Stai leggendo: Femen, la fondatrice Oksana Shachko ritrovata senza vita a Parigi

Letto: {{progress}}

Femen, la fondatrice Oksana Shachko ritrovata senza vita a Parigi

L'attivista è stata ritrovata nel suo appartamento nella Capitale francese. La co-fondatrice Alexandra Shevchenko ha parlato di un biglietto che Oksana avrebbe scritto prima di morire

Manifestazione Femen Getty Images

2 condivisioni 0 commenti

Oksana Shachko, una delle fondatrici delle Femen, è morta nel suo appartamento a Parigi. Il corpo dell'attivista del celebre movimento femminista ucraino è stato ritrovato nella serata del 23 luglio, la notizia si è diffusa nelle ore successive ed è stata confermata ai media ucraini da altre membre di Femen. Stando a quanto emerso, si tratterebbe di suicidio. 

Oksana Shachko aveva 31 anni, si era rifugiata in Francia dove aveva ottenuto asilo e si dedicava alla pittura. A parlare del suo decesso, citata dalla BBC ucraina, è un'altra attivista, Alexandra Shevchenko, anche lei in Francia: “La data esatta della morte è ancora sconosciuta ma sarà rilevata dagli esami. L’ultima volta che l’ho vista era venerdì sera”.

Inoltre, stando alla ricostruzione di Shevchenko, Oksana avrebbe lasciato un biglietto, prima di morire, con sopra scritto "You are all fake". Tre giorni fa, sul suo profilo Instagram pubblicava la foto di un foglietto contenente lo stesso messaggio. 

Femen, è morta Oksana Shachko

Oksana Shachko aveva fondato le Femen nell'aprile del 2008, insieme a Alexandra Shevchenko e Anna Hutsol, con l'intento di creare un movimento che si battesse contro sessismo e turismo sessuale in Ucraina. L'anno seguente, Oksana Shachko ha protestato scoprendosi il seno a Kiev: è la prima attivista a farlo. Segnerà un modus operandi poi ripreso dalle altre membre del movimento. 

Nel 2012, il gruppo si trasferisce in Francia e viene creato un centro Femen a Parigi: l'associazione sarà poi ufficialmente riconosciuta dal governo francese. Quando i servizi segreti ucraini avevano costretto le attiviste a lasciare il loro Paese, nel 2013, Oksana Shachko si trasferiva Parigi.

Ancora sconosciuti data del decesso e motivazioni che avrebbero spinto al suicidio Oksana Shachko. 

 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.