flessibile per praticare il Pilates? Niente paura! Uno studio brasiliano hanno dimostrato che dopo 20 sessioni di Pilates la flessibilità di un gruppo di donne è migliorata del 19,1%. Sotto sforzo, i muscoli si accorciano limitando il range dei movimenti e rischiando infortuni. Cosa c'è di meglio che allungarli dolcemente?

Il pilates aiuta a dimagrire?

Il corpo si allunga durante una sessione di pilatesHDiStock

Dimagrire con il Pilates è possibile, questa disciplina aiuta a recuperare una buona forma fisica, ma la parola chiave è proprio "aiuta". La pratica regolare deve essere accompagnata a uno stile di vita sano, a un alimentazione regolare e alla lotta alla sedentarietà.

Come sappiamo, la perdita di peso è legata al rapporto tra calorie bruciare e calorie ingerite. Il Pilates aiuta a bruciare calorie, ma non tante quanto una sessione di spinning o una corsa. In 50 minuti di Pilates, una donna di 68 chili dovrebbe bruciare tra le 210 e le 360 calorie. Il numero esatto dipende dall'intensità della sessione.

Per essere davvero efficace nella perdita di peso, il Pilates dovrebbe essere affiancato da una regolare attività cardiovascolare. L'alternativa è intensificare la praticare del Pilates arrivando a cinque/sei sessioni settimanali da 50 minuti.

Efficacia contro la cellulite

Non solo il Pilates aiuta a migliorare la postura e a bruciare calorie. La sua azione rassodante aiuterebbe a prevenire il formarsi della cellulite nei punti chiave: cosce, glutei e fianchi.

La pratica del Pilates ha come conseguenza il rafforzamento e la tonificazione di tutti i muscoli del corpo. Le posizioni della disciplina stimolano il microcircolo, favorendo l’irrorazione dei vasi sanguigni e accelerando la procedura di esplusione delle tossine dal corpo. Con la pratica regolare, pian piano i muscoli si tonificano, la massa magra sostituisce quella grassa e anche la pelle appare più compatta, attenuando l'antiestetico fenomeno noto come 'buccia d'arancia'.

La prima parte del corpo a beneficiarne sarà la pancia, cuore del core. Contraendo la muscolatura addominale e pelvica durante gli esercizi, i tessuti verranno tonificati in profondità. Seguiranno a ruota glutei e cosce. Pur non facendo bruciare molte calorie, il Pilates stimola il metabolismo, accelerando la pratica di smaltimento di adipe e tossine. L'efficacia aumenta se alla pratica del Pilates viene abbinata una dieta che privilegia cibi magri, alimenti integrali, frutta, verdura, ma soprattutto tanta acqua, tè verde e tisane drenanti.

Anche schiena e cervicale ne gioveranno

L'uso dei ring nel pilatesHDiStock

Una postura scorretta o un lavoro troppo sedentario provocano problemi di salute che, col tempo, potrebbero aggravarsi. Le proprietà terapeutiche del Pilates permettono, però, di intervenire con esercizi mirati alleviando i fastidi a collo e schiena.

La testa e il collo dovrebbero essere allineati in modo da formare una naturale estensione della spina dorsale. Spezzare questo allineamento è uno dei modi più facili per danneggiare il collo causando dolore.

Il Pilates contrasta la cervicale e il mal di schiena rinforzando il core, la zona compresa tra la cassa toracica e il bacino, e permettendo di ottenere addominali forti, necessari per sostenere schiena e collo durante l'esecuzione degli esercizi. Inoltre stimola e rafforza le zone "a rischio" lavorando sulla flessibilità di schiena e collo. Se si lavora su questi muscoli, si stabilizza il baricentro corporeo e le sollecitazioni si scaricano più facilmente.

Migliorando resistenza, elasticità e flessibilità dei muscoli dell'anca e della cintura scapolare, il Pilates aiuta a eliminare la tensione cervicale e lombare alla quale il nostro corpo è continuamente esposto fin dalla semplice stazione eretta. L'importante è praticare questa discliplina con costanza, concentrazione e con l'aiuto di istruttori qualificati in grado di correggere gli errori nell'esecuzione degli esercizi e i risultati non tarderanno ad arrivare.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.