Stai leggendo: Chris Pratt, Zoe Saldana ed altre star commentano il licenziamento di James Gunn

Letto: {{progress}}

Chris Pratt, Zoe Saldana ed altre star commentano il licenziamento di James Gunn

I protagonisti di Guardiani della galassia si sono uniti al coro di voci che ha commentato il licenziamento del regista James Gunn da parte di Marvel.

Il regista ed il cast di Guardiani della galassia al comic-con Getty Images

1 condivisione 0 commenti

Lo scorso venerdì, a seguito di alcuni vecchi tweet offensivi riemersi online, Disney ha licenziato il regista di Guardiani della galassia James Gunn, ed ora i protagonisti del film hanno espresso la loro opinione sui social.

I tweet, scritti oltre dieci anni fa (e per i quali il regista si era già scusato nel 2012), sono stati ripescati da utenti in disaccordo con l’orientamento politico del regista, ed hanno creato un precedente importante nell’impatto che i social media possono avere, essendo stati sufficienti a troncare di netto la carriera di un regista affermato e tendenzialmente molto apprezzato.

Il primo a ergersi a difesa di Gunn è stato l’attore Dave Bautista, che nei film Marvel interpreta Drax, ed il quale è tornato su Twitter per continuare ad esprimere la sua posizione al riguardo: la star di Spectre e Blade Runner 2049 è totalmente dalla parte di Gunn. Bautista ha infatti sottolineato che ciò che è successo ha conseguenze molto più importanti di quello che potrà succedere al terzo fgil di Guardiani della galassia (cui Gunn stava lavorando).

Questo è stato un attacco di #cybernazisti che ha avuto successo. A meno che non cominciamo ad unirci contro questo schifo - che le persone si offendano o no - le cose peggioreranno. E può succedere a chiunque.

Ed ha aggiunto: “Cosa fari quando i #cybernazi ti attaccheranno? Chi ti sosterrà? Chi prenderà vigliaccamente le distanze da te? Chi ti punirà per delle terribili BATTUTE del passato invece di difenderti per aver ISPIRATO milioni di persone? MILIONI!!” ed ha concluso con l’hashtag “#ingiustizia”.

Molto più tiepidi i commenti della coppia protagonista dei film Marvel diretti da Gunn, ovvero Chris Pratt e Zoe Saldana: quest’ultima, infatti, ha scritto: “È stato un weekend difficile, non lo negherò. Sto prendendo una pausa per assimilare tutto prima di dire cose fuori luogo.

Voglio solo che tutti sappiano che amo TUTTI i membri della mia famiglia di Guardiani. Li amerò sempre.

Il divo di Jurassic World invece si è limitato a citare un passo della Bibbia (Giacomo, 1,19): “Lo sapete, fratelli miei carissimi: sia ognuno pronto ad ascoltare, lento a parlare, lento all'ira”. Una decisione più drastica è quella presa da Michael Rooker (Yondu Udonta nei film), caro amico di Gunn, che ha scritto un ultimo tweet sul suo account, prima di disattivarlo: “Questo account sarà inattivo a partire da domani. Siamo molto stanchi e turbati per questa me**a persistente… né io né il mio portavoce useremo ancora Twitter. Twitter fa schifo e non voglio averci niente a che fare. Grazie a tutti coloro che hanno speso qualche parola gentile e mostrato supporto. Ci vediamo su Instagram”.

Anche il fratello di James Gunn, Sean, che appare nei film, ha scritto molti tweet al riguardo, e al fianco del regista si sono schierati anche gli attori Patton Oswalt e Selma Blaire diversi altri ed il regista Joe Carnahan (The Gray) ha condiviso il link alla petizione online che chiede a Disney di ri-assumere Gunn, e che ha raccolto molte migliaia già a poche ore dalla sua apparizione online.

Cosa pensate di questa faccenda?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE